Guzzanti reinterpreta dottor Jekyll e il signor Hyde

Guzzanti reinterpreta dottor Jekyll e il signor Hyde

Finalmente abbiamo posato gli occhi sull’ultima creatura di Corrado Guzzanti, la mini serie TV “Dov’è Mario?” andata in onda qualche giorno fa su Sky e TV8.

DOTTOR JEKYLL E MR.HYDE RIVIVONO SUL PICCOLO SCHERMO

La storia parte con un incidente stradale in cui vengono convolti un mezzo pesante e l’auto di un politico/scrittore/filosofo di sinistra, tale Mario Bambea, interpretato appunto da Guzzanti. mario_bambea_jpg_351x0_crop_q85

Seguono 3 camei che strappano subito un sorriso. Fatti rispettivamente da Enrico Mentana, Michele Santoro e Marco Travaglio nei panni di loro stessi. Il primo ad annunciare in TV dell’incidente, il secondo e il terzo che vanno a trovare Bambea in ospedale e poi a casa. 

Dopo l’incidente Bambea infatti finisce in coma, si risveglia, viene dimesso, ma si ritrova vittima di uno strano caso di doppia personalità post-traumatica. Di giorno è sempre lui, uno stimato professore, letterato, con l’immancabile EVVE moscia che fa tanto radical chic, un moderno incrocio tra Fausto Bertinotti, Bersani e Nanni Moretti con il capello alla Vittorio Sgarbi, si dedica a scrivere di politica, a parlare di fuffa nel classico programma radiofonico spaccamaroni con tanto di telefonata di un cittadino qualunque che chiude la diretta dicendo:

so’ anni che t’ascolto, ho letto tutti i tuoi libri, gli articoli, pure le videocassette, e non ci ho capito un caxxo, ma voi siete pagati per farmi sentire un coglione?

Di notte si trasforma in un coattissimo romano opposto al vertice rispetto a Bambea, ed in pigiama si reca di nascosto in un piccolo teatro di cabaret sotto casa, dove ruba la scena ad un comico, rinchiudendolo nei camerini del teatro, e prendendo anche il suo nome… Bizio Capoccettibizio_capoccetti_jpg_351x0_crop_q85

Solo l’arrivo della badante/poeta/bbw rumena DRAGOMIRA (già badante di Paolo Mieli ndr) lo riconduce controvoglia a casa, dove si addormenta per risvegliarsi di nuovo nei panni di Bambea. Non prima di aver gridato al pubblico:

Oddio, raga’ c’è una rumena, state attenti ai soldi

GRETTO, VOLGARE, OMOFOBO, RAZZISTA… Ma con classe.

Le battute notturne di Capoccetti garantirebbero l’espulsione televisiva a vita a qualsiasi persona, ma Corrado Guzzanti riesce a farle con un’ironia talmente immensa da regalare risate a destra e a manca. Ogni irriverenza passa in secondo piano nel suo voler tagliare la testa sia al mostro della politica che non sa più parlare al popolo e sia alla televisione trash che come un tarlo mina la materia grigia del popolo stesso.

IN CHIUSURA TRISTEZZA INFINITA

Quando questo primo episodio finisce e ci si rende conto che le puntate saranno solo 4, la tristezza prende il sopravvento, perchè questo “Dov’è Mario?” sembra davvero ben fatto, utilizzando forme comiche sicuramente già viste, ma facendolo in maniera totalmente nuova, con lo stile e l’esperienza di Guzzanti a farla da padrone in ogni scena.

Se la serie nei prossimi episodi dovesse confermare anche solo la metà delle ottime basi gettate in questo primo episodio, beh sarebbe comunque una vittoria a mani basse.

Se non avete ancora visto la puntata, recuperatela… Ne vale la pena!

dragomira

“Metti a posto le mie speranze gocce di freddo di ieri mattina di fiori sorridi”

(Dragomira)

MYNERDOMETRO: 9/10: nerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometro nerdometro2

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

1 thought on “Guzzanti reinterpreta dottor Jekyll e il signor Hyde

Lascia un commento