Le Vibrazioni – Gomorra 2

Le Vibrazioni – Gomorra 2

Recensione delle puntate 9 e 10 della seconda stagione di Gomorra – ATTENZIONE, L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER E RIVELAZIONI SULLE PUNTATE.

SCIANEL NUMERO’ SENK

La regina dei profumi e degli olezzi è la protagonista della nona puntata di questo penultimo doppio appuntamento con Gomorra2 che terminerà la settimana prossima con le ultime due puntate.

Il figlio torna dopo 7 anni di carcere, non prima che la madre scopra il tradimento della moglie con un autista, che sarà prontamente evirato a colpi di pistola e lasciato morire in un parcheggio, e questo ritorno smuoverà le acque non poco.

Tutto oramai gira intorno a potere e tradimenti. Bisogna decidere da che parte stare, bisogna capire a che gioco giocare. Da un lato il fascino dell’Alleanza e dall’altro il gusto vintage per lo storico boss Don Pietro Savastano, oramai tornato in piena corsa nella lotta al trono di Secondigliano.

O’Trak e soci vengono messi da parte da Ciro, che affida la vacante piazza di spaccio del defunto Principe al figlio di Scianel. La cosa suscita l’ira dei ragazzi che come al solito decidono di agire per conto loro provando ad uccidere il ragazzo senza riuscirci. Il giorno dopo è guerra, l’Alleanza schricchiola sempre di più e O’Trak ci saluta per sempre (salvo non voler nuovamente resuscitare dopo la prima morte apparente della stagione 1) e viene ammazzato così come si ammazzano i fuochi d’artificio pericolosi… Immergendoli nell’acqua.

Mentre il sangue scorre a fiumi e il figlio scampa ad un altro attentato, Scianel ci viene mostrata da sola nelle quattro mura di casa sua, che indisturbata, con cuffie e microfono (un dildo dorato con tanto di ali) canta canzoni neomelodiche a squarciagola pregustando una notte di sano onanismo.

Questa scena destabilizza al punto tale da rendere tutto il resto secondario… E così l’incontro fugace tra Ciro e Genny all’aeroporto con il primo che vuole convincere il secondo a riformare una coppia perfetta in stile Tequila e Bonetti, Gigi e Andrea o Franco e Ciccio, passa totalmente in secondo piano.

Solo la pubblicità tra il nono e il decimo episodio ci lascia rinsavire.

AMORE, BUGIE E TRADIMENTI

La decima puntata mostra tutte le fragilità degli accordi tra famiglie di camorra, perchè alla fine se il vento soffia forte in un’altra direzione non c’è sodalizio che tenga. Ne succedono di tutti i colori, con Scianel che tradisce Ciro, Don Pietro che tradisce Scianel, Patrizia costretta a fingere di tradire Don Pietro, il figlio di Scianel che tradito da Don Pietro lo risaluta per tornare alla corte di Ciro… Ma alla fine cosa resta?

Un vuoto incolmabile per le vicende di camorra serie ed impegnate come i grandi appalti, gli affari, la finanza, il narcotraffico, tipiche della prima stagione, che ora scarseggiano per dar spazio alle sole dinamiche tra famiglie, clan e boss.

E allora “buona donna… sciorinate pure!” e vi scioriniamo i gossip:

Un possibile innamoramento di Don Pietro, infatuato oramai completamente di Patrizia.

Un Ciro Di Marzio che si dice stanco di uccidere le persone.

Un Genny Savastano ancora ferito dal padre e pronto a fare sicuramente qualche casino.

Una Scianel in carcere.

Si avete sentito bene… Carcere. Giustizia. Polizia.

A volte ritornano, anche in Gomorra.

Ma secondo voi Scianel potrà portare il microfono per cantare anche a Poggioreale?

Cosa ne pensi?

Autore dell'articolo: Valerio Vega

Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo commodore64”

Lascia un commento