Cronache Codexiane – Shepard primo Spettro Umano – Mass Effect

0

Cronache Codexiane – Shepard primo Spettro Umano – rubrica di CarbonFemShepard

Jane Shepard, reduce da un colloquio con il Consiglio della Cittadella non proprio andato a gonfie vele, si accinge a trovare da sé le prove che inchiodino Saren sui fatti successi su Eden Prime. Scopriamo assieme quale pista userà Shepard per giungere finalmente alla verità!

NON PERDETE LE PRECEDENTI PUNTATE DELLA SERIE: CLICCA QUI PER LA LISTA COMPLETA

Mass Effect – Giorno 2: le prove

Barla Von

La pista suggeritami da Anderson sembra quella giusta, al contrario di quella di Udina. Un agente dell’Ombra certo ne saprà di più di Harkin, uno squallido e pessimo elemento dell’SSC.

Barla Von è rintanato nei quartieri finanziari, al sicuro dall’andirivieni affollato degli Agglomerati e da occhi indiscreti. Mi accoglie nel suo ufficio nel modo classico di chi ha raccolto informazioni su di te e il tuo passato. Non mi piacciono gli stranieri che sanno troppe cose su di me, ma il suo lavoro lo costringe ad essere informato più di chiunque altro.

Mi servono informazioni su Saren, ho sentito dire che mi costeranno parecchio ma qui è in gioco l’equilibrio galattico e pare che anche lui abbia colto le circostanze eccezionali per cui mi ritrovo a richiedere il suo aiuto.

Riesco a farmi dire che l’Ombra è stato tradito da Saren. Che sorpresa! Un krogan assunto dall’Ombra per occuparsi di Saren si trova all’SSC in stato di fermo, è su di lui che devo puntare per avere maggiori dettagli. Considerato il prezzo, in fondo, le informazioni di Barla Von sono sufficienti a mantenere una pista aperta.

Cerco di estrapolargli ancora qualche dettaglio sul suo datore di lavoro che mi potrebbe tornare utile, ma non approfondisce mai: l’Ombra potrebbe essere di qualsiasi specie, di qualsiasi sesso, potrebbero persino essere più individui che operano sotto un’unica identità. Compra e vende informazioni ai migliori offerenti, ma in qualche modo riesce sempre a mantenere l’equilibrio tra le parti. Nessuno riesce a trarre un vero vantaggio da ciò che l’Ombra offre.

Verso l’SSC

[C’è una località che è facile perdere di vista mentre si va all’Accademia SSC. È un panorama che si affaccia sulla Cittadella e che sblocca un breve dialogo unico tra Shepard, Ashley e Kaidan. Parlano dell’immensità della Cittadella paragonata al più grande avamposto dell’Alleanza dei Sistemi Terrestri, e alle cose positive che la razza umana potrebbe aggiungere alla già affollata stazione su cui si trovano: romanticismo, belle donne, oceani…]

Una giornalista di nome Emily Wong mi ferma mentre sto raggiungendo l’Accademia [SSC] chiedendomi se posso esserle di aiuto passandole informazioni sul crimine organizzato della Cittadella. Io accetto per una buona causa, a patto che non sia di ostacolo alle mie indagini principali.

Proseguendo, un agente SSC di nome Eddie Lang mi riconosce, sembra un mio grande ammiratore, ne approfitto per saperne qualcosa in più sull’SSC e anche di Harkin.

Lang è un poliziotto proprio come suo nonno sulla Terra, ma lui ha scelto di stare sulla Cittadella nell’SSC perché gli sembrava la cosa giusta da fare. È molto soddisfatto di far parte della Servizio di Sicurezza. Gli faccio qualche domanda sugli Spettri, sull’SSC e su Harkin. Ne sa più o meno quanto me e conferma quello detto dal Capitano Anderson: di Harkin non ci si può fidare.

[In questo punto c’è un errore, almeno nella versione italiana. Lang riconosce Shepard perché è l’eroina dell’Assalto di Skyllian e della liberazione della colonia umana di Elysium. Ma lui invece di dire Elysium, dice Mindoir, che è la colonia umana collegata alla reputazione di Shepard “Implacabile”. La reputazione “Eroe di guerra”, scelta in questo walkthrough, invece, è collegata a Elysium.]

Wrex e Garrus

Un acceso dibattito tra un krogan e un gruppo di agenti SSC mi accoglie all’Accademia. È sicuramente il krogan di cui parlava Barla Von e che sta causando problemi. Lo stuolo di agenti rinuncia a fermarlo, così lo avvicino io per farmi dire tutto.

Si chiama Wrex, è stato assunto dall’Ombra per uccidere un umano di nome Fist, proprietario dell’Antro di Chora. Anche Fist ha tradito l’Ombra per dare supporto a Saren, pessima scelta per lui.
Wrex mi notifica che una quarian è approdata alla Cittadella in cerca di un rifugio sicuro in cambio di informazioni in suo possesso. Si era rivolta a Fist per questo, chiedendogli un incontro con l’Ombra, ma il proprietario dell’Antro l’ha tradita per favorire Saren.

Le informazioni della quarian potrebbero essere le prove che legano Saren ai Geth, questo ha portato Fist a schierarsi dalla parte sbagliata in cambio di una fortuna pagatagli dallo Spettro traditore. Devo trovare la quarian e Wrex verrà con noi!

Quel turian incontrato alla Torre, Garrus, stava seguendo la stessa pista e ora si trova alla clinica, devo raggiungerlo e scoprire cosa sa.

Gli scagnozzi di Fist hanno preso in ostaggio la dottoressa Michel a capo della clinica e Garrus si trova lì con loro. Un acceso combattimento risolve la situazione… il colpo ben assestato da Garrus al mercenario vicino alla dottoressa ha gettato nel panico gli altri, risolvendo la situazione.

Questa è la mia missione, ma anche Garrus vuole incastrare Saren, verrà con noi, ci serve tutto l’aiuto disponibile. La quarian per quel che ne so potrebbe essere ancora nell’Antro, facciamo un salto da Fist e troviamo queste prove.

Le prove di tali

Fist sa del nostro arrivo! È protetto da una decina di mercenari, ma li sopraffacciamo uno dopo l’altro. Alcuni si arrendono, gli conviene mollare la presa se non vogliono finire come tutti gli altri. Fist è trincerato nel suo covo con 2 torrette, con non poca fatica le disattiviamo e lo costringiamo alla resa.

Con la minaccia di fargli saltare la testa, mi faccio rivelare che ha mandato la quarian dritta nelle mani degli uomini di Saren, nel vicolo dietro ai mercati. Appena finisce di parlare, Wrex lo uccide giustificandosi che doveva finire il lavoro che gli ha commissionato l’Ombra. Se lo meritava, ora la priorità è raggiungere la quarian prima degli uomini di Saren.
Nel covo di Fist riesco a trovare delle prove delle attività criminali, potrebbero interessare a quella giornalista, Emily Wong.

Ci facciamo strada nel locale colmo degli ultimi scagnozzi di Fist. Troviamo la quarian in tempo perché lei scopra la trappola in cui è caduta. 3 ingegneri salarian e un incursore turian cercano di fermarci, ma la granata di Tali li ha distratti in tempo per far sì che li sopraffacessimo.

Tali è il suo nome, la conduciamo in un luogo sicuro: le ambasciate, lì potrà spiegarci con calma quali prove ha in suo possesso.
Udina non è contento degli scontri consumatisi negli Agglomerati, ma se mi facesse finire di parlare, gli spiegherei che Tali ha delle prove che incastrano Saren.

[Per approfondire la storia di Tali, è consigliabile leggere i 4 volumi del fumetto “Mass Effect Homeworlds, che sfortunatamente non ho avuto modo di reperire.]

Tali è una quarian in fase di Pellegrinaggio, durante il quale, esplorando pianeti in cerca di qualcosa di valore da riportare alla Flottiglia, si è imbattuta in un segnale anomalo proveniente da un Geth disattivato su uno sperduto pianeta inesplorato. Essendo Tali conoscitrice esperta di tecnologia ancor più della media già alta della sua specie, riesce a estrarre il nucleo di memoria del sintetico senza danneggiarlo.

Il nucleo contiene un dialogo compromettente tra Saren e una voce sconosciuta: “Quella di Eden Prime è stata una vittoria sfolgorante, grazie alla Sonda, potremo finalmente trovare il Condotto!” – “… e aprire la strada al ritorno dei Razziatori”. Ecco le prove che stavamo cercando, il Consiglio dovrà ascoltarci! Magari non crederà alla storia dei Razziatori, ma la registrazione prova che è stato Saren a mettere a ferro e fuoco la colonia umana di Eden Prime!

I Razziatori… già sentiti. Secondo il nucleo di memoria del Geth, 50.000 anni fa i Razziatori abitavano la Galassia e diedero la caccia ai Prothean fino a farli estinguere completamente per poi scomparire nel nulla.

Udina è estremamente scettico, ma la visione che mi ha impresso la Sonda… ora capisco tutto. Ho visto della gente mentre veniva spazzata via dalla furia di macchine sintetiche.

Tali deve venire con noi, il suo Pellegrinaggio ne gioverà così come la sua sicurezza.

Mass Effect – Giorno 3: la promozione a Spettro

Mostrare le prove

A causa di un errore nell’editing, la parte in cui Shepard viene promossa a Spettro umano potete trovarla separatamente qui:

Le prove sono state analizzate, il Consigliere turian, il più ostile fra i 3, decreta che Saren sarà privato del suo status di Spettro e di tutti i privilegi che tutto questo concerne.Il consigliere Asari ha riconosciuto la voce interlocutrice con cui interagiva lo Spettro traditore: è la Matriarca Benezia, una potente biotica.

Le Matriarche Asari sono sagge e rispettate, sono il punto di riferimento per tutte le Asari. Allearsi con Saren non fa altro che rendere molto più difficile le cose.Spiegare che Saren sta cercando il Condotto per favorire il ritorno dei Razziatori, è cosa alquanto complicata. Sia il Consigliere salarian che quello turian non danno credito a quanto riportato nella sezione del nucleo di memoria andato perduto. Credono che sia una montatura messa in atto da Saren per coprire i suoi veri intenti.Bisogna agire in fretta, l’ambasciatore Udina sta premendo per mandare una flotta della Cittadella sulla Fascia di Attica, proprio dove si nasconde lo Spettro.

Ma il turian insiste sulla questione che una flotta in quella posizione potrebbe scatenare una guerra contro i Sistemi Terminus. Non si faranno trascinare in un conflitto per difendere le colonie umane.Tutto questo si potrebbe risolvere mandando un altro Spettro a dare la caccia a quello rinnegato. Il Consigliere Asari, con la reticenza del Consigliere turian e l’appoggio del Consigliere salarian, decide di promuovere me al gradi di Spettro. Primo Spettro umano.

Una soluzione che conviene da entrambe le parti.La cerimonia è stata breve, intensa, il Capitano Anderson è orgoglioso ed estremamente grato, al contrario di Udina. Ma d’altronde dai politici non c’è aspettarsi niente di meglio. Anderson è all’hangar principale con Udina in attesa di preparativi, lo raggiungerò al più presto.

La SSV Normandy SR-1

All’hangar Udina e Anderson stanno discutendo della Normandy. Mi informano che adesso la nave è passata sotto il mio comando. Anderson sa che la tratterò con i guanti, è un amico fidato dopo che un Capitano. Ora io e lui siamo a quattr’occhi, posso chiedergli come si sente dopo gli eventi passati e, comprensibilmente, mi risponde che lavorare dietro una scrivania non è come immaginava i trascorrere la vecchiaia.

Mi informa che nell’Ammasso Artemis Tau in un sistema non identificato, si trova la figlia di Benezia, Liara T’Soni: inizierò le mie indagini da lì. Noveria e Feros sono le altre 2 colonie umane su cui concentrare l’attenzione: Noveria è sinonimo di guai, è il pianeta delle mega corporazioni, solo gli Spettri sono rispettati, ma non sono di certo visti di buon occhio; Feros invece è un avamposto fondato sulle macerie delle rovine Prothean, si è perso ogni contatto da quando è stata attaccata dai Geth.

Mi faccio raccontare la sua esperienza con Saren. 20 anni fa lui e lo Spettro parteciparono ad una missione delicata contro un gruppo di scienziati traditori dell’Alleanza che volevano sperimentare delle IA illegali. Saren venne mandato a supervisionare il lavoro di Anderson (che già precedentemente era stato selezionato come possibile candidato Spettro dall’ambasciatrice umana dell’epoca Anita Goyle), ma costui intralciò gli eventi distruggendo l’impianto dove erano posizionati gli scienziati e uccidendo un sacco di innocenti. La missione era compiuta, ma il prezzo pagato è stato altissimo e la colpa fu fatta ricadere sul Capitano, causando per forza di cose, l’allontanamento dalla candidatura a primo Spettro umano. Nessuno più di lui lo avrebbe meritato, Saren la pagherà cara.

È giunta l’ora di tornare alla nave e fare un briefing con l’equipaggio.

Dal primo Spettro umano fresco fresco di nomina per oggi è tutto! Un’intera Galassia attende l’arrivo del Comandante, restate con noi e passo passo vi farà vedere quanto è cazzuta!

About author

CarbonFemShepard

CarbonCanyon, lucano come l'amaro, amante di film di fantascienza, street racing, avventura, azione e di videogames dello stesso genere. Frequentatore fin da piccolo delle sale giochi, sia come spettatore che come protagonista. Assiduo giocatore di Need for Speed Most Wanted e Carbon, rimasti nell'Olimpo personale del mondo videoludico, così come la trilogia di Mass Effect, giocata così tanto che Shepard vorrebbe diventare reale e stringergli la mano! CANALE YOUTUBE