Gears 5 è l’elemento vincente che mancava ad XBOX

0

Gears 5 vincente – news di Andrea “Kobla” Panicali

Non c’è dubbio che Microsoft avesse bisogno di una vittoria, e stavolta l’ha ottenuta.

 

Sony ha vinto la guerra di questa generazione, offrendo ai giocatori di PS4 una gamma di titoli di prestigio acclamati dalla critica come God of War, Horizon Zero Dawn, Uncharted 4, Bloodborne e altri ancora, con grandi giochi come Death Stranding, Ghosts of Tsushima e The Last of Us Parte 2 che ancora devono uscire. Microsoft, per la maggior parte, ha fallito. Giochi come ReCore non sono andati da nessuna parte, e titoli molto acclamati come Crackdown 3 non hanno avuto lo stesso clamore di quelli Sony. Ha ancora la solida serie Forza, ma anche Halo non ha dato a Xbox One ciò di cui aveva bisogno. Ora, pochi istanti prima di imbarcarci in un treno hype pronto a portarci su Xbox Scarlett e PlayStation 5, Microsoft ha una vittoria in mano. Gears 5 ed è fantastico.

La serie Gears ha avuto i suoi alti e bassi, dai primi tre giochi amati e tecnicamente sbalorditivi a titoli come Judgment e Gears of War 4. Ma Gears 5 è un ritorno spettacolare, portandoci lo stesso livello di traguardo grafico strabiliante che ha sbalordito il mondo con l’originale Gears of War e stratificato con una storia avvincente all’interno di un mondo sempre più complesso. La campagna fa quello che una campagna come questa dovrebbe fare: portare alcuni personaggi affascinanti da un set epico a un set epico, esplorando un gruppo di fantastiche località mentre affrontano alcuni dilemmi morali ogni tanto. Potrebbe sembrare un po’ riduttivo, ma il team di sviluppo ha tirato fuori questa particolare formula con grazia esplosiva, appoggiandosi sia a una nuova generazione di personaggi che a una tradizione ormai estesa per offrire grandi momenti che riescono a sbarcare sia con il gameplay che con la narrazione contemporaneamente, che non è un’impresa da poco.

Il colosso di Redmond è stato per molto tempo sulla schiena e una delle principali priorità dell’azienda con Xbox è stata quella di espandere lo sviluppo esclusivo in preparazione della prossima generazione. Non abbiamo ancora visto i frutti delle recenti acquisizioni in studio dell’azienda, ma Gears 5 fa ben sperare per il futuro. Qui abbiamo un gioco che non solo ha chiaramente fornito le risorse necessarie per eccellere, ma anche un gioco che è riuscito a fare qualcosa di spettacolare con loro.

Fonte: forbes

 

About author

Andrea Panicali

Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il soprannome di Bistecca per un motivo, che non è di certo la sua snellezza. CANALE TWITCH