NerdNews – Dark Phoenix è sempre stato progettato per essere l’ultimo film degli X-Men

0

Dark Phoenix – news di Pietro “OnlyApples” La Selva

Col nuovo film del franchise degli X-Men si proverà ad adattare cinematograficamente un altro personaggio iconico dei fumetti: Dark Phoenix uscirà quest’estate, segnando però allo stesso tempo la fine della lunghissima serie di film sui mutanti di casa Marvel.

Il regista/scrittore del film, Simon Kinerg, ha provato a spiegare i motivi della decisione di concludere la serie in questo modo, e di quanto l’acquisto di 20th Century Fox da parte della Disney abbia influenzato tale scelta.

“Sin dai primi tempi, quando stavamo ancora capendo in che modo piazzare questo film all’interno della storyline, ho sentito che si trattava del naturale culmine di questa serie di film sugli X-Men, ed è stato molto, molto prima dell’affare Disney,” ha detto Kinberg ai microfoni di ComicBook.com durante il WonderCon. “Perché riguarda questa famiglia che abbiamo imparato ad amare per quasi vent’anni e non ricordo più quanti film, una famiglia la cui solidità viene testata in un modo totalmente nuovo. Vedi questa famiglia cominciare a sgretolarsi per davvero, per la prima volta, per poi alla fine riunirsi solo all’ultimo.”

Kinberg aggiunge, “E per me e per la maggior parte dei fan… Dark Phoenix è il film più iconico dell’intera saga degli X-Men. E’ stato più un cercare un buon modo di arrivare a Dark Phoenix in questo ciclo di film, di cercare di guadagnarci un Dark Phoenix. Speriamo di avercela fatta, di aver creato un ottimo finale e forse una possibilità per un nuovo inizio. E’ questo ciò che cerchiamo di fare con questo film.”

Rimane da vedere se qualcosa di questo universo degli X-Men rimarrà una volta che Disney avrà preso il timone, ma i fan possono rimanere tranquilli poiché un finale epico è in arrivo sul grande schermo.

X-Men: Dark Phoenix verrà trasmesso in tutti i cinema dal 7 Giugno.

Fonte: ComicBook.com

About author

Pietro La Selva

Il suo vero nome è Pietro, è del '94 ed è appassionato di videogiochi e di altre forme di intrattenimento, come film e libri, soprattutto a tema fantascientifico. Insomma, il classico nerd ma senza il QI sopra la media. Si nutre di mele pixellose quasi ogni giorno, che di certo non gli levano il medico di torno.