No Rest for the Wicked – Anteprima – PC Steam

Grazie a Moon Studios e Private Division sono riuscito a mettere le mani su una copia in Accesso Anticipato della loro ultima fatica (ancora in corso d’opera), No Rest for the Wicked, e quindi sono pronto a darvi una mia idea personale del prodotto, per guidarvi nella scelta sulla classica domanda che attanaglia ogni gamer all’uscita di un nuovo gioco: “Lo compro o non lo compro?”… scopriamolo insieme, ma prima via col trailer!

Anteprima di No Rest For The Wicked: Un’Avventura Isometrica con un’Anima Soulslike

Un Nuovo Capitolo per i Moon Studios

Moon Studios, rinomati per i loro apprezzati titoli Metroidvania: Ori and the Blind Forest e Ori and the Will of the Wisps, hanno intrapreso un percorso diverso con il loro nuovo gioco No Rest For The Wicked. Questo titolo rappresenta un cambio radicale dai loro precedenti lavori, mescolando elementi tipici dei giochi Soulslike con una visuale isometrica, offrendo così un’esperienza di gioco unica. Ambientato in un universo cupo e complesso, No Rest For The Wicked accoglie i giocatori con un’atmosfera densa e combattimenti impegnativi che richiedono una gestione accurata della stamina e precisione negli attacchi.

Un’Avventura Oscura e Complessa

Il gioco inizia in una tetra e desolata zona costiera, caratterizzata da relitti di navi e fortificazioni crollate, dove perfino i granchi rappresentano una minaccia significativa. Il gameplay richiede sacrificio e strategia. È cruciale, ad esempio, gestire il peso dell’equipaggiamento per evitare la penalità del fat rolling, mentre l’esplorazione svela segreti nascosti dietro muri distruttibili e angoli oscuri che fanno venire voglia di ruotare la telecamera ad ogni occasione (peccato che non si possa). Il mondo di No Rest For The Wicked è un ambiente vibrante e dettagliato, che dimostra la maestria del team di sviluppo.

La Città di Sacrement

Uno degli aspetti più affascinanti del gioco è la città di Sacrement, con il suo design verticale e intrecciato. La città sembra quasi viva, con una chiara distinzione tra le aree abitate dai ricchi e quelle dei poveri. L’acquisto di proprietà riflette questa stratificazione sociale, arricchendo ulteriormente il contesto del gioco. Comprare una casa in periferia costerà molto meno che comprarne una in centro per far dormire il nostro personaggio… A tal proposito volevo segnalare che l’assenza di cicli giorno/notte per cittadini e venditori controllati dall’IA rappresenta una piccola mancanza, che avrebbe potuto aumentare l’immersività del gioco, ma probabilmente renderne più difficile lo sviluppo.

Comparto Visivo e Atmosfera

No Rest For The Wicked eccelle dal punto di vista visivo, con un’attenzione ai dettagli che pochi giochi riescono a raggiungere.

Anche le scene di intermezzo sono particolarmente spettacolari, dando al mondo di gioco un aspetto da opera d’arte concettuale. Le aree del gioco cambiano nel tempo, rendendo ogni ritorno un’esperienza unica e imprevedibile. Una zona esplorata con successo e apparentemente tranquilla, se visitata nuovamente, può rivelarsi ostile e piena di nemici.

Nonostante l’alta qualità visiva, il gioco soffre ancora di alcuni problemi tecnici come cali di prestazioni e crash, che si spera vengano risolti prima del rilascio ufficiale, ma una cosa è certa, ogni crash mi ha sempre portato come un automa a far ripartire il gioco per ricominciare a giocare, senza colpo ferire e questo è una variabile da non tralasciare per niente al mondo, perchè la dice lunga su quanto io mi sia infognato nella storia.

Sistema di Progressione ed Economia

Il sistema di livellamento e l’economia del gioco riflettono la durezza del mondo di No Rest For The Wicked. Ogni moneta guadagnata, ogni punto esperienza e ogni pezzo di equipaggiamento devono essere conquistati con fatica.

  • Missioni: Sia le missioni principali che quelle secondarie sono ben scritte e gratificanti, spesso indistinguibili l’una dall’altra, il che è un grande merito per gli sviluppatori.
  • Descrizioni Dettagliate: Le descrizioni delle armi e delle armature, in stile Destiny, aggiungono un ulteriore livello di profondità al gioco.

Problemi e Potenziali Miglioramenti

Nonostante le solide fondamenta, No Rest For The Wicked presenta alcune aree che necessitano di miglioramenti:

  • Gestione delle Risorse: La gestione delle risorse come legna e minerali è complessa, e il bilanciamento della disponibilità di alcune materie prime andrebbe rivisto.
  • Mancanza di Esecuzioni: L’assenza di esecuzioni sui nemici riduce un po’ la soddisfazione nei combattimenti.
  • Danni Elementali: I danni elementali delle armi non sempre influenzano i nemici come ci si aspetterebbe. Usare un’arma che infligge danni da fuoco senza un indicatore specifico per questi danni è poco gratificante e non rende giustizia all’abilità speciale dell’arma, mandando un po’ all’aria la spettacolarità delle descrizioni.

Conclusione

Attualmente in Early Access, No Rest For The Wicked mostra un potenziale significativo ma anche alcune criticità. Moon Studios è consapevole dei problemi e sta lavorando diligentemente per migliorare il gioco con aggiornamenti costanti. Le basi per una storia avvincente e un endgame promettente sono state gettate, ma al momento l’esperienza di gioco può variare notevolmente da giocatore a giocatore.

Con ulteriore sviluppo e rifinitura, No Rest For The Wicked ha il potenziale per diventare un titolo eccezionale, capace di competere con i migliori giochi tripla A delle case di produzione più rinomate. Moon Studios ha dimostrato di essere un team esperto e innovativo, pronto a portare i giocatori in un viaggio coinvolgente e impegnativo attraverso un mondo oscuro e affascinante.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime news e sulle ultime novità dello store, non dimenticare di seguirci su Instagram (Nerdream.it e  Nerdream Store), Facebook e Telegram!
Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo Commodore64”