Recensione – Overbooked, l’aereo più puzzle del mondo! – Jumbo Games

“Signore e signori, è in partenza dal Gate 1 il volo per MoltoMoltoLontano, siete pregati di mettervi in fila in modo ordinato davanti all’entrata, a breve apriremo le porte. Un ringraziamento dalla Nerdream Airlines”. “Perfetto, potete accomodarvi sull’aereo, allora gli amici qui, gli anziani da quella parte, i bambini lì in mezzo, le coppie di innamorati là nell’angolo… mmmh no lì no, restate qui davanti… mancano solo i giocatori di rugby che dovrebbero sedersi… dove dovrebbero sedersi??”. Qui c’è bisogno del vostro aiuto, è arrivata l’ora di giocare ad Overbooked!

A distanza di circa due anni dal suo primo rilascio in ambito internazionale, la Jumbo Games porta finalmente anche in Italia Overbooked, un vero e proprio puzzle-game per famiglie (e non) per 1-4 giocatori, ideato da Daryl Chow e della durata media che varia molto in base al numero di giocatori: passiamo dai circa 15 minuti per una partita in solitario fino ad arrivare ai circa 40 per un match a 4 giocatori.

In Overbooked, gestiremo una piccola compagnia aerea con lo scopo di accogliere quanti più passeggeri possibili sul nostro aereo. Ma attenzione, non sarà così facile come sembra! Potremmo inserire i passeggeri solo attraverso precisi schemi, contando che ogni passeggero ha le proprie esigenze di posto e cercando di non dover accompagnare nessuno fuori dall’aereo, causa overbooking.

Insomma, la vita aeroportuale sembra proprio molto stressante, ma in fin dei conti sa essere anche decisamente divertente! Ed allora, allacciamo le cinture ed andiamo a vedere più da vicino in cosa consiste Overbooked.

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
Panoramica dei materiali

DIAMO UN’OCCHIATA AL REGOLAMENTO DI OVERBOOKED…

E’ difficile non rimanere stupiti dal tanto materiale presente nella scatola di Overbooked. Conoscendo infatti il genere di gioco, ci si potrebbe aspettare una quantità più ridotta di componenti ed invece passeremo un po’ bel di tempo a defustellare, dividere e sistemare. Ed il risultato lo potete ammirare nell’immagine proprio qui sopra: un tripudio di plance e tessere, ricche di una grafica colorata e piena di simpatia. Osservando bene il tutto, possiamo infatti scovare tante piccole illustrazioni e citazioni che fanno davvero sorridere (come ad esempio, il tizio al bagno con il mal di pancia che è stato “censurato”, copie di Superman ed Harry Potter attaccati all’aereo oppure una signore barbutissimo la cui barba è rimasta incastrata in una porta ihihihih).

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
Le plance giocatore

Terminato questo piacevole excursus, possiamo iniziare ad intavolare Overbooked:

  • il tabellone della Sala Partenze al centro, piazzando aperti su di esso i Banchi Assistenza in gioco (i colori non presenti in partita vengono piazzati sul lato “Chiuso”)
  • prepariamo tutti i passeggeri, dividendoli per colore (nel caso di una partita a 2 giocatori dobbiamo escluderne 10 per tipo)
  • mischiamo le carte passeggero e piazziamo le prime 4 a faccia in su sul tabellone. Le rimanenti vanno a formare il mazzo da pesca sull’apposito spazio sempre del tabellone
  • posizioniamo il Nastro Trasportatore (il tracciato dei punti partita) affianco al tabellone

Poi, ogni giocatore:

  • prende la plancia giocatore (la Cabina dell’Aereo) del colore scelto e la gira dal lato corrispondente ai giocatori in partita
  • prende la Scaletta dell’Aereo, dove posizionerà i passeggeri che dovranno uscire dall’aereo
  • prende la tesserona riassuntiva che non è altro che un’utilissima scheda di riferimento che spiega come ottenere e perdere punti
  • il Primo Giocatore prende il mastodontico segnalino Torre di Controllo che terrà per tutta la durata della partita

Ottimo, abbiamo così completato tutto il setup e siamo finalmente pronti ad iniziare a giocare ad Overbooked!

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
Setup di gioco

Durante il proprio turno, un giocatore può compiere una sola azione: prendere una carta passeggero dal tabellone e piazzare i passeggeri raffigurati all’interno della propria Cabina. Prendere la carta passeggero più vicina al Gate d’Imbarco (cioè quella più distante dal mazzo da pesca, per intenderci) non prevede nessun costo, mentre scegliere una delle altre tre carte ha un costo in buoni pasto; dovremo infatti piazzare un buono pasto su ogni carta “saltata” (meccanica di gioco già utilizzata in Majesty). Un facile esempio pratico: scegliere la carta più lontana dal Gate ci costerà ben tre buoni pasto, in quanto per prenderla saremo obbligati e piazzare un buono pasto su ognuno delle tre carte “prima” di essa. Ovviamente, prendere una carta passeggero con dei buoni pasto sopra di essa ci permette di acquisirli tutti.

Presa quindi la carta, è arrivo il momento quindi di far accomodare i passeggeri nel nostro aereo, e per farlo dobbiamo rispettare l’esatto pattern raffigurato sulla carta stessa con la possibilità di poterlo girare a nostro piacimento; l’unico impedimento è il non poter “specchiare” lo schema. Inoltre, è necessario sapere che: le adiacenze in Overbooked sono soltanto ortogonali e mai diagonali, è obbligatorio piazzare sempre tutti i passeggeri di una carta, i due corridoi tra i sedili interrompono qualsiasi adiacenza e che non è quindi possibile posizionare i passeggeri di una carta saltando appunto un corridoio. Inoltre, esistono alcune carte passeggero che mostrano solamente due passeggeri, i quali possono essere posizionati non vicini tra di loro, ma con l’obbligo di rispettare il vincolo segnalato: i tre simboli che potete trovare indicano che i passeggeri devono essere piazzati in un qualunque posto libero vicino al finestrino, affianco ad un corridoio e nelle file centrali delle zone di sedili.

Ci sono cinque tipologie differenti di passeggeri ed ognuno di loro richiede un determinato piazzamento per poter donare dei punti.

  1. Bianchi, i Bambini. Danno 3 punti ogni qualvolta vengono totalmente circondati da adulti, finestrini o corridoi
  2. Rossi, gli Innamorati. 5 punti per ogni due Innamorati adiacenti (in orizzontale o verticale)
  3. Blu, la Squadra di Rugby (perchè??). 1 punto per ogni componente facente parte del gruppo più folto all’interno del proprio aereo; se il gruppo è il più grande fra tutti i giocatori, allora i punti vengono raddoppiati
  4. Gialli, gli Amici. Uguale alla Squadra di Rugby.
  5. Verdi, la Comitiva di Anziani. Uguale alla Squadra di Rugby ed agli Amici.

Ora che avete recepito queste informazioni fondamentali, siete finalmente in grado di posizionare in totale autonomia i passeggeri all’interno del vostro velivolo. Completato il turno, le carte rimaste sul tabellone vengono, se possibile, traslate verso il Gate d’Imbarco per far spazio ad una nuova carta Passeggero pescata dal mazzo.

Ma non vi ho ancora parlato della scaletta dell’aereo che avete messo di fianco alla vostra plancia di gioco. A cosa serve? Essa ha la funzione di contenere tutti i passeggeri che per problemi di spazio avete dovuto togliere dal vostro aereo. Eh già, vi sembrava tutto facile, vero?

A partire all’incirca da metà partita, comincerete ad avere difficoltà a piazzare tutti i passeggeri senza sovrapporli ad alcuni già seduti sui sedili. In questo caso, se decidete di piazzare un passeggero sopra un altro (perchè quella carta vi aiuta ad ottenere più punti o perchè non avete altra scelta) dovrete obbligatoriamente posizionare quello della carta appena scelta sopra quello già seduto, il quale finirà sulla scaletta dell’aereo. Nel conteggio di fine partita, i giocatori ottengono un bel -2 per ogni passeggero presente sulla scaletta ed un ulteriore -2 a chi possiede il maggior numero di passeggeri fuori dall’aereo.

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
La scaletta dell’aereo ed il tesserone riassuntivo

Si continua a giocare così in senso orario, finchè non si esaurisce la riserva di uno o più tipologie di passeggeri, facendo scattare la fine della partita. In quel caso, si prosegue fino al giocatore alla destra del Primo Giocatore, di modo che tutti abbiano giocato lo stesso numero di turni. Vi ricordo che nel caso in cui scegliate una carta in cui compare un tipo di passeggero esaurito, potete tranquillamente giocare evitando quel piazzamento (può diventare un grosso vantaggio, se sfruttato a dovere).

Terminata la partita, si prosegue quindi a contare il punteggio totale. Ai punti per il corretto posizionamento dei passeggeri ed ai malus derivanti dai presenti sulla scaletta esterna, dobbiamo ancora considerare 1 punto in più per ogni coppia di buoni pasto avanzati ed 1 punto in meno per ogni sedile lasciato vuoto. E neanche a dirlo, chi avrà totalizzato più punti verrà dichiarato il vincitore!

Ma non è finita qui, perchè Overbooked ha il grande pregio di offrire molte varianti di gioco, atte a migliorare di gran lunga l’esperienza ludica. La prima variante riguarda l’utilizzo delle abilità delle carte, i cui simboli potete trovare in alto a sinistra e consistono nel poter:

  • sostituire un passeggero già seduto senza doverlo mettere sulla scaletta esterna, esso ritornerà nella riserva generale
  • posizionare i passeggeri a cavallo tra i corridoi
  • ignorare un passeggero indicato sulla carta
  • ottenere un punto extra a fine partita

La seconda variante ci permette di inserire nel mazzo nove carte passeggero di livello expert, mentre la terza ed ultima variante introduce le carte obiettivo comune. Durante la preparazione di una partita, si estraggono a sorte due obiettivi e si piazzano a facile vista per tutti: se rispettati, permettono di ottenere punti extra. State tranquilli che il regolamento spiega ogni singolo obiettivo nel dettaglio.

Di solito non mi capita mai, perchè non sono un grande ammiratore delle partite in solitaria, ma mi sento di dare una nota di merito alla modalità per un solo giocatore proposta da Overbooked. Il gioco rimane pressochè lo stesso, ma con alcune modifiche che riguardano l’utilizzo dei buoni pasto (se esauriti fanno terminare immediatamente la partita) e le condizioni di vittoria. Già, perchè in questo caso non dovremmo ottenere dei punti, bensì soddisfare le richieste di uno dei tre scenari a disposizione. Ogni scenario ci permetterà di vincere subito la partita nel momento in cui riusciamo a raggiungere i due obiettivi richiesti.

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
Un esempio di gioco

ALCUNE CONSIDERAZIONI SU OVERBOOKED…

Vi confido che mi è capitato pochissime volte di spendere una cifra così bassa (neanche 25€) e trovarmi tra le mani un gioco di questo calibro, ricco di qualità e quantità in egual misura. Ma non solo questo, perchè Overbooked è uno di quei titoli che ti cattura sin dall’inizio e ti stimola a fare sempre meglio, partita dopo partita: divertente, intrigante, un gioco che ti lascia con il sorriso a fine partita anche in caso di sconfitta.

La possibilità di poter affrontare le partita con diverse varianti rende l’esperienza praticamente illimitata, sottolineando bene che anche con il solo gioco base fare una partita uguale ad un’altra è praticamente impossibile. Per assurdo, giocare ad Overbooked senza nessuna variante aggiuntiva è più complesso e stretto, poichè non avendo nessuna possibilità di “modificare” le nostra carte passeggero, ogni piazzamento va calcolato come meglio non si può: ma non prendete questo fattore come un difetto, anzi.

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
Il tabellone “sala d’attesa” ed i banchi di assistenza

Un po’ come succede con i moduli di gioco delle Taverne di Valfonda (QUI TROVI LA RECENSIONE DEL TITOLO), quando cominciamo ad utilizzare le varianti di gioco, Overbooked rivela la sua vera natura. Le abilità delle carte infatti cambiano completamente le dinamiche di piazzamento, dando ai giocatori più scelta e possibilità di piazzare tutti i passeggeri in cabina, senza fare disastri; e se da un lato è vero che aumentano i fattori da tenere in considerazione, dall’altro aumenta la soddisfazione per aver piazzato un pattern complicato, altrimenti impossibile nella versione base. Poi abbiamo le carte expert che aumentano sensibilmente la difficoltà di gioco, grazie a combinazioni di passeggeri enormi e molto intricate. Ed infine, Overbooked propone degli obiettivi comuni (gli amanti di Sagrada troveranno simile questa meccanica) mettendo i giocatori di fronte ad altre scelte complicate: pensare esclusivamente al proprio aereo o forzare qualche piazzamento per ottenere i punti degli obiettivi?

Ma vogliamo parlare un attimo dei materiali di Overbooked? Tralasciando il fatto che sono tanti e di ottima qualità, i disegni sono un vero spettacolo! Comicità ovunque, in ogni angolo del gioco potete trovate un’illustrazione che estremizza cosa NON potrebbe mai succedere su un aereo o all’interno di un aeroporto. Per non parlare dei passeggeri, con cui vi divertirete un sacco a creare ogni volta il vostro aereo personalizzato. Faccio i miei complimenti disegnatori, i quali hanno fatto un lavoro veramente degno di nota.

Recensione - Overbooked, l'aereo più puzzle del mondo! - Jumbo Games Giochi da Tavolo Recensioni Tutte le Reviews
Il segnalino Primo Giocatore, la Torre di Controllo

Il titolo di Daryl Chow è stato studiato per 1-4 giocatori e posso dire che scala bene con tutte e quattro le configurazioni. Seppur parliamo di un solitario di gruppo con pochissima interazione tra i giocatori (a parte togliere una carta passeggero utile ad un altro giocatore, null’altro), le partite a più giocatori sono molto divertenti e stimolanti, in quanto confronterete perennemente la situazione della vostra cabina con quelle degli avversari. La modalità solitario invece mi ha stupito in positivo, l’ho trovata molto ben ragionata, dalla durata contenuta e decisamente rilassante: un solitario come piace a me.

Ma Overbooked ha anche dei difetti? Sì, ne ha, non tanti, ma ne ha. Parto subito dal più grande che è la traduzione del regolamento in italiano, alcune volte imprecisa, ambigua e che lascia molti dubbi sulla sua interpretazione. Ad esempio, non viene specificato che gli innamorati possono essere adiacenti anche in verticale e poi, fatto più grave, viene detto che i passeggeri con l’icona posto centrale vanno piazzati “al centro nella propria cabina d’aereo”, facendo pensare solo alle due file centrali, mentre bisogna considerare TUTTE le file centrali dei gruppi di sedili. Per sciogliere i dubbi, sono dovuto andare a leggermi il regolamento originale in inglese ed effettivamente la nostra traduzione è errata.

Sempre parlando di difetti, senza dubbio sul tavolo si crea un po’ di confusione con tutti quei componenti disegnati uno sull’altro, colori che si sovrappongono; a volte, può capitare di non vedere i propri buoni pasto, persi nei meandri dei mille colori dei fiori. Ultimo fattore negativo (ma che dipende molto dai giocatori seduti al tavolo) è la facile presenza di paralisi da analisi; se siete giocatori abituati a pensare tanto, questo gioco vi darà sicuramente filo da torcere, a causa delle tante scelte diverse ad ogni turno.

In conclusione, nonostante questo ultimi dati negativi, mi sento di promuovere Overbooked con un bel 4 su 5. Il titolo di Daryl Chow sta facendo divertire me e tutta la mia famiglia, a testimonianza del suo adattamento a giocatori grandi e piccoli, esperti o meno. Siamo di fronte ad uno dei titoli più intriganti del periodo a cavallo tra 2020 e 2021: un acquisto consigliato anche e soprattutto per il vantaggioso rapporto qualità/prezzo.

Nel video sottostante, potete guardare una partita completa in solitario ad Overbooked.

Alessandro Pugliese
Classe '83, fiero torinese ed assiduo instagramer con lo pseudonimo "aleboardgamer", si diverte a spiegare regolamenti sul suo canale Youtube "La Ludoteca di AleBoardGamer". Amante dei giochi da tavolo sin dalla tenera età di sei anni quando gli vennero regalati titoli d'antologia come Brivido, Hero Quest e L'isola di Fuoco, la sua missione è quella di espandere il credo dei boardgames per distogliere l'attenzione dagli smartphones e convincere le persone a riunirsi attorno ad un tavolo per socializzare, sviluppare l'ingegno e soprattutto divertirsi.