Amazon in trattativa per acquistare MGM

Amazon sta trattando da settimane un accordo per acquisire MGM per circa 9 miliardi di dollari.

Se l’accordo si dovesse chiudere, il gigante dell’e-commerce avrebbe accesso all’enorme libreria dello studio. Il tutto ovviamente arricchirebbe il servizio di streaming Prime Video. Ma andiamo con ordine.

Amazon MGM
Amazon – MGM

Si è a lungo vociferato che il gigante Amazon fosse uno dei principali pretendenti per lo studio MGM, o almeno questo è ciò che è emerso dalla bancarotta nel 2010. Anche la Apple era stata vista come un potenziale acquirente, e fonti rivelano che anche la NBCUniversal era nel mix.

Il principale azionista di MGM è Anchorage Capital, gestito dall’ex dirigente di Goldman Sachs Kevin Ulrich, che guida il consiglio di amministrazione dello studio e si dice che stia guidando l’affare. Nel dicembre 2020, è stato riferito che MGM aveva arruolato Morgan Stanley e LionTree LLC per consigliare una vendita.

Le chiacchiere che Amazon ha annusato l’opportunità MGM sono circolate per qualche tempo. Ma le ultime fonti hanno indicato che l’interesse di Amazon per l’acquisizione dello studio hanno assunto un nuovo tenore al di là delle solite voci di corridoio. Si dice che l’affare sia stato orchestrato da Mike Hopkins, senior VP di Amazon Studios e Prime Video, direttamente con il presidente del consiglio di MGM Kevin Ulrich, la cui Anchorage Capital è un importante azionista di MGM.

I rappresentanti di Amazon e MGM hanno rifiutato di commentare tutte le indiscrezioni, ma come sappiamo tutti MGM aveva già effettivamente inchiodato un cartello “per la vendita” già da tempo.

Amazon MGM
Locandina I magnifici 7

Qualche informazione in più sull’affare Amazon/MGM

Secondo un rapporto del Wall Street Journal del 24 maggio che cita fonti senza nome. Il giornale dice che la cifra dell’accordo potrebbe essere “quasi 9 miliardi di dollari“, e le trattative sono abbastanza avanzate che un accordo potrebbe essere svelato “già questa settimana”.

La notizia dei colloqui di Amazon con MGM ha iniziato a circolare questo fine settimana. The Information ha riferito lunedì che Amazon era in trattative su un potenziale accordo per MGM, che potrebbe oscillare tra i 7 e i 10 miliardi di dollari. Fonti dell’industria hanno detto che i rappresentanti della MGM hanno sussurrato per mesi ai potenziali acquirenti di un prezzo di 9 miliardi di dollari, mentre altri vedono un valore di circa 5 miliardi di dollari.

Amazon ha attualmente più di 200 milioni di membri Prime in tutto il mondo, e Jeff Bezos ha recentemente detto agli investitori che 175 milioni di questi hanno visto in streaming i contenuti Prime Video nell’ultimo anno. L’azienda vuole chiaramente trasformare Prime Video in un’abitudine ancora più grande per i clienti di tutto il mondo e un modo rapido per farlo sarebbe quello di mescolare la vasta libreria di titoli della MGM nel mix.

Amazon MGM
Rocky – James Bond

Contenuti firmati MGM che potremmo trovare su Amazon prime video

La MGM sostiene di possedere una delle “librerie più profonde” al mondo di film e contenuti televisivi di qualità. I suoi 4.000 titoli cinematografici includono i franchise di James Bond, Hobbit, Rocky/Creed, RoboCop e Pantera Rosa, oltre a film come “Il silenzio degli innocenti”, “I magnifici sette” e “Quattro matrimoni e un funerale”. La libreria televisiva MGM comprende inoltre circa 17.000 episodi di programmazione, tra cui “Stargate SG-1”, “Stargate Atlantis”, “Stargate Universe”, “Vikings”, “Fargo”, “The Handmaid’s Tale”, “Get Shorty”, “Condor”, “Fame”, “American Gladiators”, “Teen Wolf” e “In the Heat of the Night”. Gli spettacoli non scritti nel suo portafoglio includono “The Voice”, “Survivor”, “Shark Tank”, “The Real Housewives of Beverly Hills” e “The Hills”, giusto per citarne alcuni.

La crescita di Amazon nel mondo dello streaming

Per Amazon, i media sono un pezzo relativamente piccolo del suo impero gargantuesco, ma rappresentano un segmento di business in rapida crescita. Nel 2020, la società ha speso 11 miliardi di dollari in spettacoli televisivi, film e musica per i servizi Prime – in aumento del 40% rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda Amazon, questa sarebbe la più grande mossa fino ad oggi per la continua spinta del gigante tecnologico nell’intrattenimento, che già include uno studio televisivo e cinematografico. Alla cerimonia degli Oscar 2021, Amazon ha ottenuto 12 nomination. Nel suo rapporto sui guadagni del primo trimestre 2021, il magnate di Amazon Jeff Bezos ha detto che “oltre 175 milioni di membri Prime” hanno trasmesso in streaming i suoi programmi l’anno scorso, con un aumento di oltre il 70 per cento rispetto all’anno precedente.

Scopri tutte le news sul cinema QUI
Marco Salati
Scrive come tesi di laurea “ Il cinema nella mente” perché per lui la relazione tra cinema e psicologia è tutto. Ama vivere nel sogno, o semplicemente far vivere i suoi di sogni, purché questi vengano vissuti in maniera personale. Non dimentica mai che “In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno” e in quel viaggio cosi folle “ Perdersi è meraviglioso”.