Shuren delle Fiamme – UattàTime #4

Shuren delle Fiamme – UattàTime #4

Quarta puntata dedicata a Ken il Guerriero, quarta puntata di UattàTime! Oggi vi parliamo di Shuren delle Fiamme.

QUAL BUON VENTO? IL VENTO DI WEIN!

Dopo aver analizzato i personaggi di Fudo della Montagna, Juza delle Nuvole e Wein del Vento, restiamo nel club dei Cinque Astri in cerchio di Nanto e vi presentiamo una videorecensione sulla vita del fratello di Wein del Vento, ovvero Shuren delle Fiamme.

Shuren interviene si per preservare il sesto guerriero Nanto come da missione dei cinque astri in cerchio, ma soprattutto interviene per vendicare la morte di suo fratello…

Non che Wein si fosse comportato bene… Diciamo che si è meritato fino all’ultimo l’atroce quanto ridicola morte dopo l’incontro con Raoul, ma probabilmente a Shuren non importa un fico secco della stupidità del fratello petomane, anzi, ci tiene a fare quasi la stessa figuraccia di Wein.

Fortunatamente la storia ha in serbo per lui un destino un pizzico diverso e infatti non ci faremo del tutto beffe di lui.

In primis, riesce a mostrarci un “colpo segreto” fatto come si deve, cosa che a Wein non era riuscita, sfogando tutta la sua rabbia sui poveri Gaspare e Zuzzurro.

Ed inoltre riesce a morire con più onore, sboroneggiando meno e rifiutando la fuga concessagli dal Re di Hokuto che non lo devasta al primo colpo.

Shuren ha la testa dura, oltre che le manine infuocate e comunque alla fine riesce lo stesso nell’impresa di sfigurare, distrutto dallo stesso elemento che lo rappresenta, ovvero dal fuoco.

Il filosofo giapponese Hataru Kazzumoshi dirà nel suo libro intitolato “Wein e Shuren: come sfigurare in un anime”

E’ stato come accendere un caminetto infilandolo per intero in un altoforno industriale”

Ma bando alle ciance… Beccatevi il video!

Come al solito è graditissimo ogni commento, consiglio, suggerimento, critica, nonché l’iscrizione al nostro canale YouTube!

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento