Poporoya compie 45 anni e celebra Splatoon 3

Oggi esce Splatoon 3, e Poporoya il primo Sushi Bar d’Italia celebra l’uscita con un chirashi speciale!

Lo sparatutto targato Nintendo più colorato di sempre sta per tornare: oggi 9 settembre, Splatoon 3 arriva sulla famiglia di console Nintendo Switch con nuove armi, mosse, scenari, abbigliamento e molto altro ancora.

Insieme a questo attesissimo capitolo torna anche il suo cast di personaggi bizzarri, composto da gamberi fritti parlanti, meduse con outfit all’ultima moda, creature umanoidi in grado di trasformarsi in calamari e tanti altri, tutti ispirati al mondo marittimo. I giocatori si troveranno così a sfidarsi in mischie mollusche o a collaborare in una Salmon Run, combattendo contro giganteschi Salmonoidi.

Sono questi gli elementi che hanno ispirato lo storico ristorante giapponese Poporoya a dedicare al videogame Splatoon 3 una versione unica di uno dei suoi piatti più iconici, il chirashi. Tutti gli appassionati di gaming e food potranno acquistarlo dal 9 al 16 settembre nel ristorante di Via Eustachi, 17 a Milano e in esclusiva per l’asporto su Glovo.
Una doppia celebrazione: il
2022 segna anche il 45° anniversario del primo sushi bar d’Italia, fondato nel 1977 dal maestro Hirazawa Minoru, detto Shiro. Proprio lo chef, ormai vera e propria icona del locale, è protagonista, insieme alla figlia Mami, di un video che racconta la preparazione dello speciale chirashi dedicato al videogioco Nintendo: https://bit.ly/3AUqVoj.

Il chirashi, termine che significa “sparpagliato” e che rende perfettamente l’idea di una ciotola di riso su cui vengono posti gli ingredienti del sushi senza un ordine preciso, è un piatto tipico della cucina giapponese ed è il cavallo di battaglia di Poporoya, che lo ha reso noto a livello nazionale e che attira centinaia di clienti ogni giorno desiderosi di provare quello che viene riconosciuto dai più come il chirashi più buono d’Italia. L’imperdibile chirashi dedicato a Splatoon 3 gioca tutto sui colori che caratterizzano il videogioco, con il tipico tamagoyaki (frittata giapponese) giallo e lo shiso viola. Ci sono poi il gambero fritto, proprio come il personaggio Gamberto, il salmone, che richiama i temibili Salmonoidi contro cui i giocatori si troveranno a combattere nel videogioco, l’oboro e lo shiromi, pesci tipici della tradizione nipponica. Il chirashi sarà in vendita per una settimana, a partire dal 9 settembre, presso il ristorante Poporoya e sullo store Glovo dedicato. Tutti coloro che lo acquisteranno riceveranno non solo dei gadget esclusivi* a tema Splatoon 3, ma anche un codice coupon che offre 10€ di sconto sull’acquisto del videogioco nei punti vendita e sul sito GameStop.

La serie Splatoon, nata nel 2015 su Wii U, è davvero unica nel suo genere per merito di una meccanica molto particolare che vede i giocatori sfidarsi a squadre non con l’obiettivo di eliminare i membri del team avversario, bensì di ricoprire il più possibile gli scenari di gioco con l’inchiostro del proprio colore giocando di strategia. Gli appassionati si sfideranno nei panni di creature antropomorfe chiamate Inkling e Octoling a colpi d’inchiostro nella città di Splatville e nell’arida Splattonia, scoprendo funzioni, armi e l’equipaggiamento più trendy dell’anno. In Splatoon 3 le cosiddette mischie mollusche daranno vita a emozionanti battaglie online 4 contro 4 con scenari nuovi e altri già noti, dove le squadre si sfideranno a chi ricopre più terreno con il proprio inchiostro. Oltre ai frenetici scontri a squadre, il gioco avrà anche una campagna per giocatore singolo e una nuova versione della modalità cooperativa Salmon Run.
Nella modalità per giocatore singolo, i giocatori aiuteranno il personaggio
Numero 3 a combattere gli Octariani per svelare i segreti di Alterna e della melma pelosa. Coloro che si tufferanno nella Salmon Run potranno invece splattare in compagnia e sconfiggere ondate di pericolosi Gran Salmonoidi.

Proveniente dalle onde marittime di Roma, o meglio Ostia, è un grande appassionato di videogiochi, serie tv, film e libri thriller. Cresciuto a suon di pizza, pasta e videogiochi, si è guadagnato il rispetto tra i più famelici mangiatori d'Italia.