Gli sviluppatori di Escape From Tarkov affermano che non aggiungeranno soldati donne.

Escape From Tarkov soldati donne – news di Andrea “Kobla” Panicali

In una recente intervista, gli sviluppatori del celebre gioco hanno affermato che pur stimando il lavoro svolto dalle soldatesse, non aggiungeranno personaggi femminili.

 

La squadra dietro lo sparatutto di sopravvivenza hardcore Escape From Tarkov sta rispondendo ai commenti sulle donne nell’esercito, ma si rifiuta ancora di aggiungerli al loro gioco. I commenti arrivano all’incirca una settimana dopo che il gioco è salito alle stelle su Twitch.

Il pubblico occidentale ha sentito parlare per la prima volta di Tarkov di Battlestate Games nel 2016, quando il team russo ha pubblicato un video gameplay su YouTube. Nello stesso anno concede anche un’intervista a Wccf. Fu allora che fu chiesto se avevano preso in considerazione l’aggiunta di donne al gioco.

“Siamo giunti alla conclusione che alle donne non è permesso essere in guerra”, ha dichiarato Pavel Dyatlov. L’intervistatore ha continuato, affermando il fatto che le donne stanno attualmente svolgendo ruoli di combattimento in tutto il mondo. “Sono d’accordo con te e ne abbiamo discusso per molto tempo”, ha detto Dyatlov, “ma siamo giunti alla conclusione che le donne non sono in grado di gestire tale quantità di stress. C’è solo posto per uomini induriti in questo posto”.

Certo, la Russia ha la sua storia con le donne nell’esercito. Centinaia di migliaia hanno prestato servizio durante la seconda guerra mondiale, per esempio, e hanno ricevuto numerose citazioni di combattimento. Hanno servito mirabilmente praticamente in ogni ramo dell’esercito durante quel conflitto, inclusi fanteria, armature e corpo aereo.

Ieri sera, Battlestate Games, ha affermato di non essere a conoscenza di questi commenti dei suoi dipendenti del 2016.

“Per quanto riguarda l’articolo di 3 anni fa sulle donne in EFT”, il team ha scritto su Twitter. “Le risposte sono state fornite non da un dipendente chiave della BSG, il quale è stato probabilmente interpretato erroneamente e di conseguenza non rifletteva la posizione ufficiale dell’azienda. Abbiamo sempre rispettato le donne nelle guerre e le donne militari. Dyatlov è stato rimproverato e debitamente istruito. Siamo spiacenti per la confusione causata.”

Hanno continuato aggiungendo che non ci sono ancora piani per aggiungere avatar femminili al gioco “a causa della tradizione del gioco e, soprattutto, l’enorme quantità di lavoro necessario con le animazioni, il montaggio degli attrezzi”.

I loro commenti ricordano un’affermazione simile di un direttore creativo di Ubisoft nel 2014, che affermava che aggiungere assassine femminili ai giochi nel franchise di Assassin’s Creed era semplicemente troppo lavoro. Il loro sforzo più recente, Assassin’s Creed Odyssey, include sia un personaggio maschile che uno femminile ed è tra i titoli di maggior successo della società fino ad oggi.

Fonte: polygon

 

Andrea Panicali
Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il soprannome di Bistecca per un motivo, che non è di certo la sua snellezza. CANALE TWITCH