Nintendo Switch – Pro e Contro della nuova console Nintendo

Nintendo Switch – Pro e Contro della nuova console Nintendo

Finalmente Nintendo ha svelato tutte le novità riguardanti la nuovissima Nintendo Switch, la console ibrida che presto invaderà il mercato. Analizziamone le caratteristiche e ragioniamo sui pro e sui contro di questa novità made in Nintendo.

FIRST LOOK

Nintendo ha innanzitutto annunciato che la console sarà lanciata in contemporanea mondiale il 03 Marzo del 2017.

La confezione includerà la console, i controller Joy-Con destro e sinistro, una impugnatura Joy-Con (a cui si collegano i due Joy-Con per formare un controller), un set di laccetti per Joy-Con, la base per Nintendo Switch (che ospita la console e si collega al televisore), un cavo HDMI e un blocco alimentatore.

Saranno disponibili due versioni della console: una con i Joy-Con grigi e una con un Joy-Con blu neon e uno rosso neon.

Nintendo Switch si pone in una fetta di mercato vastissima presentandosi come una console ibrida 3 in 1, con la possibilità di giocarci collegandola al televisiore, oppure utilizzarla con il supporto da tavolo e il suo schermo da 6,2 pollici nella modalità salotto, oppure di usarla in mobilità come una PSP o una qualsiasi console portatile.

Partiamo con una carrellata di PRO e CONTRO invitandovi a dire la vostra nei commenti.

PRO E CONTRO

PRO – E’ sicuramente versatilissima

La Switch è un tablet customizzato con pad fisici utilizzabili anche singolarmente e una docking station che ne permette l’utilizzo su televisori, sicuramente quindi tra i PRO dobbiamo in primis inserire la versatilità enorme che la console garantisce ai suoi utilizzatori.

PRO – Nessun confine territoriale

I giochi della Nintendo Switch non saranno “Region Locking” e quindi si potranno acquistare ed utilizzare anche esclusive nipponiche, senza limiti di nessun genere sulla localizzazione dei giochi, utilizzabili su qualsiasi device.

PRO – Si ricarica anche a gioco in corso

Quando si è fuori casa, è possibile caricare Nintendo Switch collegando il blocco alimentatore al connettore USB Type-C della console, ed è inoltre possibile giocare mentre il dispositivo è in carica.

PRO – Multiplayer Massivo in locale ed online

La console di casa Nintendo vuole aggregare e lo fa nel migliore dei modi. In multiplayer locale via wireless possono collegarsi tra loro ben 8 console, per un totale di 16 giocatori che possono sfidarsi tra loro per dei megaraduni tra amici che potrebbero essere spettacolari. Possibilità di utilizzare anche il multiplayer online, che sarà però a pagamento da questo autunno.

PRO – I JoyCon sono un concentrato di tecnologia impressionante

I versatili Joy-Con offrono tanti nuovi e sorprendenti modi di giocare e divertirsi. È possibile usare i due Joy-Con indipendentemente, impugnandone uno per mano, o utilizzarli insieme come se fossero un controller unico, con l’impugnatura Joy-Con o si possono anche collegare alla console per usarla in modalità portatile.

Ogni Joy-Con ha un set completo di pulsanti, quindi può essere considerato come un controller indipendente. Inoltre, ogni Joy-Con include un accelerometro e un sensore di movimento, che permettono ai controller di eseguire movimenti indipendenti tra loro.

Il Joy-Con sinistro dispone di un pulsante di cattura che i giocatori possono premere per catturare immagini dei giochi da condividere con gli amici sui social network.

Il Joy-Con destro include un sensore NFC che permette di interagire con gli amiibo, oltre a una telecamera IR di movimento in grado di rilevare la distanza, la forma e i movimenti degli oggetti vicini in giochi appositamente creati.

Entrambi i Joy-Con includono una funzione rumble HD avanzata, che può eseguire vibrazioni molto più realistiche che in passato nei giochi compatibili.

CONTRO – I JoyCon sono MiniCon

Se la tecnologia abbonda è pur vero che, vista la loro modalità di impiego, essi non potevano essere concepiti di dimensioni considerevoli e anzi, dovevano occupare meno spazio possibile. 

Vien da se che i JoyCon separati, usati singolarmente come JoyPad unici, sono minuscoli e difficili da maneggiare per chi ha le dita lunghe… Tendinite in agguato.

CONTRO – Il chip misterioso

Nintendo nella presentazione non ha rivelato la velocità del processore NVIDIA presente sulla sua Switch e nemmeno la quantità di RAM presente nel tablet.

CONTRO – La batteria dura tanto… o forse no! 

Le informazioni sulla batteria non hanno previsto una definizione precisa sull’amperaggio della stessa, ma si sono limitate a comunicare che la durata prevista in mobilità sarà di circa 6 ore, salvo poi aggiungere che tale durata varierà in base ai giochi e che ad esempio con The Legend of Zelda: Breath of the Wild (uno dei titoli acquistabili al lancio che più ha infiammato la community) la durata scende a poco più di 3 ore.

CONTRO – Lo schermo brilla, ma non troppo

Lo schermo è invece cosa nota, sarà un display di tipo capacitivo e supporterà il multi-touch (nei giochi compatibili), avrà una risoluzione di 1.280 x 720 pixel e sarà supportato da un sensore di luminosità, ma sicuramente non brilla per tecnologia.

PRO O CONTRO? – La line-up resta misteriosa

Se da un lato ci sono rassicurazioni sul forte impegno di terze parti alla creazione di giochi esclusivi dedicati alla nuova console della grande N, restano dei dubbi sull’appetibilità della stessa per le software house. Ci sarà davvero la voglia di programmare per un’architettura non modernissima?

Al momento la Line-up prevede molti rifacimenti di giochi già usciti, su tutti uno Skyrim che con sei anni sulle spalle vive delle mod della community che difficilmente saranno disponibili sulla piccola Nintendo Switch.

Rimandare l’idraulico Mario, con Super Mario Odyssey a Natale 2017 ci è sembrata una cattiveria incredibile.

Resta però da dire che The Legend of Zelda: Breath of the Wild intriga parecchio…

Tutto da capire, tutto da dimostrare, non siamo convinti, ma non siamo nemmeno delusi, galleggiamo in un limbo, in attesa che una scintilla ci accenda nel bene e nel male per suggerirci cosa fare.

E voi? Cosa farete? Comprerete la Nintendo Switch al lancio? Aspetterete? Avete altre cose da segnalare di cui volete parlare? Aspettiamo commenti…

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento