Kena: Bridge Of Spirits -13 consigli e trucchi essenziali

Kena: Bridge of Spirits può essere un gioco impegnativo, soprattutto quando si tratta del combattimento: metterà alla prova i vostri riflessi e la capacità di controllare e affrontare le sfide che si presenteranno, quindi vi lasciamo alcuni consigli che potrebbero tornarvi utili nel corso dell’avventura!

Il titolo di debutto dello sviluppatore Ember LabKena: Bridge of Spirits, è uscito oggi. L’esclusiva console PlayStation è disponibile per PS5, PS4 e PC tramite Epic Games Store. Se vi state lanciando nella splendida avventura in compagnia di Kena, potresti aver notato che il gioco è più impegnativo di quanto lo stile artistico e affascinante, originariamente lasciasse intendere: abbiamo 13 suggerimenti per aiutarvi a essere una guida spirituale migliore.

In Bridge of Spirits, interpretiamo Kena, uno spirito guida che a un certo punto del viaggio personale che sta affrontando, si imbatte in un villaggio deserto. Il villaggio e i suoi dintorni sono pieni degli spiriti delle persone che un tempo vivevano lì, molte delle quali non possono andare avanti a causa dei loro traumi individuali. L’obiettivo di Kena si trova oltre il villaggio, ma potrà raggiungerlo solo se aiuta gli spiriti che incontra.

Lo scudo dovrebbe essere l’ultima risorsa

Kena possiede uno scudo omnidirezionale che può tenere per un tempo piuttosto lungo, che, in caso di necessità, è una potente misura difensiva. Ma non è una cosa su cui dovrete fare affidamento. Lo scudo di Kena dovrebbe essere considerato l’ultima risorsa, qualcosa da usare quando tutto il resto fallisce e sai che stai per essere colpito.

Questo perché lo scudo rallenta Kena. All’inizio, questo non è un grosso problema, ma dopo le ore di apertura del gioco, inizierete ad affrontare gruppi di nemici, miniboss e boss, sono tutti veloci. Rimanere in posizione e sollevare uno scudo può proteggervi dai primi attacchi, ma anche una volta potenziato, lo scudo non può resistere a più colpi di gruppi di nemici o combo scagliati da potenti miniboss e boss, alcuni dei quali possono sfondare lo scudo di Kena con un solo colpo.

Prendete l’abitudine di parare, schivare e saltare per contrastare ed evitare gli attacchi nemici. La parata è un’abilità cruciale, è un’abilità che dovrete migliorare solo esercitandovi. La maggior parte degli attacchi più potenti in Kena:Bridge of Spirits hanno una piccola finestra di opportunità, quindi avere una solida padronanza della schivata è utile per evitarli. Anche il salto può aiutare, in quanto i nemici più piccoli e i nemici più grandi che attaccano con oscillazioni orizzontali non possono raggiungere Kena quando fa un doppio salto. Mentre giocate, inizierete naturalmente a riconoscere gli schemi e imparerete quando sarà il momento di parare, schivare o saltare per proteggervi e poiché tutte e tre queste azioni possono portare ad attacchi, molto meglio che stare fermi e bloccare, aspettando che i nemici smettano di prendervi a pugni per attaccare.

Quando tutto il resto fallisce, stordiscili e interrompi gli attacchi 

Oltre alla semplice difesa, Kena può anche fermare in modo aggressivo determinati attacchi. Mentre giocate, noterete che tutti i nemici, inclusi i mini boss e i boss, di solito hanno un paio di attacchi con lunghi tempi di caricamento. Parare o schivare questi attacchi è una questione di tempismo, ma c’è un modo più semplice per evitarli: frecce e bombe.

L’arsenale a lungo raggio di Kena può eliminare i nemici dalle loro animazioni (nella maggior parte dei casi, non tutti!), Il che impedirà loro di usare qualunque attacco stessero preparando. Una volta sbloccati nuovi poteri, usare una freccia è il modo più semplice per farlo, data la velocità con cui Kena può lanciarne una. Tuttavia, anche le bombe (che sbloccherete più avanti nel gioco) sono ottime da usare, ma la chiave è colpire il nemico alla testa, di conseguenza l’arco risulta l’arma migliore.

Purtroppo in certe occasioni non sarà possibile impedire al nemico di sferrare il suo potente attacco. Infatti quando vedrete che boss e mini boss caricheranno i loro attacchi se c’è una nebbiolina rossa vuol dire che gli attacchi non potranno essere bloccati ne interrotti, l’unica cosa che potrete fare è è schivare questo tipo di attacchi.

Sii aggressivo

Forse questo consiglio è emerso nella descrizione degli ultimi due suggerimenti, ma vale la pena dirlo: sii aggressivo. Il gioco può sembrare un’affascinante esperienza ispirata ai giochi 3D di The Legend of Zelda, e lo è, per molti aspetti, ma, come menzionato in un’intervista con Game Informer, molti degli sviluppatori di Ember Labs sono grandi fan di i giochi Soulsborne e Sekiro: Shadows Die Twice. E questo è davvero evidente nel combattimento del gioco.

In Bridge of Spirits, il combattimento non è facile, l’unico modo per alleviare davvero la sua sfida è attraverso le potenti abilità basate su Rot di Kena. Sono eccellenti per infliggere enormi quantità di danni e controllare il flusso della battaglia per darvi un po’ di respiro. L’unico modo per usare queste abilità è spendere Coraggio, che può essere accumulato più facilmente in combattimento infliggendo danni ai nemici. Ci sono altri modi per ottenere Coraggio: nelle due difficoltà più facili, si accumula ogni volta che subiamo danno, ma indipendentemente dalla difficoltà, continuando ad attaccare si guadagnerà più Coraggio perché oltre al danno, il Coraggio è anche l’unico modo per guarire anche durante un combattimento.

Quindi non tiraratevi indietro da un combattimento a meno che non sia assolutamente necessario, rimanere nel bel mezzo del combattimento e indebolire i nemici è cruciale sia per infliggere il maggior danno che per rimanere in vita. Colpire la maggior parte dei nemici gli fa perdere l’equilibrio, quindi spesso eviterete la maggior parte dei danni facendo barcollare i nemici.

Ottieni prestazioni ideali

Su PlayStation 5, potete decidere di giocare a Kena:Bridge of Spirits in modalità Performance o in modalità Fidelity. Il primo punta a 60 fps con una risoluzione 4k potenziata, mentre il secondo blocca il frame rate a 30 fps con una risoluzione 4k nativa.

Sebbene la modalità Fidelity renda il gioco molto più carino, la modalità Performance è migliore dal punto di vista del combattimento. Certo, il gioco non sarà 4k nativo, ma otterrete più fotogrammi al secondo e questo aiuta ad ottenere quella parata o schivata nella finestra di tempo ideale. Non è impossibile in modalità Fidelity, ma è un po’ più difficile.

Non guarire finché non devi

Kena ha uno stato “solo un altro colpo e hai finito”. Potrete capire quando siete a un solo colpo dalla morte guardando la barra della salute: sarà rossa e lampeggiante. Kena entrerà sempre in questo stato prima della morte. Quindi, anche se ha solo una piccola scheggia di salute rimasta, se non è rossa e lampeggiante, avrete almeno un altro colpo prima di morire.

Per massimizzare gli effetti della guarigione, è meglio aspettare fino a quando non sarete entrati in questo stato prima di farvi aiutare dal Rot per ottenere più salute: di solito potrete guarire solo poche volte ad ogni combattimento, quindi curatevi quando serve davvero.

Ascolta i tuoi sensi

Su PlayStation 5, il controller DualSense vibrerà con una morbida frequenza simile a un battito cardiaco quando sarete vicini a un Rot nascosto. La frequenza aumenterà man mano che vi avvicinerete a un Rot, quindi mentre esplorate, fate attenzione alle vibrazioni del vostro pad. Sebbene non sia necessario trovare tutti i Rot, dovrete scoprirne almeno 65 per sbloccare tutte le abilità di Kena.

Attacco a impulsi

Sebbene l’impulso spirituale di Kena sia principalmente uno strumento per risolvere enigmi, illuminare spazi bui e sbloccare oggetti da collezione, ha anche un potenziale offensivo. Imparerete presto l’aspetto più utile che ha in combattimento: usandolo invierete il vostro Rot a raccogliere pezzi di energia d’oro sul terreno che riempie il vostro indicatore di Coraggio. Ed è importante ricordarlo!

Ma l’impulso può essere usato per molte cose in combattimento. In particolare, fa esplodere le bombe, il che aiuta se non volete aspettare che le bombe esplodano da sole o volete salvare le vostre frecce (anche sparare a una bomba con una freccia la farà esplodere). Uno dei modi migliori per affrontare un gruppo di nemici che si avvicina è lanciare una bomba e farla esplodere danneggiando i nemici in gruppo. Assicuratevi solo di essere lontani, per non subire danni anche voi.

Lo scenario del combattimento

Nella maggior parte degli scenari di combattimento, dovete uccidere tutti i nemici per rivelare la fonte della corruzione e ripulire l’area: il combattimento sarà finito quando i nemici smettono di generarsi. Tuttavia, in alcune situazioni ci sono più punti di corruzione che dovrete ripulire.

In questi casi, uno o due punti di solito possono essere ripuliti fin dall’inizio e continueranno a generare nemici indefinitamente finché non li fermerete. Cercate di arrivare prima a questi punti e chiudeteli il più rapidamente possibile: di solito generano nemici più piccoli che hanno lo scopo di infastidirvi e distrarvi dalla minaccia principale più grande. Quindi liberarsene presto renderà lo scontro molto più facile.

Il nemico del tuo nemico è (tipo) un amico

Come Kena che può ferirsi con le sue bombe se si trova troppo vicino al raggio d’esplosione anche i nemici possono danneggiarsi tra loro. Questo potrebbe essere un gran vantaggio durante uno scontro, in particolare i mini boss e i boss, possono danneggiare e persino uccidere i loro amici più piccoli. Quindi, se avete problemi a gestire un gruppo di nemici, provate a spostare l’attacco di un nemico più grande per colpire i nemici più piccoli intorno a loro. Una volta che il gruppo è stato assottigliata, potrete tornare indietro ed eliminare i nemici a quel punto indeboliti prima di concentrarvi sulla minaccia più grande.

Mirate i punti deboli

I punti deboli dei nemici, miniboss e boss sono sempre contrassegnati in giallo: colpiteli con l’arco, con un colpo preciso. Di solito, quel giallo è un pezzo di ambra cristallizzato e sparargli farà cadere quel cristallo dal nemico, che si trasforma nell’energia d’oro che voi o il tuo Rot potete raccogliere per riempire l’indicatore del coraggio e usare le vostre abilità basate sui Rot.

Ci sono alcuni casi in cui questi punti deboli non possono essere colpiti immediatamente: più avanti nel gioco, inizierete a imbattervi in nemici racchiusi in una spessa armatura o roccia e l’unico modo per rivelare i loro punti deboli è bombardarli. Uno dei boss racchiude anche i suoi punti deboli in un’armatura, quindi se un nemico difficile da eliminare non sembra avere un punto debole, provate a bombardarlo. Questo di solito rivelerà ciò che devete colpire.

Il vero martello della putrefazione

All’inizio, sbloccherete la possibilità di far interagire il Rot con fiori specifici nell’ambiente, chiamati Forest Tears, trasformando il Rot in una massa che può innaffiare i raccolti, eliminare la corruzione e aiutare a risolvere alcuni enigmi. Ma può essere usato anche come arma!

Potrete usare quell’abilità in combattimento o usarla al di fuori del combattimento e portarla in combattimento, provateci. Sia l’azione di rotazione che quella di sbattere che il Rot può fare infliggono molti danni. Fate attenzione però, poiché qualsiasi colpo, sia a Kena che a Rot, farà immediatamente disperdere il Rot. Quindi infliggete più colpi che puoi prima che il nemico possa toccarvi.

Non abbiate fretta

Sbloccherete un sacco di valuta di gioco in Bridge of Spirits. Quindi non abbiate fretta di acquistare cappelli e maschere per il vostro Rot. Non avrete problemi in questo senso  durante il gioco anche se non passerete molto tempo alla ricerca di segreti e oggetti da collezione, quindi spenderete a vostro piacimento.

Guadagnerete anche un sacco di punti Karma, uccidendo i nemici e facendo cose come dare da mangiare frutta al Rot o riparare statue nell’ambiente, per sbloccare nuove abilità per Kena a un ritmo abbastanza costante. Non guadagnerete abbastanza da poter comprare quello che volete: a meno che non cerchiate fuori dai sentieri battuti  completando missioni opzionali, cosi da finire il gioco con tutte le abilità di Kena sbloccate. Quindi la scelta spetta a voi.

Attenzione all’ambiente

Sebbene la maggior parte degli enigmi di Bridge of Spirits sia piuttosto semplice, alcuni, obbligatori e facoltativi, non lo sono, e sono quelli che potrebbero risultare meno semplici da risolvere.

Ma abbiamo subito notato che quasi ogni enigma incorpora una sorta di suggerimento su come risolverlo. Nella maggior parte dei casi, è facile come notare che c’è un bersaglio in lontananza, suggerendo che si ha bisogno dell’arco per sbloccare la strada da percorrere. Ma in alcuni casi, i suggerimenti sono ambientali, costringendovi a guardare il mondo intorno a Kena per capire cosa devi fare dopo.

Quindi, se non sapete cosa fare, guardatevi intorno: se ci sono cristalli che sembrano condurre verso qualcosa, un altare in cui gli oggetti sono stati visualizzati in uno specifico ordine numerico o qualsiasi cosa blu brillante, non dovete mai allontanarvi da un enigma e andare da qualche altra parte per trovare la soluzione. Se vi siete bloccati, la risposta è da qualche parte davanti a voi.

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”