Call of Duty: Modern Warfare II – Gameplay e blogpost della missione Dark Water

Call of Duty: Modern Warfare II, una piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico sta trasportando merci che potrebbero innescare un conflitto globale: un’arma pronta a colpire

Call of Duty: Modern Warfare II, la Task Force 141 ha trovato informazioni che mostrano missili nascosti a bordo di una piattaforma offshore. Spediti in mare aperto, una squadra di Soap, Ghost e l’operatore delle forze speciali messicane Alejandro, un nuovo alleato e veterano esperto, combattono condizioni meteorologiche avverse molto prima di affrontare il nemico.

Presentazione dell’Operazione Dark Water, una missione della campagna in Call of Duty: Modern Warfare II sviluppata da Infinity Ward.

Questo primo sguardo è un rapido tuffo nel mare profondo, che è l’esperienza per giocatore singolo del gioco. È stato rivelato per la prima volta al Summer Games Fest, ospitato da Geoff Keighley, dove il direttore generale di Call of Duty Johanna Faries e il direttore narrativo di Infinity Ward, Jeff Negus, hanno preparato il terreno per il debutto mondiale della missione.

La rottura

Da qualche parte nel Golfo del Messico, tre squadre sono su motoscafi diretti a una piattaforma petrolifera. Sul retro di una nave, il comandante della PMC Graves della Compagnia Ombra trasmette informazioni dal quartier generale a Soap e Alejandro.

La missione? La Task Force 141 e la Compagnia Ombra devono salire a bordo della piattaforma, eliminare le forze ostili e disarmare il missile… se le loro informazioni sono buone e se il missile esiste.

Seguendo gli ordini di “mettersi al lavoro” da un leader affidabile al quartier generale, lo squadrone si arrampica sull’impianto di perforazione e inizia a sgombrare l’ufficio inferiore e le passerelle. Giocando nei panni di Soap, iniziamo a camminare dietro Graves prima di entrare in un ufficio e liberare rapidamente la sua sicurezza.

Mentre saliamo le scale in posizione impilata con Graves, Alejandro e un altro operatore della Compagnia dell’Ombra, Ghost comunica via radio che è sulla nave con il Fireteam 3 della Compagnia dell’Ombra. Spostandoci nella baracca delle esercitazioni, otteniamo la conferma: il missile è sulla piattaforma .

Da qui esplode il caos: dopo aver fatto breccia nella baracca, un operatore cade e l’intera piattaforma è in massima allerta. Un bagliore spara nel cielo mentre raccogliamo alcune attrezzature tattiche e ci spostiamo sul ponte principale, dove montiamo un container sulla nave.

Eliminando tutti a bordo, Soap e Graves hanno trovato il container del missile su un eliporto… solo che mancano i controlli. Graves, rispondendo via radio a un altro ufficiale di alto livello al quartier generale con informazioni sul fatto che i controlli sono su una nave che lascia la piattaforma, riceve una risposta severa:

“Hai i tuoi ordini, figliolo: ferma quel lancio.”

Tornando in discesa verso il conducente della barca, iniziamo l’inseguimento, che si conclude con un atterraggio di fortuna sul ponte principale che lascia l’intera squadra sanguinante ma in grado di riprendere i sensi. Quando ci alziamo in piedi, ci rendiamo conto che questa nave sta affrontando acque agitate; tutto ciò che non è imbullonato o umano sta scivolando intorno alla nave.

Questo è solo un esempio di come le missioni della campagna saranno più dinamiche e realistiche, qualcosa su cui l’originale Call of Duty: Modern Warfare ha iniziato a innovare rispetto ai giochi precedenti. Non solo i giocatori dovranno lottare con le forze nemiche, ma potrebbero anche dover affrontare gli elementi, come andare sott’acqua per aggirare il territorio nemico.

Restiamo sul livello del mare per questa missione, ma a malapena. Spostandoci attraverso la barca evitando il fuoco nemico e venendo schiacciati da diverse tonnellate di metallo, raggiungiamo la stiva piena d’acqua dove un getto d’acqua abbatte un soldato prima di infliggere i colpi finali.

Mentre saliamo all’ingresso del ponte, ci prepariamo a fare breccia nella cabina con Graves…

E il resto è quello che vivrai ad ottobre.

 

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”