Final Fantasy XII Zodiac Age (PS4) – Per quale motivo dovrei acquistarlo?

Manca un mese a Final Fantasy XII The Zodiac Age e allora volevamo tirare le somme su cosa aspettarci e sui motivi per prenderlo o meno. 

Prefazione: siete fan della saga e vi è piaciuto il XII proseguite pure con le lettura. Non vi è piaciuta la versione originale uscita al tempo per PS2? Rimanete a leggere se volete dargli un’altra opportunità.

Nonostante abbia avuto ottimi voti anche in metacritic, i fan al tempo erano rimasti molto scontenti del cambio radicale del gameplay, principalmente dovuto al nuovo sistema di combattimento che non intervalla più spostamento sulla mappa e combattimento con una transizione di schermata. Tutto avviene in tempo reale sulla mappa e il concetto di ATB è mandato in pensione dal nuovo CTB (Conditioned Turn-Based Battle).

I tre personaggi potevano essere gestiti in automatzione a dei Gambit, ossia dei set di ordini da eseguire al verificarsi di determinate condizioni, e anche qui i fan a storcere il naso perchè in questo modo “si poteva mollare il pad e lasciar giocare la CPU” (esagerati!).

Arriva quindi la critica alla storia che sembra piatta e con scarsa caratterizzazione dei personaggi, cosa strana se detta da chi ha apprezzato Final Fantasy Tactics e Vagrant Story dato che uno degli sceneggiatori è proprio quel Yasumi Matsuno.

Da qui in poi via a critiche su critiche citando i precedenti giochi, il loro gameplay, il montaggio analogico e l’occhio della madre.

Ma credo che il motivo di tanto astio fosse derivato dalla transizione brusca che molti hanno avuto passando da FFX a FFXII senza aver degnato di uno sguardo FFXI e rendendosi così conto che il gameplay del dodicesimo episodio è una versione adattata al single proprio del primo Final Fantasy online.

Da qui in poi mai nessun Final Fantasy si sarebbe rivelato di gradimento per la gran parte dei fan, un po’ come è successo a Star Wars (saga cinematografica largamente citata nella serie di giochi Square Enix tra l’altro).

Ma bando a questo piccolo preambolo e andiamo a vedere ciò vuole davvero sapere il giocatore…

Zodiac Age è il remake della versione International Zodiac Job System e stavolta segue letteralmente il concetto di “internazionale”, uscendo dal Giappone e presentandosi al resto del mondo. Ovviamente, chi è appassionato di emulazione ha avuto modo di giocarlo in inglese grazie alla patch di traduzione sviluppata da un gruppetto indipendente, e pompando un po’ la grafica grazie a qualche plugin, ma questa nuova versione PS4 va ben oltre tutto ciò.

Qui di seguito elecherò le differenze tra la versione originale PS2 e la versione Zodiac Age/International:

GAMEPLAY

  • Difficoltà base del gioco ridotta (da intendersi come “leggermente più semplice” rispetto alla prima versione).
  • Zodiac Job System: la License Board che in fase finale di sviluppo rendeva i personaggi uguali l’un l’altro, è stata sostituita con una rosa di dodici job che prendono ispirazione dai segni dello zodiaco (Archer, Black Mage, Bushi, Foebreaker, Knight, Machinist, Monk, Red Battlemage, Shikari, Time Battlemage, Uhlan, White Mage). Una volta operata la scelta del job non sarà più possibile cambiarlo, ma ogni personaggio potrà usare contemporaneamente 2 job (sbloccando l’apposito “License Board Plus”) effettuando così combinazioni interessanti di danno o supporto.
  • Tre modalità aggiuntive:
    • Trial Mode: si sblocca dopo aver finito il gioco e si tratta di un dungeon costituito da 100 piani in cui è possibile affrontare nemici e boss molto più potenti rispetto al gioco normale.
    • New Game Plus: si sblocca dopo aver finito il gioco e permette di ricominciare il gioco coi personaggi già livello 90 e livellandoli normalmente (equipaggiamenti e consumabili della partita precedente sono persi)
    • New Game Minus: si sblocca dopo aver finito il Trial Mode e consente di affrontare nuovamente il gioco con personaggi permanentemente di livello 1 (non si acquisiscono punti esperienza, equipaggiamenti e consumabili della partita precedente sono persi).
  • Modalità accelerata (accessibile tramite pressione del tasto L1). Le conversazioni e le cut scene avverranno però a velocità normale, e la gestione del gameplay rispetto alla versione International Zodiac Job System, è stata notevolmente migliorata.
  • Le Quickening non consumano MP e non ne influenzano il limite massimo, ma avranno a disposizione una propria barra “mist” che avrà un funzionamento analogo a quella per le limit break presente in altri Final Fantasy.
  • Le cariche di Mist non influenzano più gli MP dei personaggi; gli oggetti che recuperano MP hanno anche effetto sulle cariche di Mist (1 carica per ogni volta che viene recuperato un numero di MP pari al valore massimo posseduto dal personaggio).
  • Varie modifiche alla UI e menu di gioco, per esempio, icone personaggi e job, font, colori finestre, bordi zone della mappe, party list meglio definita, ecc.
  • Le stat base, punti licenza di partenza, gil, gambit, equipaggiamenti e licenze base dei personaggi principali del gioco sono stati modificati.
  • I personaggi guest possono ottenere esperienza, dispongono di un miglior equipaggiamento e un numero maggiore di magie e abilità, e possono usufruire dei consumabili del party.
  • Diverse magie a tecniche sono state rinominate, hanno ricevuto delle variazioni in termini di danno e categoria.
  • Le seguenti magie possono essere ottenute solo dal contenuto di alcune treasure chest
    • White Magic: Renew, Clease, Dispel, Dispelga, Protectga, Shellga, Bravery, Faith, Regen, Holy.
    • Black Magic: Flare, Scathe, Blind, Blindga, Silence, Silencega, Sleep, Sleepga, Poison, Toxify.
    • Time Magic: Haste, Hastega, Countdown, Float, Vanish, Reflect, Reflectga, Balance, Warp.
    • Arcane Magic: Death, Ardor
    • Tecniche: Telekinesis, Numerology, Sight Unseeing, Charm, Achilles, Infuse, Gil Toss, 1000 Needles, Revive, Stamp, Shades of Black, Bonecrusher, Wither, Addle, Expose, Shear.
  • La durata di alcune alterazioni di status e relativi oggetti in grado di curarle, sono state modificate.
  • Il danno inferto con personaggi disarmati è stato ricalcolato e modificato.
  • Quasi tutti gli attacchi superano di base il limite classico di 9999.
  • Diversi gambit sono stati rinominati, ne sono stati aggiunti 16 in più e non è più possibile trovarli nelle treasure chest.
  • La potenza, parametri, gambit e abilità degli Esper sono state ricalcolate e corrette, la loro durata sul campo di combattimento è stata portata da 1m30s a 4m10s.
  • Gli Esper sono ora utilizzabili come dei normali membri del party ed è altresì possibile assegnar loro dei gambit.
  • La battle chain parte dal secondo scontro concluso anzichè dal primo, e la qualità degli oggetti rilasciati in relazione alla catena è stata ricalcolata e modificata.
  • Alcune Concurrences richiedono un minor numero di Quickening per essere proccate.
  • La maggior parte dei nemici ha subito delle modifiche in termini di parametri, magie e abilità in grado di utilizzare, oggetti rilasciati e rubati. Nella maggior parte dei casi, chi ha giocato la primissima versione di Final Fantasy XII, dovrà reinventarsi strategie e gambit da utilizzare per affrontare questi nemici.
  • Le armi ad asta come bastone e lance, possono ora colpire i nemici volanti.
  • Sono stati aggiunti nuovi oggetti e modificati quelli pre-esistenti.
  • La maggior parte dei negozi ha una nuova lista di oggetti ed equipaggiamenti.
  • Il respawn delle treasure chest ora avviene spostandosi di una sola area e offrono diversi oggetti ogni volta che vengono aperte.
  • Le ricompense per le hunt hanno subito delle piccole variazioni.
  • Le ricompense per un gran numero di side quest sono state modificate.
  • Il numero di treasure chest presenti nel gioco è salito da 753 a 1676.
  • Il numero delle trappole presenti nelle varie aree è stato aumentato.
  • Il sistema di cambio del clima è stato modificato.

GRAFICA E AUDIO

  • Modalità widescreen 16:9.
  • Frame rate sbloccato (tuttavia non garantisce un 60fps fisso).
  • Texture in alta risoluzione per background e personaggi, cut scene.
  • Modifiche alla espressività facciale dei personaggi.
  • Supporto 7.1ch surround.
  • Supporto voci in alta qualità.
  • Disponibile audio parlato inglese e giapponese.
  • Disponibile soundtrack originale e versione remastered.
  • Tempi di caricamento notevolmente ridotti.
  • Implementata la funzione di salvataggio automatico.

 

Che faccio, lo prendo oppure no?
Inutile mentire: gira una patch di traduzione in inglese non ufficiale della versione International di FFXII che è possibile giocare tramite l’utilizzo di un emulatore, e se siete pratici della cosa potete anche giocherellare coi plugin per pompare la qualità grafica senza dover necessariamente ricorrere a una PS4. Non serve neanche un PC particolarmente potente coi processori e schede video che girano, ma per quanto possiate settar bene un emulatore non vi avvicinerete granchè alla stessa resa su schermo dell’ultima console Sony.
Possiamo quindi capire che stiamo parlando di un gioco rinnovato pesantemente dal punto di vista del gameplay, con delle modalità aggiuntive sbloccabili a fine gioco che aumentano sensibilmente la longevità e il livello di sfida grazie al dungeon da 100 livelli.

Il sistema di Job che prevede anche la selezione di un secondario non rende i personaggi uguali l’un l’altro e permette inoltre un minimo di flessibilità situazionale.

Le tecniche più potenti non si acquisiscono più in cambio di vil danaro ma dovrete imbarcarvi nell’esplorazione delle mappe che tra l’altro presentano nuovi livelli di sfida grazie al comportamento modificato dei nemici. Il sistema di combattimento, come è già stato detto, è una versione modificata per il gioco in single player di FFXI e dato che possediamo solo due mani, l’automazione degli altri personaggi tramite gambit è stata una scelta doverosa oltre che geniale.

Secondo il mio modesto parere fan o no, vale davvero la pena spendere un cinquantino per portare a casa un gioco in grado di garantire decine e decine di ore di divertimento grazie alla storia, le sidequest e il dungeon bonus, soprattutto se vi piacciono le sfide e affrontare megaboss.

In questo senso FFXII si dimostra all’altezza dei suoi predecessori, ma non si professa un amante del multipiattaforma dato che per il momento il suo rilascio avverrà unicamente per Playstation 4. Scelta piuttosto sui generis dato che ultimamente la Square Enix si è dimostrata molto propensa alla conversione per PC, ma mai dire mai: la sorpresa di vederlo nella sezione dei giochi in prossima uscita su Steam potrebbe essere dietro l’angolo.

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Marco

Marco "Kakashina" Alastor ha il suo primo frontale col cabinet di "Roc'n Rope" ala tenera età di cinque anni e da allora ne investito altri trenta a distruggere gran parte del suo fegato grazie all'hardcore gaming e gli MMO. Laureato in lingue straniere, quando non sta usando lo sfigmomanometro, sfoga la sua rabbia e frustrazione divertendosi a criticare pesantemente traduzioni e doppiaggi in italiano di videogiochi, serie tv, anime e manga. Se lo chiamano il "Torquemada delle traduzioni", ci sarà pure un motivo... - CANALE YOUTUBE - CANALE TWITCH - GOOGLE PLUS

Lascia un commento