Craft The World – PC – Recensione

Craft The World – PC – Recensione

Sviluppato da Dekovir Entertainment e pubblicato da Black Marple Game a Novembre 2014 per PC, Craft The World è un gioco appunto basato sull’accumulo risorse e il seguente crafting di oggetti.

ANDIAM… ANDIAM… ANDIAMO A LAVORAR!

Avete presente i sette nani? Beh questa è una storia simile con la differenza che i poveri nani non incontreranno mai Biancaneve che cucinerà per loro..dovrete farlo voi!

All’avvio di Craft The World mi sono trovata davanti ad un menù immediato e sintetico, che mi ha dato la possibilità di scegliere la modalità di gioco tra Campagna e Partita Personalizzata, dopo di che ho scelto il grado di difficoltà della partita, che va da Molto Facile ad Incubo. Ho giocato a Normale, perchè complicarsi la vita quando si ha a che fare con Scheletri, Zombie, Orchi e Insetti non proprio amichevoli?

SCAVA SCAVA SCAVA SCAVA SEMPRE PIU’ SCAVA…

Le dinamiche di gioco di Craft The World, sono molto semplici, non c’è nulla di complicato.

Lo scopo del gioco è costruire una dimora calda e accogliente per i nostri nani, quindi armatevi e partite!

Se decidete di fare la Campagna c’è un tutorial di base che vi introdurrà poi al “Libro Mastro” che tramite dei segnalibri vi mostrerà le missioni in corso, tra i segnalibri da consultare c’è la voce Compiti che vi aggiorna sulle missioni in corso, il Bestiario che verrà aggiornato man mano che incontrerete creature nuove, e il segnalibro Note, che vi spiega dove siete e cosa dovete fare.

Scavate quindi! Più che potete, raccogliendo ogni sorta di materiale che offre lo spazio di gioco, dalla pietra cubettosa agli alberi, ai cespugli, fino a giungere verso il basso, nelle profondità della terra dove troverete minerali e altri preziosi materiali, ma fate attenzione, perchè lungo il cammino all’ingiù incontrerete anche molti pericoli, tipo piante carnivore, ragni, goblin, (ma anche in superficie di creature strane ne sarete invasi ogni tanto).

Se invece decidete di crearvi una Partita Personalizzata, potete scegliere le dimensioni della mappa, il bioma, la grandezza e la difficoltà, la sostanza del gioco non cambia, scavare e craftare sarà la parola d’ordine dei vostri nani.

L’APPETITO VIEN SCAVANDO

Oltre alla raccolta delle risorse che serviranno a craftare molti oggetti utili, dobbiamo fare i conti anche con la fame dei nostri piccoli amici, si sa che lavorare consuma energie, quindi attraverso ciò che raccoglierete e ucciderete (dai pomodori ai cinghiali, pecore, polli ecc.), potrete preparare dei succulenti piatti che sazieranno i nani.

Anche se un po come succede nella realtà di tutti i giorni, la stessa minestra stanca,quindi procuratevi cibo diverso e cercate di variare sempre la loro dieta alimentare, altrimenti vi diranno loro stessi che sono stanchi di mangiare sempre la stessa cosa.

Il gioco offre una varietà notevole di cibarie: dalla semplice insalata di mele e foglie alla più elaborata torta fatta tra l’altro con il grano (che si può coltivare) e con mio immenso stupore (misto a occhi a cuoricino), possiamo fare, udite udite, anche la Birra! Notevole direi, ma sono di parte!

Tornando a noi ed alle ricette che si possono realizzare, tra le cose più succulenti e nutrienti c’è anche lo stufato di pesce (che va pescato).

Per le ricette più elaborate è necessario costruire una cucina, cosi come ci sono altre postazioni di produzione indispensabili, tipo il Banco da Lavoro per i manufatti in legno, la Forgia per i lingotti di metallo e il laboratorio per le pozioni alchemiche. Tra queste la più importante è la Pozione di Mana, infatti in Craft The World possiamo agevolare il lavoro quotidiano attraverso alcune magie: possiamo far piovere se abbiamo bisogno d’acqua, magie per raccogliere materiali, magie per illuminare una determinata area (soprattutto quando siamo diretti sottoterra), magie da utilizzare in battaglia, tipo la palla di fuoco e cosi via.

CASA DOLCE CASA

Per costruire una bella dimora accogliente, bisogna partire dalle cose più ovvie semplici e di immediato utilizzo, come ad esempio il piccone, per scavare e spaccare alberi, pietre e cespugli, ed una comune scala, per spostarsi nei tunnel, ma non dimentichiamoci che è il Nano che scava, quindi prendiamocene cura.

Dopo l’alimentazione l’aspetto più importante è l’equipaggiamento dei nostri amici, attraverso i materiali che raccogliamo dalle nostre picconate. Possiamo sviluppare le abilità e le doti dei nostri eroi.

Le Abilità aumenteranno attraverso la raccolta di libri che si trovano scavando, quindi ad esempio il libro del Mugnaio lo usiamo sul Nano con questa Abilità, il libro Magie lo usiamo sul Mago e cosi via.

L’altro aspetto che possiamo modificare, potenziandolo oltre alle armi da poter craftare non appena si rendono disponibili i materiali necessari, sarà l’armatura: dall’elmo agli stivali, possiamo assicurare ai nostri Nani un’adeguata difesa e un buon attacco.

Nella scelta dell’equipaggiamento ricordatevi di tenere d’occhio i parametri! Oltre al livello di difesa controllate l’agilità in meno che quel pezzo di armatura vi procura, (più sarà pesante più agilità perderete) non sottovalutate questo aspetto, perchè le viscere della terra nascondono dei Dungeon, più o meno insidiosi, ci saranno quindi dei boss ad accogliervi, e a volte non saranno soli, con loro potrete trovare Goblin, Scheletri, Ragni e chissà cos’altro! Quindi equipaggiatevi bene con armi ed armature.

QUESTIONE DI CUORE

Approfondiamo meglio l’aspetto della salute: La salute della nostra combriccola di Nani è legata al sonno, infatti per recuperare cuoricini, (3 in totale) un nano dovrà dormire su un letto (da costruire).

Per poter dormire in maniera sicura ed adeguata, i letti devono essere posizionati all’interno di una costruzione chiusa e dotata di un Totem, che ha la doppia funzione di cacciare i fantasmi che vengono a depredare nottetempo il magazzino e di indicare l’area massima in cui i nani possono riposare.

Inoltre il Totem indica anche la qualità del sonno con il grado di Comfort della casa.

Il Comfort generale della dimora dei Nani può essere migliorato costruendo letti di qualità migliore, abbellendola con decorazioni di vario genere tipo, quadri, lampade, librerie, specchi, acquari, piante e tanto altro.

Da tenere presente, quando si attacca un nemico e si ha la meglio, tutto ciò che ha con se diventa nostro, per esempio buttare giù un accampamento di Goblin ci regalerà tutto ciò che era in loro possesso, a volte ricavando anche materiali oppure oggetti preziosi.

NANI AL CENTIMETRO

Dopo 13 ore di gioco: nell’insieme è un gioco ben realizzato, la sua bidimensionalità alla Terraria (?) non ci permette di creare chissà quali ambienti alla moda, ma le ore passano velocemente e in spensieratezza, col fine ultimo di creare la casa che ogni Nano vorrebbe avere!

Anche se, c’è da dire che alla lunga stanca, in sostanza le cose da fare sono sempre le stesse: raccogli crea posiziona/usa.

Ho notato qualche bug personaggi che si incastrano e tentano inutilmente di risalire una parete, nulla di grave basta selezionare lo stesso e mandarlo a spaccare qualcosa in un’altra direzione e tutto torna normale. Graficamente è piacevole e si accompagna bene ad una gradevole musica di sottofondo, per la tipologia di gioco direi che fa la sua figura.

Lo consiglio a chi ama i giochi di strategia, lo vedo molto simile a Minecraft, per il sistema di crafting, la possibilità di costruire, creare ecc. quindi se vi piace quello stile è il gioco che fa per voi.

Articolo a cura di Nerdream.it
Data
Titolo
Craft The World
Voto
41star1star1star1stargray

Craft The World – PC – Recensione

Craft The World – PC – Recensione
78%

Editor Rating

 

CRAFT THE WORLD

 IN SINTESI

Un gioco carino, che ben si posiziona tra tutti i giochi della stessa categoria! Certo dovrete amare il genere, essere attratti da Terraria, Miecraft e soci per apprezzare appieno il gioco, ma se questo settore è pane per i vostri denti, allora i nani di Craft The World saranno compagni di mille avventure!

PRO&CONTRO

PRO

  • Grafica pulita
  • Sonoro gradevole
  • Buone interazioni con i protagonisti

CONTRO

  • Ripetitivo in alcune meccaniche proposte
  • Per i puristi del genere

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: LaraPadawan

Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!” CANALE YOUTUBE CANALE TWITCH PAGINA FACEBOOK PROFILO TWITTER

Lascia un commento