Attrition: Tactical Fronts – Anteprima – PC, Mac, Linux

views
0

Attrition: Tactical Fronts – anteprima di Valerio Vega

E’ giunto ieri su Steam il terzo gioco creato del team australiano Cardboard Keep. Il titolo si chiama Attrition: Tactical Fronts ed abbiamo la possibilità di spolparlo per bene e di portare sulle nostre pagine una recensione completa, ma prima vogliamo presentarvelo con questa anteprima. Venite a scoprire qualcosina in più…

Attrition: Tactical Fronts – 5 minuti per riscrivere la storia

Dopo Warden: Melody of the UndergrowthPuzzle Puppers, i ragazzi di Cardboard Keep, team indie australiano, si è lanciato sul tema della guerra mondiale con questo Attrition: Tactical Fronts.

Il prodotto si presenta come gioco di guerra a turni “ridotto”, progettato per consentire ai giocatori di combattere contro un’IA o sfidare i loro amici a una partita veloce (ogni scontro dura solo 5 minuti) colmo di strategia e tattica.

Di sicuro sarà interessante riuscire a capire se l’obiettivo di fondere semplicità ed immediatezza, con le parole tattica e strategia (molto più vicine a lentezza e meditazione), sia stato centrato.

L’idea alla base è interessante e merita una chance perchè vuole rendere “casual” un genere che non lo è per nulla.

L’azione si svilupperà all’interno di mappe a tessere esagonali, piene di foreste, fiumi e altri elementi naturali che dovranno essere utilizzate al meglio, in quanto andranno a modificare l’impatto delle azioni delle nostre truppe e di quelle nemiche.

Sarà possibile giocare contro l’IA in una campagna single player da 17 missioni o sfidare amici nella versione multiplayer che viene posta come fulcro del progetto.

Interessante sarà la presenza di un editor di mappe condivisibili su Steam con il resto della community tramite Workshop, oltre alla possibilità di sfidarsi su mappe procedurali sempre nuove, che non danno alcun limite a quello che potrà accadere in ogni sfida.

Ultima nota è data al numero di unità e tipi di terreno. Avremo 11 unità con differenti caratteristiche e ben 15 tipi di terreno, ognuno con diverse caratteristiche. 

Alcune meccaniche legate all’interazione con il territorio saranno più complesse ed interessanti. Tra queste troviamo la “soppressione” che alcune unità potranno infliggere ad un’unità avversaria. Con questa meccanica si ridurrà drasticamente la potenzialità d’azione del nemico per un breve lasso di tempo, potendo trasformare un turno favorevolissimo in un turno da buttare e generando quindi più imprevedibilità nei match… Ma analizzeremo meglio la cosa nella nostra recensione.

Il motore grafico del gioco appare molto “easy”… Non vuole riempire gli occhi, ma semplicemente rendere tutto chiaro, visibile e conciso, senza troppi fronzoli, in uno stile che lo fa somigliare quasi ad un gioco per tablet o smartphone. Scelta azzeccata secondo noi, se correlata all’idea che sta alla base del progetto.

Presto troverete sulle nostre pagine la recensione completa! Nel frattempo ecco qualche link: SITO UFFICIALE, PAGINA STEAM, SITO SVILUPPATORI

 

About author

Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64” - PAGINA FACEBOOK - CANALE YOUTUBE - PROFILO TWITTER - CANALE TWITCH