Arthdal Chronicles – Iniziate le riprese della Seconda Stagione!

Arthdal Chronicles – Seconda stagione

Dopo tre anni dalla fine della prima, sono finalmente iniziate le riprese della seconda stagione del drama fantasy storico coreano Arthdal Chronicles. E non è l’unico progetto in corso!

Buone notizie dopo una lunga attesa

Nella prima stagione abbiamo scoperto la mitica terra chiamata Arth, in cui gli abitanti della città di Arthdal e delle regioni circostanti lottano per il potere, allo scopo di costruire una nuova società. Eun-seom nel tentare di salvare la sua tribù, apprende la verità sulle sue origini, e rimane coinvolto nella guerra che sembra voler abbattersi su Arth.

La seconda stagione di Arthdal Chronicles, originariamente prevista subito dopo la fine della prima, era stata rimandata a causa della pandemia. A tre anni di distanza dall’uscita dell’ultimo capitolo della prima stagione abbiamo finalmente delle buone notizie: le riprese dell’attesissima serie sono iniziate il 22 Agosto!

Secondo quanto riferito, le riprese della seconda stagione saranno girate, come per la prima, a Gyeonggi-do. Purtroppo, a causa delle precipitazioni da record a Seoul e nei dintorni in questi giorni, le riprese sono slittate di una settimana.

Lee Joon Gi e Shin Se Kyung – I nuovi volti di Eunsom, Saya e Tanya

Già ad Aprile i membri del cast della nuova stagione si erano rivelati essere Lee Joon Gi (Flower of Evil) nel ruolo dei gemelli Eunsom e Sayae Shin Se Kyung (Run On) nel ruolo di Tanya. Nella prima stagione i ruoli dei due protagonisti erano interpretati da Song Joong Ki e Kim Ji Won, ma gli attori Lee Joon-gi e Shin Se Kyung li hanno sostituiti nella seconda. I ruoli di Tagon e Taealha, interpretati rispettivamente da Jang Dong Gun e Kim Ok Bin, sono invece rimasti invariati. I quattro attori hanno anche preso parte ad una recente lettura della sceneggiatura che la produzione di TvN ha rivelato esserci stata il 6 Agosto.

Ad occuparsi della sceneggiatura della seconda stagione sono Kim Young Hyun e Park Sang Yeon, e sarà diretta da Kim Kwang Sik, il regista di “The Great Battle“.

Stando alle ultime rivelazioni fatte, la storia sarà ambientata dieci anni dopo la fine della prima stagione. Per questo, avere dei nuovi attori e cambiare i volti dei due protagonisti non creerà problemi. Anche se, ovviamente ci dispiacerà non poter rivedere nella serie Song Joong Ki e Kim Ji Won.

Altri progetti in programma

La prima stagione del drama divenne molto popolare in Corea del Sud per la sua trama interessante e l’ambientazione unica. I fan la elogiarono anche per i temi trattati, come il significato di appartenere ad una tribù, formare un’alleanza e creare una nazione, oltre tutto ciò che è legato alla religione, all’avidità e sete di potere dell’uomo. Al termine della prima stagione, in molti sono rimasti in attesa della seconda e, all’inizio di quest’anno, sono state fatte le prime dichiarazioni in merito.

Secondo quanto rivelato a Febbraio, Studio Dragon prevedeva di rilasciare la seconda stagione di Arthdal Chronicles all’inizio del 2023, insieme a un webtoon e un MMORPG.

Netmarble e Studio Dragon stanno collaborando insieme per lo sviluppo di quest’ultimo progetto. Netmarble durante il suo 5° NTP (Netmarble Games Together with Press) ha annunciato Arthdal ​​Chronicles tra i giochi della sua formazione. Qui sotto potete trovare il trailer del gioco.

Se non avete mai visto la serie ma siete curiosi di saperne di più, potete trovare la prima stagione su Netflix. Per gli altri progetti in cantiere non ci resta che incrociare le dita e restare in attesa di ulteriori aggiornamenti!

Victoria Rossi
Battezzata da Dragonball, cresciuta dal Signore degli Anelli e sposata con i drama coreani. Per Vicky il cinema, le serie tv, i videogiochi, ed i giochi da tavolo sono i quattro pilastri che sorreggono la sua quotidianità, ravvivata dalle note del k-pop. Il suo superpotere? Inserire citazioni di Aldo Giovanni e Giacomo in ogni discorso, per questo "non importa che tu sia un armadillo o un pavone, l'importante é che se spoileri me lo dici prima. No, un attimo... Non era così... Miiii ma proprio io devo fare la voce fuori campo".