Rainbow Six: Siege e i motivi del suo successo

109 views
0

Rainbow Six: Siege – news di Davide “Dark” Montenegro

Rainbow Six: Siege, annunciato all’E3 del 9 Giugno 2014, è l’ennesimo videogioco appartenente alla storica serie realizzata tramite la cooperazione tra Ubisoft e Tom Clancy, scrittore, sceneggiatore e autore di videogiochi statunitense, famoso soprattutto per i suoi romanzi di spionaggio.

Pubblicato a livello mondiale il 1º dicembre 2015 sulle piattaforme Ps4, Xbox One e PC, ha visto la sua pubblicazione in Giappone solo 9 giorni dopo, il 10 Dicembre 2015.

Rainbow Six: Siege è un videogioco sparatutto tattico in prima persona, privo di una campagna in giocatore singolo, si incentra invece unicamente sulla componente multiplayer online.

Tra le modalità selezionabili sono presenti le Simulazioni e la Caccia ai Terroristi, da poter giocare in single player, oppure la modalità multigiocatore.

Ma entriamo nel dettaglio:

Nelle “Simulazioni” abbiamo la possibilità di prendere confidenza con le meccaniche principali del gioco attraverso piccoli tutorial con delle sfide che ci permetteranno anche di guadagnare i cosiddetti “Punti Fama”, che ci serviranno per acquistare innumerevoli contenuti all’interno del gioco.

La modalità “Caccia ai Terroristi” invece, è suddivisa a sua volta in diverse modalità, tre in attacco ed una in difesa, tutte giocabili in un team formato da massimo 5 persone, oppure da soli attraverso la modalità “Lupo Solitario“.
Le modalità d’attacco sono “Caccia ai terroristi classica“, durante la quale dovremo eliminare tutti i terroristi all’interno della zona d’azione, “Disinnesco“, all’interno della quale ci toccherà piazzare un disinnescatore in prossimità di due contenitori di biorischio prima della loro esplosione, ed infine, “Estrazione Ostaggio“, durante la quale il nostro obiettivo sarà quello di prelevare un soggetto tenuto in ostaggio dai terroristi.
La modalità di difesa invece è chiamata “Protezione risorsa“, una modalità che ci permetterà di difendere obiettivi sensibili dall’attacco dei terroristi.

La vera e propria modalità Multigiocatore invece prevede due tipologie di gioco, chiamate “Libera” e “Classificata“, all’interno delle quali ci si alternerà fra round di attacco e round di difesa.
La tipologia chiamata “Libera” prevede uno scontro la cui vittoria viene conquistata dopo aver vinto 3 round, attraverso questa tipologia di gioco, averete la possibilità di sfidare giocatori da tutto il mondo senza che le vostre statistiche vengano registrate e rese pubbliche sul vostro profilo di gioco.
La tipologia chiamata “Classificata” invece, prevede uno scontro scontro la cui vittoria sarà guadagnata vincendo 4 round, oppure vincendo il quinto round, in caso di pareggio sul 3 a 3.
Giocando tramite questa tipologia di gioco, le vostre statistiche saranno registrate e rese pubbliche, inoltre in ogni match vinto guadagnerete punti che vi serviranno a progredire nella vostra scalata verso il Diamante.


I ranghi in totale sono sei:

Rame
Bronzo
Argento
Oro
Platino
Diamante

Tutti si suddividono in 4 stadi, ad eccezione dell’ultimo, ovvero il grado Diamante, e del pen’ultimo, ovvero il grado platino che sarà suddiviso in 3 stadi.

Entrambe le tipologie di gioco, prevedono 3 diverse modalità: Presidio, Salvataggio e Artificieri.

Nella modalità “Presidio“, gli attaccanti dovranno mettere in “sicurezza” un contenitore di biorischio. Per far ciò dovranno entrare nella stanza in cui è contenuto il contenitore per dieci secondi consecutivi, senza che i Difensori siano presenti al suo interno (in quest’ultimo caso la stanza andrà in contesa).

In “Salvataggio“, gli attaccanti dovranno recuperare un ostaggio per poi scortarlo all’esterno dell’edificio fino al punto d’estrazione cercando di non ferirlo, se ciò avviene, l’ostaggio andrà rianimato, ma se a farlo sono gli avversari lo dovranno curare loro. In caso di morte dell’ostaggio la squadra che l’ha ucciso perde il round.

In “Artificieri“, sono presenti due bombe in due stanze differenti della mappa dove gli attaccanti dovranno convergere per poi disinnescarne almeno una tramite un disinnescatore, posseduto da uno dei membri della squadra.

Oltre ai 20 operatori di base disponibili sin dal lancio del gioco, ogni nuova stagione ha dato alla luce nuovi operatori e con loro nuove mappe giocabili.
Ogni anno quindi è suddiviso in 4 stagioni, ma vediamo nel dettaglio quelle uscite sino ad ora e quelle che invece usciranno durante quest’anno:

A sancire l’inizio dell’Anno 1 abbiamo l’Operazione Black Ice, attraverso la quale sono stati introdotti la mappa Yacht e gli operatori JTF2 canadesi Frost e Buck.

Successivamente troviamo l’Operazione Dust Line, con la quale vengono introdotti la mappa Confine e gli operatori Navy Seal Blackbeard e Valkyrie.

A seguire troviamo l’Operazione Skull Rain, che ha visto la pubblicazione della mappa Favelas e degli operatori BOPE brasiliani Capitão (o Capitano) e Caveira.

Per chiudere l’Anno 1, Ubisoft ha pubblicato l’Operazione Red Crow, con la quale viene introdotta la mappa Grattacielo e gli operatori SAT giapponesi Hibana ed Echo.

A sancire l’inizio dell’Anno 2 abbiamo l’Operazione Velvet Shell, attraverso la quale sono stati introdotti la mappa Costa e gli operatori GEO spagnoli Jackal e Mira.

Successivamente troviamo Operation Health, operazione durante la quale Ubisoft si è dedicata al miglioramento del gioco sotto diversi aspetti, a partire dai bug, sino al miglioramento del matchmaking. Durante questa stagione quindi non sono stati pubblicati nuovi operatori e nuove mappe.

A seguire troviamo l’Operazione Blood Orchid, che ha visto la pubblicazione della mappa Parco Divertimenti e degli operatori SDU Hongkonghesi Ying e Lesion, e un operatore GROM polacco, ovvero Ela, pubblicato a seguito della cancellazione della stagione Polacca per Operation Health.

Per chiudere l’Anno 2, Ubisoft ha pubblicato l’Operazione White Noise, con la quale viene introdotta la mappa Torre e gli operatori 707 SMB Sudcoreani Dokkaebi e Vigil, oltre ad un altro operatore GROM polacco, Zofia, aggiunto per lo stesso motivo di Ela.

Per l’Anno 3 Ubisoft ha pubblicato la roadmap che vedete in basso, quindi la prima stagione, chiamata Operazione Chimera, che sarà rilasciata il 6 Marzo di quest’anno, vedrà l’introduzione di un operatore francese (Lion) e uno russo (Finka) della fittizia unità CBRN e la nuova modalità di gioco “Outbreak“, una modalità cooperativa per 3 giocatori, della durata di un solo mese, nella quale i giocatori dovranno affrontare una nuova minaccia aliena.

Per noi Italiani c’è anche un’ottima notizia, durante la seconda stagione di quest’anno infatti, saranno pubblicati anche due nuovi operatori italiani della GIS insieme ad una nuova mappa, quasi sicuramente ambientata in Italia.

Ma qual è il vero motivo per cui questo videogioco ha guadagnato tutto questo successo?
Rainbow Six: Siege si presenta come un FPS tattico, al contrario dei classici FPS quindi, si basa sulla “intelligence” e sullo spionaggio, motivo per cui, per vincere, bisogna cooperare con tutti i membri della squadra scambiandosi informazioni sulla posizione del nemico e sulle sue possibili mosse.

E tu cosa pensi di questo gioco? Pensi che il successo del titolo sia dovuto alle stesse ragioni da noi elencate?

Facci sapere la tua nei commenti e ricorda di iscriverti al canale!

About author

Davide "Dark" Montenegro

Davide "Dark" Montenegro, 19 anni, amante del mondo dei videogiochi sin da piccolo, quando i genitori gli regalarono la famosissima Playstation 1! Da allora è nata una passione che lo ha sempre tenuto ancorato principalmente al mondo delle console... Ps2, Ps3, Nintendo DS, Wii... Un breve passato da PC Gamer, attualmente attivissimo su Ps4, ciò non toglie che sia appassionato dei videogiochi in se e non della piattaforma che si utilizza per giocarli. Se nel tempo libero ha tempo per dedicarsi al gioco, ai film e alla lettura di libri e manga, nella vita di tutti i giorni studia per diventare doppiatore e questa stessa vocazione lo ha spronato ad aprire un canale YouTube chiamato "VG Players" (che sta per "Video Games Players"), che gli permettesse di esprimere a pieno la sua passione per i videogiochi e nello stesso tempo di "allenarsi" (in un certo senso) anche nel doppiaggio. Il suo motto: THE GAME HAS ONLY JUST BEGUN!. FACEBOOK - YOUTUBE - PSN ID: X_Dark_Assassin