Overwatch 2 – Dietro le quinte della progettazione di sua maestà, la regina dei Junker!

La Regina dei Junker si unisce agli eroi di Overwatch 2 come nuovo tank con una grande ascia e idee ancora più grandi. Come abbiamo potuto vedere nel filmato Nelle Terre Desolate, la sovrana della Discarica è feroce, capace e abile a sopravvivere.

Ora è qui per rivendicare il suo legittimo trono. Lo stile di gioco della Regina dei Junker è stato basato sulle sue informazioni preesistenti in Overwatch. La mappa Junkertown mette in mostra la sua personalità dura, quasi brutale, e volevamo che le sue abilità e il suo stile di gioco rispettassero quest’energia. Questo tipo di progettazione, costruire l’armamentario di un personaggio in base alla sua identità, è definito progettazione discendente.

La Regina dei Junker era presente nella narrativa di Overwatch da ben prima che avessimo progettato il suo stile di gioco, per cui la community aveva delle enormi aspettative nei suoi regali confronti. Ora che si è messa in luce oltrepassando il velo della sola trama, esploriamo il suo kit e vediamo come puoi aspettarti che sia la sua dinamica di gioco.

Scarica di Adrenalina e Frantumatore

Scarica di Adrenalina è il fulcro dell’identità da tank della Regina dei Junker. L’abilità passiva le fornisce cure in base a tutti i danni periodici inflitti dalle ferite. Molte sue abilità applicano ferite che prosciugano lentamente la salute dei nemici. Quest’abilità di sottrazione vitale la rende più aggressiva e robusta. Rivoluzionando il concetto di scontro, la Regina dei Junker sembra più un tank berserker la cui sopravvivenza è intrinsecamente legata a quanti nemici ha ferito.

Tutte le abilità della Regina dei Junker la incoraggiano ad andare faccia a faccia coi nemici, per cui l’abbiamo equipaggiata con un fuoco primario che rispetta il suo stile di gioco. Frantumatore è un fucile a pompa con una piccola dispersione che lo rende ancora più spaventoso a corto raggio.

Scarica di Adrenalina e Frantumatore le permettono di affrontare i nemici dandole la capacità di sopravvivenza necessaria a fare spazio per la sua squadra e farle occupare il ruolo da tank.

Mattanza

Il personaggio della Regina dei Junker è sempre stato descritto con un’ascia, per cui proprio questo è stato il punto di partenza della progettazione. Mattanza consiste in un’enorme ascia fendente che ferisce tutti i nemici di fronte a lei, infliggendo danni periodici e attivando Scarica di Adrenalina. La Regina dei Junker chiama la sua ascia “Mattanza”, ispirando ancora di più l’importanza dell’abilità nel suo armamentario. Abbiamo pensato che l’ascia potesse essere la sua arma principale, ma sappiamo che creare un eroe in mischia in Overwatch prevede tutta una serie di sfide non indifferenti. Per esempio, la Spada del Drago di Genji doveva essere la sua arma principale, ma non si adattava bene al gioco: alla fine, è diventata la potente Ultra conosciuta dai giocatori. Non volevamo che la Regina dei Junker prendesse una strada simile, per cui le abbiamo incorporato l’ascia in quest’abilità.

L’iterazione originale di Mattanza prevedeva che lanciasse l’ascia dopo il fendente iniziale prima di richiamarla a sé con il guanto magnetico; tuttavia, dopo averla implementata, l’idea di lanciare l’ascia è risultata scomoda, quasi sbagliata. Ha portato a uno stile di gioco rigido che non le avrebbe permesso di sfruttare le altre abilità basate sull’ascia finché non l’avesse recuperata, per cui il lancio è stato sostituito da un taglio che lascia delle ferite. Il concetto di lanciare e richiamare l’arma ha poi portato alla sua prossima abilità: Lama Dentata.

Lama Dentata

Lama Dentata è il fuoco secondario della Regina dei Junker e prevede abilità sia attive che passive. L’abilità attiva si scatena alla pressione del fuoco secondario, facendole lanciare il coltello nella mano secondaria. Il coltello, che lei chiama “Gracie”, lascia una ferita che infligge danni periodici se colpisce in modo diretto un nemico. Il suo guanto magnetico può richiamare il coltello riattivando il fuoco secondario. Richiamare Gracie attirerà qualunque nemico sia stato colpito direttamente, per cui attenzione a dove ti trovi: se Gracie ti ha colpito, finirai direttamente dalla Regina.

Lama Dentata non è la prima volta in cui il team ha sperimentato col lancio di un’arma. Anche la prima prototipazione di Reinhardt era in grado di lanciare il martello verso la squadra nemica, un’abilità bellissima nella teoria, ma scomoda nella pratica, che gli richiedeva di andare a recuperarlo per poter difendere la squadra ogni volta che lo lanciava. Nonostante non sia arrivato a essere parte del kit effettivo di Reinhardt, il prototipo ha ispirato fortemente Lama Dentata. Lanciare un’arma è stato molto più sensato per la Regina dei Junker, che possiede un guanto magnetico speciale che può sfruttare per attirare le cose. Non volevamo che il guanto la facesse sembrare troppo “magica” o simile a Sigma, che può sollevare la gente e lanciarla in giro. La Regina dei Junker usa i suoi poteri magnetici per controllare l’ascia e il coltello e perseguire i suoi scopi brutali.

Per renderla ancora più intimidatoria da vicino, l’abilità passiva di Lama Dentata ferisce i nemici se si usa l’attacco in mischia quando ha il coltello in mano. Queste abilità che infliggono ferite sono tutte subordinate alla sua abilità passiva di sottrazione vitale, Scarica di Adrenalina.

Una nuova Regina, nata per governare

La Regina dei Junker è nata per i campi di battaglia 5v5 di Overwatch 2. Possiede una capacità di guadagnare spazi senza pari ed è terrificante da affrontare da vicino. È combattiva, sulla scia di un tank berserker, e ne siamo coscienti nel nuovo paradigma del tank. I tank giocano più aggressivamente in Overwatch 2 e la Regina dei Junker non fa certo eccezione: piuttosto, lei stessa si considera la regola.

Non vediamo l’ora di vedere infuriare i giocatori col nostro nuovo tank nella beta in arrivo!

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”