Monotone Blue – Recensione – Manga BL – J-Pop

Monotone Blue – Recensione

Dopo Girl from the other side, Wizdoms e Love from the other side, Nagabe torna nelle librerie e fumetterie italiane con Monotone Blue, di genere BL. Ecco la nostra recensione del manga.

Sulla scia di Wizdoms, ma ambientata in uno scenario diverso, l’opera è edita J-Pop ed è un volume unico.

Monotone Blue – Recensione – La Trama…

In un mondo abitato da animali antropomorfi, Hachi è un giovane gatto annoiato che frequenta il liceo. Trova che il mondo sia monotono in quanto, ai suoi occhi, esso si limita al blu, al giallo e al bianco.

Nella scuola, dove tutti gli studenti sono mammiferi, arriva un nuovo ragazzo: la lucertola Aoi.

Hachi è uno dei pochi a non interessarsi del nuovo arrivato. Per lui la presenza di Aoi non conferisce niente di nuovo alla vita scolastica, noiosa e monocromatica.

Tuttavia un giorno, osservando da lontano il compagno, Hachi scopre che lui ha un segreto: la sua coda, sempre coperta, è di un colore blu intenso.

Questa novità accende il suo interesse, perciò Hachi decide di mantenere il segreto, ma in cambio il compagno dovrà… fargliela vedere ancora!

Monotone Blue racconta in modo delicato e coinvolgente la storia di Hachi e Aoi, che si avvicinano fino a instaurare un legame solido, non senza difficoltà.

Le vicende si susseguono in un modo leggero e mai noioso, facendoci conoscere meglio i protagonisti man mano che interagiscono tra loro, ma non è tutto.

Il mondo in cui vivono, che può sembrare molto differente dal nostro, in realtà non è poi così distante. I protagonisti, per quanto siano animali antropomorfi, hanno le nostre stesse preoccupazioni, oltre agli stessi problemi.

Hachi, costantemente annoiato da una realtà monotona, fa pensare ai giovani che non trovano stimoli nella loro quotidianità. Allo stesso modo, Aoi è l’unico ragazzo “diverso” dagli altri, perché è una lucertola in una scuola di mammiferi.

Il manga, che promette una lettura leggera ed emozionante, si rivela anche profondo. Questo grazie alle esperienze presenti e passate dei protagonisti, che li hanno inevitabilmente segnati e condizionati.

Insomma, in quest’opera possiamo leggere tra le righe alcuni temi importanti, riuscendo persino a ritrovarci nei personaggi e nel loro vissuto.

Per molti versi, Monotone Blue ricorda una delle opere precedenti dell’autore, Wizdoms. Si rivela però ancora più profonda e interessante di quest’ultima.

In quanto alla storia d’amore, anche in questo aspetto il manga richiama Wizdoms, riuscendo però a superarlo. Racconta infatti qualcosa di più completo e soddisfacente, seppur comunque delicato.

Monotone Blue è senza dubbio una lettura adatta a chi vuole approcciarsi per la prima volta al BL. Inoltre è apprezzabile anche dai lettori più navigati di questo genere, perchè si discosta da una realtà classica per mostrarci qualcosa di nuovo, ma comunque vicino a noi.

Elisa Fioredichill
Appassionata di Manga e di Fumetto in generale, gestisce un canale Youtube e una pagina Instagram dove condivide le sue letture. Fan di Star Wars da sempre, si è aperta ultimamente ad altre saghe nerd scoprendo un mondo meraviglioso. Con due amici porta avanti un progetto per sostenere il Fumetto Italiano in tutte le sue forme, dalle case editrici più conosciute alle piccole realtà indipendenti. Nella “vita vera” studia Grafologia con l’intento di approfondire ogni applicazione della disciplina, per poter lavorare in questo campo, un giorno. “Noi siamo ciò che scriviamo.”