Se Pippo non va alla Montagna – SlowFoodTV

Se Pippo non va alla Montagna – SlowFoodTV

Ieri è andata in onda la terza puntata de “Il Trono di Spade”.

SPOILER COME SE PIOVESSERO

Un episodio sottotono rispetto ai primi due andati in onda le settimane scorse, almeno secondo noi.

Probabilmente un episodio che così come aveva fatto il primo, vuole gettare delle basi per cose più interessanti che succederanno in futuro. Nel complesso i punti interessanti sono stati 3:

  • L’appuntamento settimanale con le perle di Tyrion Lannister, che oramai in ogni episodio tira fuori dal cilindro una frase pronta da stampare su una t-shirt da sfoggiare a qualche ritrovo nerdoso.
  • La fine delle pene di Arya, che riacquista la vista e tira fuori gli artigli per dimostrare al Dio dai Mille Volti di essere finalmente diventata “Nessuno” ed ora vedremo a quanti ciclopi caverà gli occhi.
  • Il cammino di Bran lungo il percorso del suo “addestramento” che ci sta mostrando le sue reali capacità. Se già adesso inizia quasi ad interagire con il passato, chissà cosa sarà in grado di fare in futuro.

Come avrete già capito non ho inserito nella terna la questione John “Jesus” Snow. La resurrezione infatti è epica, ma lo sviluppo delle scene lascia qualche perplessità. Sicuramente d’impatto l’impiccagione dei traditori, ma rimane un’ombra sulla scelta finale di John di spogliarsi dalle vesti di Lord Comandante e anche sui suoi dubbi e le sue perplessità alla luce di un evento tanto mirabolante come quello di una resurrezione che forse avrebbe dovuto infondergli qualche certezza in più e qualche dubbio in meno sul suo futuro, ma forse era solo arrabbiato per la battuta sulle dimensioni del suo pene…

Una grossa nuvola nera avvolge anche la città di Meereen dove l’arrivo di Varys doveva portare alla luce qualche intrigo più losco della semplice congiura dei padroni cui tutti erano già arrivati.

Capitolo finale dedicato a lui… All’Alto Passero, a quello che ci sembra sempre più la reincarnazione fantasy di Pippo Baudo.

Pippo è infatti alto e ha le ginocchia malandate proprio come l’alto Septon, è saggio come l’alto Septon, è diventato umile anche nel mondo reale dopo aver lasciato le vesti di Re Mida della televisione italiana come umile è diventato l’alto Septon. Insomma sono due gocce d’acqua oramai.

Ci risulta però difficile capire perchè Sir Gregor Clegane non venga mandato là da “Pippo” a risolvere la questione. Ci dicono che “non ce la potrebbe mai fare”, mentre ad occhio e croce basterebbe un suo peto per far crollare l’intero Tempio di Baelor.

Insomma se Pippo non va alla Montagna, la Montagna dovrebbe andare da Pippo.

O no?

MYNERDOMETRO: 6/10 nerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometronerdometro2nerdometro2nerdometro2nerdometro2

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento