Internet per Aziende: cosa offre il mercato?

Internet per Aziende: cosa offre il mercato?

La transizione digitale è un processo che molte aziende hanno avviato già da anni e che sta portando i suoi frutti, sia in termini di alleggerimento della macchina lavorativa, con processi più rapidi e gestione del lavoro più agile, sia in termini di connessione col mondo esterno.

Negli ultimi decenni, il modo stesso di fare impresa, di lanciare progetti e vendere prodotti è cambiato.

Molte funzioni aziendali hanno bisogno di restare sempre connesse, per intercettare nuovi clienti e fidelizzare quelli esistenti. Dai siti web alle e-mail, dalla gestione dei software da remoto fino all’assistenza da parte delle software house, dallo smart working, fino alla gestione di e-commerce: per un’impresa sarebbe impensabile portare avanti il proprio lavoro senza una connessione a internet stabile, sicura veloce. Basta pensare alla mole di dati e informazioni che ogni azienda gestisce e a quale danno potrebbe esserle causato da un attacco hacker o da un tentativo di bloccare il sistema. Aggiornamenti di programmi, bonifici, comunicazione interna ed esterna, relazioni con fornitori e investitori sono solo una parte dell’attività aziendale che si svolge online e grazie all’ausilio della rete internet.

Ma assicurarsi una connessione sempre rapida e sicura è sempre possibile? Quali prodotti mette a disposizione il mercato per poter soddisfare questa esigenza, persino dove non arrivano i cavi della fibra? Vediamo insieme alcune modalità di connessione attraverso la fibra ottica, una evoluzione della classica connessione via cavo di rame, realizzata con materiali più sofisticati e in grado di trasferire molte più informazioni in molto meno tempo.

Fibra ILC

Qualcuno l’avrà sentita nominare e si sarà anche chiesto la Fibra ILC cos’è. Questa è un tipo di connessione che si realizza con un cavo di fibra ottica che viene installato appositamente per collegare un utente alla centrale di zona. Si realizza generalmente per le grandi imprese, dato che prevede una serie di scavi e lavori realizzato ad hoc, è estremamente sicura perché non prevede alcuna condivisione con altri utenti e serve a connettere utenti dislocati in zone non connesse dalla rete comune.

FWA

L’FWA segue più o meno la stessa logica della Fibra ILC, ma sfruttando una tecnologia diversa. Lo scopo, infatti, è sempre quello di collegare zone remote, non raggiunte dalla fibra. Letteralmente sta per Fixed Wireless Access e consiste in un sistema di connessione misto che, da una parte, sfrutta la fibra e, quando questa si interrompe, si appoggia sui segnali radio, per raggiungere il router Wi-Fi.

FTTH e FTTC

FTTH e FTTC sono due connessioni che sfruttano entrambe la rete della fibra ottica, ma si estendono in modo differente. Basta estendere l’acronimo, per comprendere che FTTC sta per Fiber to the Cabinet, mentre FTTH sta per Fiber to the Home. In altre parole, il primo sistema sfrutta una rete combinata, parte fibra ottica fino alla cabina più vicina e parte cavi in rame fino alla residenza dell’utente, il secondo, invece, prevede una connessione in fibra fino alla casa del fruitore.

Va da sé che, in questo modo, anche la stabilità e la velocità di connessione sia differente e più o meno performante.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime news e sulle ultime novità dello store, non dimenticare di seguirci su Instagram (Nerdream.it e  Nerdream Store), Facebook e Telegram!
Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo Commodore64”