Alcune curiosità su Shang-Chi: il primo supereroe asiatico!

Shang-Chi è un Maestro Kung Fu, ma quanto lo conosci? Il suo film è da poco uscito nelle sale. Abbiamo quindi scavato nella sua storia e scoperto alcune curiosità su Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli.

All’inizio di dicembre 2018, la Marvel ha annunciato che il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige e il suo team di creatori stavano lavorando per sviluppare un film di Shang-Chi basato sul popolare personaggio di Kung Fu degli anni ’70. L’annuncio ha suscitato sia critiche che congratulazioni, un po’ come il film che sta un spaccando in due il pubblico. Questo film è il primo realizzato dai Marvel Studios a presentare un protagonista asiatico. Dave Callaham, uno sceneggiatore cinese americano, è stato chiamato dalla Marvel per scrivere il film. L’attore canadese di origine cinese Sim Liu guida un cast prevalentemente asiatico interpretando il nostro protagonista Shang-Chi.

Con l’annuncio, molti fan dei film che non hanno molta familiarità con i fumetti degli anni ’70 si chiedono chi sia questo Maestro di Arti Marziali e come si inserisca nel più grande Universo Marvel. Ma ora addentriamoci in alcune curiosità inaspettate su Shang-Chi e vedrete che dopo, tutto sarà più chiaro!

Shang-Chi curiosità

Curiosità sul nome Shang-Chi

Come i nomi di molte persone, quello di Shang-Chi ha un significato più profondo di quanto si possa immaginare. Si traduce dal cinese in “L’ascesa e l’avanzata dello spirito”, che è un nome appropriato per il personaggio. È stato creato da Steve Englehart e Jim Starlin nel 1973 per eguagliare l’allora dilagante amore per le arti marziali che dilagava negli Stati Uniti.

Shang-Chi ha avuto un’infanzia solitaria trascorrendo la maggior parte del tempo ad allenarsi per diventare maestro di Kung Fu. L’identità di sua madre è sconosciuta, quindi potrebbe essere stato suo padre a dargli il nome quando è nato. I fumetti non ci svelano molto sui suoi primi anni. Nel corso della sua crescita, ha trascorso poco tempo con i suoi genitori e poco o nessun contatto con la tecnologia moderna.

Creato dopo che il Kung-Fu è diventato popolare in America

L’arrivo della comunità cinese negli Stati Uniti fa sì che il kung fu diventi popolare. Dopo essere stato introdotto da Bruce Lee, la Marvel in seguito ha cercato di creare un supereroe con la suddetta abilità nelle arti marziali. Ma purtroppo la Marvel non potè usare il kung fu come risorsa per le sue creazioni di fantasia. In seguito con l’acquisizione di tali diritti, la Marvel ha sviluppato un personaggio completamente nuovo, Shang-Chi.

Panini Comics ha in serbo per noi qualcosa di nuovo con protagonista in nostro SHANG-CHI. Scopri di cosa stiamo parlando QUI

Un piccolo villaggio in Cina

La maggior parte dei supereroi dell’Universo Marvel vive e lavora a New York, ma non è così che opera Shang-Chi. Nel corso della sua vita, ha trascorso la maggior parte del suo tempo nel luogo in cui è nato e cresciuto. Continua a chiamare casa quel posto anche se trascorre del tempo al di fuori di esso lavorando per varie agenzie in tutto il mondo.

Shang-Chi è nato nella provincia di Hu’nan della Repubblica Popolare Cinese e si è stabilito in un piccolo villaggio di pescatori a Yang Yin, in Cina. Nel corso degli anni, è andato via e tornato in questo posto più volte, il che lo rende praticamente la sua casa. Yang Yin non sembra essere un luogo reale nel nostro mondo, ma ha un grande significato per Shang-Chi nell’Universo Marvel.

Ispirato da Bruce Lee

Se dai uno sguardo ai primi disegni di Shang-Chi degli anni ’70, potresti notare una curiosità. La forte somiglianza con un altro maestro di Kung Fu, Bruce Lee. Non è un caso poiché i suoi creatori lo hanno modellato sul famoso attore e artista marziale. Shang-Chi è stato creato per capitalizzare la tendenza delle arti marziali, quindi aveva senso onorare uno degli uomini responsabili di quella tendenza.

Negli anni ’80, Stan Lee incontrò Linda e Brandon Lee, la vedova e il figlio di Bruce Lee. Durante quel periodo, è stato presentato un film in cui Brandon avrebbe continuato a interpretare Shang-Chi, ma non è mai successo nulla da quell’incontro. Purtroppo, la vita di Brandon è finita durante le riprese di The Crow nel 1994, ma sarebbe stato scelto per interpretare Shang-Chi in onore del personaggio e di suo padre.

Curiosità tecniche che hanno dato un po’ di problemi alle pagine del fumetto Shang-Chi

I fumetti hanno una storia difficile quando si tratta di raffigurazioni di personaggi che non sono bianchi. Negli anni ’30 e ’40 non era raro presentare rappresentazioni razziste stereotipate di persone provenienti dall’Asia, ma con il passare degli anni questo è diventato un po’ superato. Sfortunatamente, personaggi come il Dr. Fu Manchu sono ancora interpretazioni grossolanamente scadenti degli asiatici e uno dei maggiori problemi che la Marvel ha avuto negli anni ’70 è stato colorarli.

Le curiosità relative al colore di stampa di Shang-Chi si nascondono dietro a cause di una limitazione dei colori offerti dalle stampanti. La Marvel ha decise di colorare Fu Manchu con un colore giallognolo mentre Shang-Chi era un brillante colore bronzo/oro. Questo fu considerato offensivo e non necessario, ma era il risultato di non volerlo colorare come i caucasici. Con lo sviluppo della tecnologia di stampa, questo problema è scomparso, ma la storia d’oro di Shang-Chi rimane un aspetto complicato del passato del personaggio.

Shang-Chi curiosità

L’idea di trasporre Shang-Chi in film.

Quando la società (Marvel) stava lavorando allo sviluppo di un film di Shang-Chi è stato accolto con un grande applauso e curiosità, ma anche una grande quantità di critiche. La maggior parte di queste critiche proveniva dalla Cina e da altre nazioni asiatiche tramite i post sui social media che denunciavano la rappresentazione di Shang-Chi nella storia della Marvel come razzista. Certo, quella dichiarazione non arriva senza un supporto storico poiché qualsiasi rappresentazione del Dr. Fu Manchu è piuttosto razzista.

Inoltre, non ha aiutato il fatto che Shang-Chi fosse di colore dorato per molti anni, ma per fortuna la Marvel si è allontanata da quell’errore nel giudizio sul colore. Nonostante questi cambiamenti, qualsiasi associazione con il personaggio di Fu Manchu sta portando avanti richiami al razzismo che potrebbero costringere i dirigenti Marvel a ripensare alla storia delle origini di Shang-Chi per il film.

Alcune curiosità inaspettate sul personaggio Shang-chi

Il Dr.Fu Manchu non è l’unico personaggio della finzione che ha contribuito a ispirare la creazione di Shang-Chi. Nel corso della sua storia di pubblicazione, Shang-Chi è stato coinvolto con una serie di personaggi le cui origini risalgono a vari aspetti della finzione. In varie occasioni ha lavorato a stretto contatto con l’agente Clive Reston dell’MI-6. Si dice che Reston sia il figlio di un altro grande membro di quell’organizzazione, James Bond, ma le connessioni con le relative curiosità dei legami di Shang-Chi non si fermano qui.

Si dice anche che Reston sia il pronipote di Sherlock Holmes, il che lega Shang-Chi ad alcuni dei più grandi detective e agenti segreti della storia. Parte dell’ispirazione per il personaggio proviene chiaramente da Bond e da Holmes, anche se la maggior parte della sua personalità e abilità derivano dalla cultura cinese e dalla pratica del Kung Fu.

Maestro del Kung Fu

Shang-Chi è il Maestro di Kung Fu nell’Universo Marvel, il che lo rende il combattente più abile al mondo. È cresciuto per raggiungere questa distinzione essendo stato collocato in un ritiro in Honan, in Cina, dove ha trascorso la maggior parte del suo tempo studiando e allenandosi. Fu addestrato sia da suo padre che da vari tutor, tutti eccezionalmente abili nelle arti marziali.

Poiché è stato creato per capitalizzare la tendenza delle arti marziali che stava dilagando negli Stati Uniti in quel momento, le sue abilità sono considerate per lo più ineguagliate nell’Universo Marvel. Non c’è nessun altro essere in esistenza che potrebbe sfidarlo in un combattimento, il che lo rende il più importante artista marziale che ci sia. Leggendo queste righe però può esserti venuta in mente…

Shang-Chi curiosità

Iron Fust alcune curiosità che lo legano a Shang-Chi

In termini di artisti marziali, nella piccola cricca dei migliori dell’Universo Marvel, c’è un altro Shang-Chi che può stare al suo fianco: Danny Rand, l’Immortale Iron Fist. Sin dalla sua creazione, Rand è stato presentato come il più grande artista marziale dell’Universo Marvel, il che mette alla prova la precedente affermazione secondo cui Shang-Chi è il principale artista marziale.

Fortunatamente, questi due alleati hanno avuto l’occasione di confrontarsi l’uno con l’altro, ed è così che sappiamo che sono equamente alla pari in abilità. Mentre Rand può concentrare il suo chi nel pugno rendendolo un’arma formidabile, le sue abilità accanto al pugno lo rendono, perlomeno, uguale a Shang-Chi. Ogni personaggio ha abilità e risultati distinti, ma alla fine, Shang-Chi risulta il “Maestro di Kung Fu”.

Shang-Chi può schivare proiettili

Altre curiosità relative al nostro “Maestro Kung Fu” sono nascoste nelle sue enormi capacità tecniche.

Quando la tua più grande abilità è correre e prendere a calci qualcuno in faccia più forte che puoi, sembra logico che non avresti molta difesa contro le armi da fuoco. Indiana Jones lo ha dimostrato in Indiana Jones e il tempio maledetto quando era troppo stanco per ingaggiare un uomo con una spada, così ha tirato fuori la sua rivoltella e gli ha sparato.

Il Maestro di Kung Fu non sarebbe un gran supereroe se fosse così, quindi ha acquisito alcune abilità per contrastare gli spari. Non solo è così veloce nei suoi movimenti che può schivare i proiettili in arrivo, ma li può deviare grazie ai suoi bracciali che a volte indossa sugli avambracci. Queste abilità praticamente mettono a tacere l’idea di sparargli a distanza come mezzo per fermarlo.

Uno stile WUSHU

Questa distinzione non è semplicemente attribuita a un singolo stile di arti marziali. Sebbene sia certamente un esperto di Kung Fu, ha anche imparato un gran numero di altre forme di arti marziali, che lo hanno aiutato in numerose situazioni combattendo vari nemici. Come Bruce Lee, è un maestro di Wushu, che è un termine generico per un’ampia varietà di arti marziali cinesi.

Possiede anche numerose abilità nell’utilizzo della pistola ed è un maestro di jian. Usa una spada dritta a doppio taglio per combattere. Abile anche nell’uso di numerose armi tra cui lo shuriken e molte altre.

Shang-Chi curiosità

Curiosità sul padre di Shang-Chi

Quando la Marvel ha ottenuto i diritti sul Dr. Fu Manchu, il personaggio è stato creato all’interno dell’Universo Marvel come un super-criminale. Suo figlio, Shang-Chi era un personaggio completamente nuovo che era considerato “precedentemente sconosciuto” dalla serie pulp. Durante tutta la sua adolescenza, Shang-Chi era completamente all’oscuro delle malvagie ambizioni di suo padre, ma presto scoprì la sua vera natura.

Quando il suo addestramento fu completo, fu mandato in missione da suo padre per eliminare un nemico di nome Dr.Petrie, ma invece incontrò la nemesi di suo padre, Sir Denis Nayland Smith. Fu Smith ad aprire gli occhi sulla malvagità di suo padre e da quel momento in poi si ribellò a suo padre. Fu Manchu persistette come suo nemico per qualche tempo durante la pubblicazione di Shang-Chi.

Se hai visto il film noterai i molteplice dettagli differenti rispetto alla narrazione filmica. Ma questo è anche il bello di poter confrontare due opere e scoprirne le differenze che inscenano lo stesso protagonista!

Marco Salati
Scrive come tesi di laurea “ Il cinema nella mente” perché per lui la relazione tra cinema e psicologia è tutto. Ama vivere nel sogno, o semplicemente far vivere i suoi di sogni, purché questi vengano vissuti in maniera personale. Non dimentica mai che “In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno” e in quel viaggio cosi folle “ Perdersi è meraviglioso”.