Diario di viaggio – Comicon 2019 – Il divertimento è dietro l’angolo

0

Comicon 2019 – speciale di Davide “Dark” Montenegro

Se non sapete cosa sia il Comicon o semplicemente siete curiosi di sapere come è andata l’edizione di quest’anno, allora mettetevi comodi e godetevi questo mio personale diario di viaggio!

 

Il Comicon è una fiera che si tiene ogni anno a Napoli dal lontano 1998 generalmente tra fine aprile ed inizio maggio, che coinvolge appassionati di tutto il mondo, nerd, senza distinzione alcuna.

Quest’anno si è svolta dal 25 al 28 Aprile alla Mostra D’Oltremare di Napoli, un luogo davvero immenso, composto da diverse aree molto caratteristiche.

Passato l’ingresso dove ci siamo recati muniti di biglietti e documenti, ci siamo ritrovati in un piazzale dove abbiamo potuto piacevolmente notare quanti appassionati come noi erano lì.

Poco più avanti abbiamo trovato un “punto mappa” con diverse informazioni sui padiglioni e sui luoghi magici che ci attendevano molto più avanti, ma di questi ultimi vi parleremo più tardi.

Dal punto mappa avevamo la possibilità di scegliere se proseguire dritto andando verso il Teatro Mediterraneo, subito dopo aver passato l’interminabile Piazzale Colombo, oppure di visitare gli immensi padiglioni ai nostri lati.

Mentre l’indecisione regnava sovrana, i nostri sguardi sono stati catturati da una insolita costruzione abbandonata presente alla nostra destra che solo successivamente, in seguito ad una piccola ricerca, abbiamo scoperto essere la Torre delle Nazioni (ex Torre del Partito Nazionale Fascista), ma questa era solo una piccola curiosità.

Comicon 2019 – Tanti ospiti e tantissimi stand

Alla nostra sinistra avevamo diversi padiglioni allestiti a tema fumetti, manga e anime, dove erano presenti diversi autori come ad esempio:

E “dulcis in fundo” la fantastica Riae, famosissima modella italiana che oltre ad essere di una indubbia bellezza fisica si è dimostrata anche una persona simpaticissima e disponibile come poche.

Sulla nostra destra invece era allestita l’area videogiochi, in cui era possibile provare diversi videogame, alcuni anche in realtà virtuale e partecipare a tornei di ogni tipo con diversi premi in palio.

Sempre nell’area videogames era stato allestito un palco dove era possibile assistere a spettacoli di ogni tipo, noi ad esempio abbiamo avuto il piacere di vedere sul palco Antonio Fucito alias Tanzen.

Naturalmente in entrambe le zone (quella destinata ai videogames e quella destinata ai fumetti) erano presenti innumerevoli stand muniti di gadget da veri collezionisti, poster, abbigliamento per cosplay… Un po’ di tutto insomma, ma c’è un ma… gli stand che davvero ci hanno colpito sono stati soltanto tre, situati tutti nell’area fumetti.

Perché ci hanno stupito?

Semplice! Perché erano gli unici a vendere qualcosa di veramente originale e fuori dal comune.

Il primo vendeva abbigliamento Punk e Cyberpunk, una vera gioia per i nostri occhi.

Il secondo invece vendeva delle bellissime lampadine a tema nerd incise nel plexiglass con una luce led alla base.

Il terzo infine aveva avuto forse l’idea più originale in assoluto, quella di realizzare degli orologi da parete intagliando vecchi dischi in vinile.

Proprio parlando di stand, abbiamo da muovere una piccola critica costruttiva verso i venditori di gadget, soprattutto parlando di figure, premettendo che siamo stati in fiera solo l’ultimo giorno, ci è sembrato che quasi tutti abbiano voluto portarsi dietro gli oggetti più facilmente vendibili, come figure di DragonBall, Naruto e One Piece, invece che rischiare con figure e gadget di serie molto meno blasonate che però per un appassionato come me sarebbe stato bello ammirare ed acquistare.

Nel mezzo del cammin di nostra vita ci imbattemmo in un Ainz Ooal Gown Oscuro… battute a parte, questo era forse il cosplay più impressionante e meglio realizzato dell’intera fiera (almeno tra quelli che abbiamo potuto vedere) anche per via delle dimensioni fuori dal comune che si rifacevano perfettamente al personaggio riportandolo alla realtà nella maniera più realistica possibile.

Motivo per cui ci teniamo a fare i nostri più sentiti complimenti a Scarletporo per essere riuscito a farci venire i brividi attraverso il suo fantastico lavoro.

Parlando di Cosplay, attraverso la pagina instagram Cosplay&More, di cui io stesso sono fondatore, abbiamo provato ad organizzare un piccolo raduno tra cosplayer, iniziativa che riproporremo nelle prossime fiere a cui parteciperemo, come ad esempio il BGeek di Bari del 1 e 2 Giugno.

Ma ora torniamo ai luoghi magici di cui parlavamo all’inizio…

Passati i prati al centro della fiera dove tutti i partecipanti, noi compresi, approfittavano per riposarsi, ci siamo incamminati verso il Teatro Mediterraneo, imbattendoci in stand che hanno potuto placare la nostra fame e la nostra sete con delizie di ogni tipo.

Sulla sinistra del teatro abbiamo scorto un viottolo pieno zeppo di gente, così ci siamo decisi a buttarci nella mischia… Ed abbiamo fatto più che bene, perché proprio quel viottolo ci ha portato a luoghi magici inaspettati.

Bene, forse è arrivato il momento di entrare nel dettaglio… In questa zona abbiamo trovato davvero di tutto, dai padiglioni destinati ai giochi da tavolo a strutture enormi con il quale si poteva cimentare il proprio coraggio attraverso un percorso accidentato ad altezze vertiginose.

Ma il bello deve ancora arrivare, perché dopo aver assistito al bellissimo spettacolo dei ragazzi della Umbrella Italian Division, che tramite il loro stand vendevano gadget destinati agli appassionati e si offrivano di truccarci da zombie, abbiamo proseguito verso il Neverland, un enorme luogo circondato dalla natura con spazi aperti a tutti dove si poteva partecipare a giochi di ruolo dal vivo, combattimenti con mazze, spade e scudi e addirittura seguire un oscuro percorso imbracciando un fucile da softair per sparare ai nostri bersagli.

Insomma, ci sarebbe ancora molto da dire, ma una cosa è certa: questo Comicon 2019 ha offerto intrattenimento e divertimento davvero per tutti, grandi e piccini, e questo non può che essere un grande punto a favore per convincerci a ritornare e provare tutto ciò che non siamo riusciti ad assaporare durante questa edizione!

 

About author

Davide "Dark" Montenegro

Davide "Dark" Montenegro, classe 1998, amante del mondo nerd in tutte le sue sfaccetture, aspirante doppiatore e fondatore del canale YouTube VG Players e della pagina instagram Cosplay&More. Il suo motto: THE GAME HAS ONLY JUST BEGUN!. - PSN ID: X_Dark_Assassin