Area D – Recensione – Mangattack

Area D – Recensione – Mangattack

Area D si presenta in Italia, edito da J-Pop, come un seinen forse per le immagini alle volte leggermente più provocanti e un linguaggio un po’ più colorito del classico shonen, ma comunque leggibili per trama e svolgimento anche dai più piccoli.

LA STORIA

Area D ci vuole raccontare la storia di Jin, un Altered, ovvero un umano che ha subìto una mutazione e che presenta poteri sovrannaturali tra i più disparati: trasformarsi in bestie feroci, trasformare parti del corpo in oggetti o armi, creare dimensioni parallele o illusioni.

Jin però ha un potere superiore a tutti gli altri, quello che gli permette di poter assorbire ogni altro potere solo toccando il possessore dello stesso. Forse solo suo fratello Rei ha un potere altrettanto potente, sempre attivabile con il tocco del nemico, che gli permette di trasformare esseri umani in mutanti e di disintegrare gli stessi mutanti.

Jin vuole cercare suo fratello Rei e per questo si farà trasportare su Island-D centro di reclusione per Altered, non proprio ben visti dai comuni esseri umani.

Qui il nostro protagonista dovrà affrontare molte battaglie e difficoltà aiutandosi sia con la forza che con l’astuzia. Noi, nel mentre, impareremo a conoscere un protagonista diverso dal solito, più maturo, taciturno e con un passato oscuro e molto diverso dai soliti stereotipi di questo genere di manga.

Jin non vuole uccidere i suoi nemici, Jin vive ogni suo giorno tentando di espiare una colpa del passato e quando troverà Rei inizierà uno scontro serrato tra bene e male, uno scontro tra i più potenti poteri Altered quello di Jin e l’immenso potere di Rei, capace di poter dare inizio e fine agli Altered stessi.

CONCLUSIONI

La storia è contornata da disegni favolosi, ricchi di dettagli e precisione in ogni caratteristica di ogni personaggio della serie e questo aumenta a dismisura l’immersività delle vicende narrate.

Serie consigliata, che sebbene mostri qualche debolezza nella velocità di narrazione (talvolta troppo spedita) è un prodotto godibile, sopratutto per gli amanti del genere.

Vi ricordiamo che potete trovare AreaD a questo LINK

MYNERDOMETRO 4/5 nerdometronerdometronerdometronerdometronerdometro2

 

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Margherita Pirola

Margherita "BigMC" Pirola: Eterna studentessa universitaria, lettrice accanita di fumetti, collezionista maniacale di ogni cosa collezionabile nonché amante dei videogiochi del presente e del passato. CANALE YOUTUBE - PAGINA FACEBOOK - PROFILO INSTAGRAM

0 thoughts on “Area D – Recensione – Mangattack

    Valerio Vega

    (17 dicembre 2016 - 13:32)

    Visitor Rating: 5 Stars

Lascia un commento