Port Royal Big Box – Recensione – Pegasus Spiele

Port Royal Big Box – Recensione

Vi piacciono i giochi di carte, amate i pirati e avete sempre voluto comandare un fiorente porto?
Allora preparatevi a scaricare le navi che entrano nel porto di Port Royal, ma attenzione, questo gioco della Pegasus Spiele nasconde diverse insidie.

IL GIOCO IN BREVE

Nuovi colori soffiano su Port Royal!
Il popolare gioco di carte Push Your Luck dell’autore di successo Alexander Pfister è stato pubblicato in una nuova versione con tutte le espansioni e illustrazioni completamente nuove.

I Caraibi nell’età d’oro della pirateria: grandi pericoli si nascondono in queste acque.
Ma la prospettiva di una ricchezza incommensurabile giustifica molti rischi.
Port Royal è il posto migliore per trovare un equipaggio potente, cercando però di evitare gli avidi bucanieri…
Solo coloro che osano aumenteranno la loro influenza e potranno completare una delle spedizioni reali e accrescere il loro potere!
Ma se rischi troppo, puoi perdere tutto.
Port Royal è un pluripremiato gioco di carte dal ritmo frenetico con un’atmosfera piratesca.
Grazie alle semplici regole, i giocatori possono salpare immediatamente e dimostrare il loro coraggio nell’esplorazione di acque straniere. Grazie alle 4 espansioni contenute nella scatola, il gioco presenta una modalità cooperativa, una in solitario, nonché una campagna rigiocabile composta da diversi capitoli.

(descrizione presa dal sito dell’editore – tradotto dal tedesco)⁠

Autori:  Alexander Pfister
Grafica:
Fantasmagoria Creative
20-50 min⁠
1-5 giocatori⁠
8+⁠

Pubblicato da Pegasus Spiele

Testato⁠ con amore

COME GIRA?

Lo scopo del gioco è diverso se si gioca in modalità competitiva, in qual caso lo scopo è di ottenere più punti Influenza degli altri, oppure in modalità cooperativa, in qual caso bisogna completare tutti i Contratti (dall’espansione Just One More Contract) o le Missioni (dall’espansione The Adventure Begins) in gioco.

Un concetto importante della carte del mazzo principale di Port Royal è che il dorso delle carte, che riporta non a caso una moneta d’oro, non è solo un orpello visivo, ma significa che le carte del mazzo stesse fungono da Monete. Se un giocatore guadagna delle Monete, pescherà dallo stesso mazzo tante carte quante le Monete che ha ottenuto e le terrà visibili vicino a sè a faccia in giù, ignorando cosa ci sia sul fronte. Se deve invece pagare delle Monete, le scarterà assieme agli scarti del mazzo principale (a faccia in sù).

Il setup del gioco prevede solo di mescolare il mazzo di carte del solo gioco base con o senza espansioni e di distribuire 3 Monete (cioè carte a faccia in giù) a ciascun giocatore.

Se si gioca con i Contratti dell’espansione Just One More Contract, bisogna mescolare tutte le carte dell’espansione nel mazzo principale, si consegna a ciascun giocatore 3 cubetti di un colore a scelta e si rivela un certo numero di carte Contratti (quelle più grandi) a seconda che si giochi in modalità competitiva o in modalità cooperativa.

La modalità narrativa dell’espansione The Adventure Begins aggiunge carte Personaggio, Evento e Storia che variano il feeling del gioco base complicando leggermente il setup ed introducendo alcune Missioni da completare durante la partita, per cui lasciamo la scoperta delle regole relative ai giocatori più… Avventurosi.

A partire dal primo giocatore, il gioco si sviluppa in turni (in numero limitato nel caso delle modalità cooperativa o narrativa) suddivisi in 2 fasi:

La fase di scoperta, durante la quale il giocatore attivo (il giocatore di turno) rivela una alla volta le carte dal mazzo principale posizionandole al centro del tavolo, creando il Porto, finchè non decide di o è obbligato a fermarsi.
Le carte Nave e le carte Professione rimangono nel Porto per la fase successiva, le carte Spedizione vengono messe a disposizione di tutti ma fuori dal Porto e le carte Aumento delle Tasse vengono risolte e scartate immediatamente.
Se il giocatore attivo estrae una Nave di un colore già presente nel porto e non può respingerla con le carte che avrà acquistato in precedenza, è obbligato a scartare tutte le carte dal porto e a concludere immediatamente il turno saltando la seconda fase. Solo le carte Spedizione restano al centro del tavolo a disposizione per i turni successivi.

La fase del mercato, durante la quale ogni giocatore a turno può mercanteggiare con le carte Navi o assumere le carte Professione presenti nel Porto.
Per primo, il giocatore attivo può prendere 1 carta dal porto se nel porto stesso ci sono fino a 3 Navi ciascuna di colori differenti al massimo, 2 carte se ci sono Navi di 4 colori differenti o 3 carte se è riuscito a portare nel porto Navi di 5 colori differenti. Poi tutti gli altri giocatori in senso orario possono prendere 1 carta ciascuno pagando una Moneta extra al giocatore attivo come compensazione.
In ogni caso, le carte Navi una volta raccolte fanno guadagnare immediatamente tante Monete quante indicate sulle carte stesse e poi vanno scartate. Le carte Professione vanno invece acquistate spendendo un certo numero di Monete, vanno tenute davanti a sè e indicano i punti Influenza e l’eventuale abilità speciale che concedono. Quando un giocatore è in grado di completare una carta Spedizione la può prendere e tenere davanti a sè.
Le carte rimaste nel porto vengono scartate e si comincia un altro turno in cui il prossimo giocatore diventa il giocatore attivo.

Se si gioca con Contratti o Missioni, queste possono essere completate non appena si raggiungono gli obiettivi indicati posizionando uno dei propri cubetti sulla carta relativa.

Si continua a giocare finchè non vengono raggiunte le condizione di fine partita, cioè quando un giocatore non raggiunge o supera 12 punti Influenza nel caso di partita competitiva (e ogni giocatore avrà svolto lo stesso numero di turni come giocatore attivo) o quando vengono completati tutti i Contratti o le Missioni nel caso di partita cooperativa.

Riuscirete a concludere l’accordo commerciale della vita o rimarrete senza l’ombra di una moneta d’oro mentre gli altri giocatori salperanno verso lidi più fortunati?


CO
SA NE PENSANO GB & SCHICCIA?

Cosa ne pensa GB⁠:⁠

Avete presente quel gioco fantastico in cui non solo si gioca sempre volentieri nel gruppo ma di cui ogni membro della ciurma di gioco sente l’irrefrenabile bisogno di possederne una copia… Ecco questo è Port Royal. Non appena abbiamo avvisato gli amici che lo avremmo preso dalla Germania, perchè non ancora disponibile in Italia, abbiamo ricevuto una nave di ordini.
Questo gioco di carte facilissimo da imparare e velocissimo da intavolare racchiude in una scatola tutto quello che si può desiderare (almeno per un gioco di carte e a mio modesto parere). Bisogna avere bene in mente una strategia per sapere a quale carta puntare, decidere quanto e come sfidare la sorte, decidere come far male agli avversari ma, se giocato in modalità cooperativa, a ogni carta si scatena una vera e proprio trattativa diplomatica.
Questo gioco gira benissimo sia in due che in 7 giocatori… Nonostante sulla scatola sia scritto che si può giocare in cinque… Ma se non devono rompere le regole i pirati chi dovrebbe farlo?
Insomma se cercate un gioco di carte completo e che vi garantisca tantissime ore di gioco non potete perdervelo.

PS: Speriamo che presto qualche casa editrice decida di portarlo anche in Italia

Pro:⁠
– Altissima rigiocabilità garantita dalle varie espansioni presenti nella confezione, ma anche e soprattutto, dalla meccanica di gioco
– Altissima interazione fra i giocatori. Sia nella versione competitiva nella quale dovremo far sempre in modo di lasciare carte inutili agli avversari, sia in quella cooperativa
– La scatola è davvero ben pensata con diversi scomparti in base alle varie espansioni. Lo spazio è anche più che sufficiente per poter imbustare tutte le carte e conservarle al meglio
– La Freulein… Una delle carte più potenti del gioco che tutti vogliono, ma che solo pochi possono avere

Contro:
– Preferivo le illustrazioni della vecchia versione, ma molto probabilmente solo per una questione di “amore” che mi lega alla nostra logora versione
– La nuova scatola super grande lo ha reso meno trasportabile rispetto a prima

Cosa ne pensa Schiccia⁠:⁠

Port Royal non è solo un gioco. Port Royal è IL gioco. A prima vista può sembrare un gioco di fortuna, ma presto si rivela una sfida sorprendentemente interattiva. Al tuo turno le carte che lasci a disposizione saranno quelle che gli altri giocatori potranno prendere e da cui potresti riottenere qualche monetina. Se però non hai abbastanza monete per comprare tu stesso quel governatore lo lascerai al tuo avversario diretto, quindi meglio sperare nella quarta nave oppure… Far saltare tutto?
L’edizione di Port Royal contenuta nella Big Box, oltre ad avere ricevuto un corposo restyling grafico, contiene tutte le espansioni uscite per la prima edizione (3 effettive più una serie di carte promo) in comodi scomparti per ordinare e separare i vari mazzi.

Pro:⁠
– Anche se la scatola dice che è fino a 5 giocatori, si può giocare tranquillamente in 6 e perfino in 7, basta rimescolare il mazzo più spesso e se si usano i Contratti dell’espansione “Just One More Contract” avere qualche cubetto extra per i giocatori aggiuntivi
– È più facile descrivere i contro di Port Royal, quindi ti consiglio di andare direttamente a quella sezione.

Contro:
– Contro? Non ci sono contro in Port Royal! Se anche potresti giocare a qualcos’altro al suo posto, starai comunque giocando a Port Royal!

GiBi Di Schiccia
GB è una delle due entità che si nascondono dietro il progetto GiochiAmo in due visibile anche su Instagram e Facebook. Nat* in terra di confine e cresciut* con le idee sempre ben confuse. Da grande avrebbe voluto fare solo cose belle… Nessuno l´ha informat* che è cresciut*, quindi l*i continua a provarci. Ama alla follia la sua macchina fotografica, la sua collezione di giochi e Schiccia, non per forza in quest´ordine. Quando prova un gioco di ruolo di solito il suo PG muore male, quando si siede davanti a un gioco da tavolo diventa onnivor* soprattutto se riesce a far provare un nuovo gioco a un amico, quando prova un videogame il divano deve essere fissato al pavimento. Il suo motto è “Parlo di quello che amo… Ma non sono un* espert*”
Schiccia Di GiBi
Schiccia è la metà più schicciosa del progetto GiochiAmo in due nato su Instagram e Facebook. Adora riassaporare cose vecchie, ma anche provare cose nuove, e talvolta perfino crearne qualcuna… Sia nella vita sia nei giochi da tavolo. Si annoia facilmente, ma quasi mai davanti ad un boardgame. Ama GB, ma non solo perché serve avere qualcuno per i giochi da due giocatori. Coi giochi di ruolo ha un rapporto molto strano… Assapora con gioia le lunghe campagne di quelli cartacei e l’esperienza immersiva dei larp… Ma si stufa subito con quelli videoludici. Il suo motto è “Perché devo essere seri*? Lo faccio già nel resto del tempo...”