Eve Online – Il video celebrativo dei “primi” 15 anni di gioco

0

Eve Online – news di Leo “VekkioNiubbo”

Eve Online compie 15 anni e non li dimostra! Per festeggiare con i propri utenti, oltre che a sconti vari e a oggetti regalo in game, la CCP ha deciso di realizzare un video celebrativo per ricordare l’unicità di questo splendido prodotto islandese.

copertina del video celebrativo per i primi 15 anni di Eve Online

Eve Online – Quindici anni e non sentirli

Il prossimo 6 Maggio Eve Online compirà i suoi primi 15 meravigliosi anni di età. A parte World of Warcraft non ci ricordiamo di progetti che abbiano avuto un respiro temporale così lungo mantenendo intaccati, anzi migliorando, i livelli qualitativi e la presenza di giocatori attivi.

Il percorso di questo gioco del tutto particolare nel panorama di quelli esistenti è stata una lenta ma costante parabola di crescita. Si sta parlando di una piccolissima ma estremamente fidelizzata nicchia di players dislocati in un mondo unico, non replicato, che vede anche oggi punte di collegamenti contemporanei giornalieri che oscillano tra le 30,000 e le 40,000 in un unico server di gioco.

A rendere così unici questi 15 anni ci sono tutta una serie di caratteristiche che sono assolutamente esclusive di questo titolo.

La scelta di un unico grande server di gioco ha reso possibile la storicità degli eventi. Ci sono tappe della storia di Eve che rimarranno per sempre nella memoria di chi lo ha giocato: la costruzione delle primissime navi capital, che ha richiesto mesi di lavorazione a intere corporazioni di giocatori; i costanti record di giocatori collegati in un unico server, così come di numero di giocatori coinvolti in battaglie epocali durate per giorni e settimane senza interruzioni; l’attenzione di importanti istituzioni di livello mondiale alla fenomenologia dei comportamenti dei giocatori coinvolti.

Eve Online è infatti un vero e proprio microcosmo chiuso di attività umane (qualsiasi oggetto, arma, nave o stazione in gioco è costruita dai players) e per questo è stato oggetto di studi economici approfonditi per testare nuove possibilità di modelli finanziari applicabili alla realtà.

L’universo dove è ambientato il gioco vive infatti, in piccolo, le dinamiche economiche che sono riscontrabili anche nella nostra vita di tutti i giorni: se in una settore dell’universo scoppia una guerra, si creano fenomeni di depressione, inflazione, deflazione e speculazione in altri. Tutto è collegato e tutto vive in un equilibrio precario e intenso, basti pensare che esistono da anni mappe aggiornate quotidianamente che avvertono i players sulla situazione geopolitica complessiva.

Eve Online – Battaglie epiche da ricordare!

Aiuto. Abbiamo parlato di economia, finanza, inflazione. No no no no, fermi. Non si tratta di roba pallosa. Difficile, complessa, da adulti sì, ma non noiosa. L’economia di Eve è un effetto secondario importante, i players più accorti ne tengono conto, speculando sui prezzi delle loro produzioni o andando ad attaccare corporazioni logorate dalle difficoltà negli scambi economici.

La cosa per cui Eve Online è sempre ricordato di più, però, è l’epicità delle sue battaglie. Non si parla soltanto di sparuti incontri tra navi di fazioni diverse o piccole flotte, quanto di vere e proprie pietre miliari nella storia del gaming online. A testimonianza di una vitalità assoluta del titolo, l’ultimo record è stato registrato lo scorso Gennaio, quando una battaglia epocale tra due corporazioni tra le più potenti, ha visto scontrarsi per ore più di 6.000 navi spaziali tra grandi e piccole in un unico sistema solare.

Eve Online – La versione Alpha del gioco è free to play

Abbiamo ricordato di quanto complesso sia il mondo di Eve: non si parla soltanto della bellezza di centinaia di navi guidabili tra piccole e enormi, ma anche di un numero di attività e di skills che non ha paragoni con nessun altro gioco esistente. Ogni player può davvero decidere chi essere e che cosa fare: dai più incalliti piloti su navi specializzate nell’uso di missili, a tattici in grado di devastare intere flotte con attività di disturbo elettronico; da mercanti di materiali preziosi o di armi a mercenari prezzolati, così come spacciatori di droghe galattiche e produttori di agenti chimici in grado di mutare le percezioni e le capacità degli altri giocatori.

Il gioco non è intuitivo, lo abbiamo anticipato. La community però è così viva che chiunque venisse catapultato in gioco potrà contare sull’aiuto di altri che lo accompagneranno piano piano a comprendere di più e meglio sulle meccaniche di gioco.

Per evitare però di spendere e spandere è sempre possibile creare un personaggio e calarsi in questo universo con la formula Alpha, completamente free anche se limitata nella possibilità di utilizzare mezzi spaziali o accedere a skill professionali. Lo status Alpha vi permetterà comunque di apprendere e speriementare il gioco abbastanza da decidere se proseguire o meno pagando il costo mensile (attenzione, Eve è forse l’unico gioco online dove è possibile pagare la mensilità del gioco attraverso la valuta virtuale interna, se si ha la capacità di arrichirsi abbastanza)

Per i vecchi giocatori che invece volessero riprendere in mano a pieno il proprio personaggio, ancora per qualche ora è attivo uno sconto del 50% sul prezzo di tre mesi di abbonamento Omega, quello che dà accesso completo a tutte le funzionalità.

Vi lasciamo comunque allo splendido video realizzato dai developers per festeggiare le gesta di tutti i giocatori della community in questi primi 15 anni di gioco. Buona visione!

P.S.: Se qualcuno di voi sentisse la voglia di sperimentare il gioco mi scriva nei commenti qua sotto. Abbiamo una piccola corporazione italiana che negli anni si è data spesso alla didattica del gioco. Insomma, ve possiamo aiutà! 🙂

 

 

About author

VekkioNiubbo

Leonardo "VekkioNiubbo" Vannucci è stato il primo a cogliere le potenzialità della schizofrenia, sfruttandola per gestire decine di profili Social di brand e attività di cui cura la strategia online. Gioca e si emoziona con tutto ciò che si muove su schermo dai tempi dei Guelfi e dei Ghibellini ma non per questo ha perso la sua incredibile capacità di esserne incapace. Per questo preferisce scrivere di giochi che farsi vedere a giocarli. CANALE YOUTUBE - TWITTER - TWITCH