Diablo 3 – Ascesa del Negromante, in arrivo con la patch 2.6!

Tristram accoglie i Necromanti e siamo ben lieti di potervi annunciare questa notizia dedicata a Diablo 3

L’uscita di Diablo 3 cinque anni fa, mi costò inizialmente 50€ e successivamente metà del mio fegato quando vidi cosa mi si parava davanti.

Potevo passare sopra l’assenza dell’albero dei talenti in favore di un nuovo sistema più rapido e meno complesso per le build, ma di sicuro non potevo perdonare la scelta della casa d’aste per acquistare e vendere equipaggiamento (anche in cambio di soldi reali) e soprattutto l’assenza dell’amatissima classe dei necromanti, tra l’altro presenti nel gioco sottoforma di NPC a modo di presa in giro.

Con leggendari e set praticamente inutili oltre che quasi inesistenti, ci si ritrovava a giocare vestiti di giallini a un livello di difficoltà basato sul oneshot e con un drop rating che premiava la spudorata fortuna anzichè le ore trascorse nel farming nel completamento di sfide.

Diversi anni dopo la Blizzard dà un colpo di spugna cambiando radicalmente le meccaniche di gioco e facendolo non solo assomigliare di più a Diablo 2 ma addirittura a un videogioco vero e proprio. Insomma riesce a realizzare quell’impossibile di cui parla Tyrael alla fine del secondo gioco della serie. Devono però passare cinque anni dalla prima release per poter finalmente vedere la vecchia gloria del Necromante approdare finalmente a Tristram. Il primo trailer ha fatto sbavare per mesi i fanboy e maledire tutto coloro i quali avessero ricevuto l’invito per la closed beta.

Per chiunque fosse a digiuno del lore di Diablo, il necromante è una specie di “prete” devoto a Rathma, uno dei primi nefilim generato dall’unione di Inarius (fratello di Tyrael) e Lilith (figlia di Mefisto), e nato con la capacità di controllare il flusso dell’energia vitale degli esseri viventi. Questa conoscenza venne passata a Mendeln che la studiò e la perfezionò divenendo in grado di controllare le anime e così facendo avere il completo controllo di vita e morte: nasceva così la necromanzia.

L’equilibrio di cui si parla nel trailer è il dogma principale dei necromanti secondo il quale gli umani devono restare al di fuori degli affari di angeli e demoni, così come anche a questi ultimi è fatto divieto di influenzare le anime di Sanctuary (il mondo di Diablo).

Questo equilibrio viene infatti perso nel gioco e la missione dei necromanti è ora restaurare questo “bilanciamento” macellando a piacere demoni con lance di ossa, trasformandoli in soldati scheletrici al loro servizio o perfino rianimandoli per breve tempo per essere usati come delle marionette.

Da quanto si può vedere da filmati di beta testing in giro per la rete, sembra che la Blizzard non abbia tradito le aspettative dei fan.

Il look del necromante si mantiene identico sia nella sua versione maschile che femminile: capelli bianchi, fisico asciutto e armature che richiamano motivi contorti di ossa e teschi. Sono presenti le maledizioni, magie di ossa e veleno, i tanto amati golem e ovviamente l’esplosione dei cadaveri. Usa la essence come risorsa primaria per le magie e non dobbiamo aver paura se vediamo che alcune abilità consumano anche la salute del nostro personaggio: possiamo infatti consumare cadaveri o vampirizzare il sangue dei nemici attraverso l’etere per tenerci in vita.

La meccanica di gioco del necromante ruota massicciamente attorno ai cadaveri che la sola classe vedrà in maniera unica e separatamente rispetto gli altri giocatori, ma avrà anche un numero adeguato di set e abilita che gli consentono di creare queste carcasse uccidendo i nemici con l’ausilio di potenti incantesimi, oltre che ai bonus particolari dei nuovi set che ci forniranno aiuti extra durante le nostre avventure.

La Blizzard, a quanto pare, al tempo ha mollato l’idea di sviluppare una vera e propria espansione per impacchettare e vendere una singola classe e fare molte più vendite tramite microtransazioni, un concetto basilare di tutti questi giochi free-to-play che vi pelano grazie ad abbellimenti estetici.

Non si parla ancora di costi, ma con l’acquisto del pacchetto Ascesa del Negromante, avremo anche un nuovo minion, ali, stendardo, ritratto, due nuovi slot personaggio e un paio di nuove tab per la cassa.

Ciò che sappiamo d’altro è che per ora la Blizzy ha confermato la sua uscita in concomitanza con la patch 2.6 di Diablo 3, quindi season 11 e se considerdiamo il fatto che la decima stagione è agli sgoccioli, possiamo ben sperare di giocare già questa estate con la nostra bella armata di non-morti.

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Marco

Marco "Kakashina" Alastor ha il suo primo frontale col cabinet di "Roc'n Rope" ala tenera età di cinque anni e da allora ne investito altri trenta a distruggere gran parte del suo fegato grazie all'hardcore gaming e gli MMO. Laureato in lingue straniere, quando non sta usando lo sfigmomanometro, sfoga la sua rabbia e frustrazione divertendosi a criticare pesantemente traduzioni e doppiaggi in italiano di videogiochi, serie tv, anime e manga. Se lo chiamano il "Torquemada delle traduzioni", ci sarà pure un motivo... - CANALE YOUTUBE - CANALE TWITCH - GOOGLE PLUS

Lascia un commento