Conan Exiles – Recensione Accesso Anticipato – PC, Xbox One, PS4

Conan Exiles – Recensione Accesso Anticipato – PC, Xbox One, PS4

Conan Exiles è un Survival Game Open World della casa di produzione norvegese Funcom.

La nostra avventura nel mondo di Conan Exiles, comincia su una croce di legno in mezzo al deserto. Qui, abbandonati a noi stessi, possiamo creare il nostro personaggio personalizzandolo nell’aspetto, anche se la varietà di scelta al momento, a mio parere personale, non è sufficiente.

Oltre all’aspetto fisico (occhi, orecchie, naso, bocca, capelli ecc.) ci viene chiesto di scegliere il “culto di appartenenza” che servirà per effettuare i sacrifici al proprio Dio Patrono, dal quale si trarranno benefici durante il gioco.

IL GIOCO

Conan Exiles offre un’esperienza di gioco particolarmente collaborativa, infatti dal punto di vista del gameplay abbiamo la possibilità di creare una Tribù composta da più elementi.

Per far questo però non sono richiesti necessariamente tanti elementi: si può essere anche in due, cosi come abbiamo fatto io e la mia partner di gioco, Federica88Gamer, in quello che per entrambe è un modo come un altro di buttarsi all’avventura più sfrenata senza se e senza ma, al solo scopo di passare qualche ora come se fossimo le Lare Croft della situazione, ma qui siamo nel mondo di Conan e quindi abbiamo impersonato due barbare pronte a conquistare queste terre selvagge e non tanto desolate, come potrebbe sembrare nei primi istanti di gioco.

Per quanto riguarda il crafting non ci ritroveremo mai a fare a pugni con un albero per ricavarne dei tronchi, come ad esempio si è costretti invece a fare in altri famosi survival come Ark. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno si trova per terra e, nelle prime fasi di gioco, persino in abbondanza.

Alla base di tutto il crafting ci sono rocce, fibre, rami e legna: con questi quattro elementi si possono creare moltissimi oggetti, a cominciare dai vestiti, nelle primissime fasi di gioco, fino ad un altare sacrificale andando avanti.

Tuttavia alcuni oggetti richiedono dei derivati: un oggetto fondamentale ad esempio è la corda, ricavabile dalle fibre, che può essere usato per creare armi e attrezzi a sua volta.

Altro oggetto fondamentale è un letto di emergenza monouso, che funge da punto di respawn, per quando si è in giro in cerca di risorse oppure in una semplice esplorazione, per evitare di morire e ricomparire a casa, magari dopo aver attraversato più di metà mappa!

LE ABILITA’

Passiamo all’albero delle abilità, immediato e di facile comprensione.

Il nostro personaggio ha diverse abilità: stamina, forza, peso, agilità, vita, sopravvivenza, che sarà possibile aumentare semplicemente raccogliendo risorse, uccidendo animali, correndo, nuotando e cosi via.

All’albero delle abilità si aggiunge quello degli oggetti sbloccabili che ci consentono di accedere ad armature più resistenti, mobilio per la casa, armi più efficaci, fornaci, tavoli da lavoro ecc.ecc.

Ho giocato questo Accesso Anticipato per 64 ore e sono arrivata al livello 39 mentre Feffe è al livello massimo (per ora?) cioè 50.

Un consiglio spassionato: curate con particolare attenzione solo alcune delle abilità da aumentare, perchè una volta arrivati al livello 50 non sarà più possibile aumentarle.

Stesso discorso per gli oggetti sbloccabili: decidete con i vostri compagni di ventura chi avrà il compito di costruire le singole cose che ritenete più importanti al proseguimento del gioco (ecco perchè giocare in compagnia diventa, almeno per il momento, essenziale) perchè non serve sbloccare tutto da soli.

GRAFICA E BUG

Di sicuro impatto visivo è lo scenario, con una colonna sonora che fomenta parecchio, mentre i bug non mancano come di consueto in titoli multigiocatore così vasti e “pesanti”, quindi di conseguenza occhio alle specifiche tecniche della vostra scheda video.

CONSIDERAZIONI PERSONALI

Conan Exiles si differenzia da titoli simili, grazie alla “lore” presente nel gioco, attraverso diari e documenti che possono essere ritrovati andando in giro e parlando con diversi personaggi: questa è l’unica novità appetibile che rende Conan Exiles più interessante dei rivali.

Al di la di questo, altro non c’è! Posso dirlo?

Non abbiamo ancora avuto il piacere di evocare Set, la nostra divinità, cosi da potervi raccontare del serpente gigante: un peccato ma ci arriveremo!

E’ un Survival non molto differente da Ark (che ho giocato) oppure Rust (che invece non ho giocato, ma Feffe si), quindi scrivo per cognizione di causa; l’unica differenza tra questi tre titoli che hanno fatto impazzire milioni di giocatori è l’ambiente di gioco in cui si svolgono. Di sicuro in Conan Exiles è suggestivo ritrovarsi sulle sponde del fiume Styx, ma alla fine i bug e la lag sono uguali per tutti!

Considerando che parliamo di un Accesso Anticipato si spera che il gioco cresca e si sviluppi col tempo nel migliore dei modi.

Lo consiglio a chi si sente un barbaro pronto a conquistare creature e civiltà in un PVP, oppure a chi si sente sempre un barbaro, ma che desidera solo crescere e prosperare nel tranquillo PVE.

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Conan Exiles
Voto
41star1star1star1stargray

Conan Exiles – Recensione Accesso Anticipato – PC, Xbox One, PS4

Conan Exiles – Recensione Accesso Anticipato – PC, Xbox One, PS4
78%

Editor Rating

 

CONAN EXILES

IN SINTESI

Conan Exiles si presenta in accesso anticipato e quindi ben lungi dall'essere identico alla sua veste finale, ma ad oggi quello che delude è la mancanza di originalità che forse, nemmeno con la correzione di tutti i bug e glitch presenti nel gioco potrà davvero risolversi del tutto. Insomma un survival open world come di questi tempi ne abbiamo visti forse anche troppi, ma dal sicuro appeal in quanto a location e comparto tecnico.

PRO&CONTRO

PRO

  • Meccaniche di gioco solide
  • Ottima implementazione del multiplayer
  • Comparto tecnico buono

CONTRO

  • Ancora ricco di Bug (normali comunque per questa tipologia di giochi)
  • Innovazione dove sei?
  • Sistema di combattimento non entusiasmante

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: LaraPadawan

Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!” CANALE YOUTUBE CANALE TWITCH PAGINA FACEBOOK PROFILO TWITTER

Lascia un commento