Milano Comics&Games – La mia Esperienza in Fiera

Il 17 e il 18 settembre si è tenuto il Milano Comics&Games, fiera del fumetto che ha avuto luogo a Malpensafiere (Busto Arsizio). Ho avuto il piacere di visitarla nel pomeriggio di domenica 18: Ecco le mie considerazioni a riguardo e il racconto della mia esperienza in fiera.

La fiera occupava 3 padiglioni e una zona centrale all’aperto, dove potersi riposare e assistere agli eventi. Inoltre c’era un’area food esterna, con stand e tavoli, ma gli stand dedicati a cibo e bevande erano presenti anche all’interno dei padiglioni. Uno di questi ultimi era totalmente dedicato a lego, modellini e altre attività, tra cui le lezioni della Scuola del Fumetto.

Tra gli ospiti presenti c’erano influencer, streamer, artisti e autori, indipendenti e non.

Gli autori, gli artisti e le realtà indipendenti hanno potuto esporre i loro lavori nell’Artist Valley e nella Self Area. Proprio queste sono state le prime zone della fiera che ho visitato, appena arrivata.

Distinguere le due aree non è stato facile, soprattutto per la mancanza di una mappa grazie alla quale orientarsi. Ciò ha reso la mia intera visita molto confusionaria.

In ogni caso, il padiglione in questione ospitava una gran quantità di realtà indipendenti interessanti e tutte da scoprire, oltre allo stand di Tora Edizioni e di tanti altri espositori.

Ho poi visitato un altro padiglione che ospitava principalmente manga, quindi fumetterie, gadget, magliette e altri oggetti nerd.
Sempre per la mancanza di una mappa e di indicazioni chiare all’interno, mi è stato difficile individuare le principali case editrici. Col senno di poi, posso dire che forse ne era presente una soltanto, ma non ne sono sicura perché il nome non era esposto in bella vista sullo stand.

Ho invece individuato molto facilmente lo stand di Mangasenpai, che oltre a manga italiani offriva una grande quantità di BL giapponesi.

Devo sottolineare che i tre padiglioni non erano grandissimi, ma erano pieni di espositori.

Avendo bene in mente il Cartoomics nelle sue edizioni del 2018 e del 2019, posso dire che il Milano Comics&Games è stata una fiera più piccola, più tranquilla, ma comunque ricca di cose da vedere, realtà da scoprire e persone da incontrare.

Malpensafiere, che la ospitava, si trova decisamente fuori Milano, ma è collegata tramite pullman e dispone di ampi spazi dove parcheggiare l’auto.

Malgrado la mancanza di una mappa mi abbia creato grosse difficoltà a orientarmi all’interno, ho potuto esplorarla tutta nel solo pomeriggio di domenica.

Va detto che io ero interessata a incontrare amici artisti, scoprire realtà indipendenti e fare acquisti, ma gli ospiti e le attività interessanti, tra cui la gara di cosplay, non mancavano affatto.

Sono rimasta fino a poco prima dell’orario di chiusura, passando un soddisfacente pomeriggio all’insegna di acquisti e amicizia, in un clima piacevole e rilassato.

Pur trattandosi di una fiera di piccole dimensioni, il Milano Comics&Games ha ospitato una buona quantità di attività e di espositori, perciò ci tornerò molto volentieri in occasione delle prossime edizioni. Unica vera pecca della giornata è stata la mancanza di una mappa con annessa numerazione degli stand, per potersi orientare.

 

Instagram will load in the frontend.
Elisa Fioredichill
Appassionata di Manga e di Fumetto in generale, gestisce un canale Youtube e una pagina Instagram dove condivide le sue letture. Fan di Star Wars da sempre, si è aperta ultimamente ad altre saghe nerd scoprendo un mondo meraviglioso. Con due amici porta avanti un progetto per sostenere il Fumetto Italiano in tutte le sue forme, dalle case editrici più conosciute alle piccole realtà indipendenti. Nella “vita vera” studia Grafologia con l’intento di approfondire ogni applicazione della disciplina, per poter lavorare in questo campo, un giorno. “Noi siamo ciò che scriviamo.”