Annunciato Yomawari: Lost in the Dark

Un nuovo capitolo della suggestiva serie horror di Nippon Ichi Software è emersa dall’ombra con una inedita storia ambientata in un mondo spaventosamente familiare,!

In Yomawari: Lost in the Dark, per spezzare una maledizione posta su di lei, una giovane ragazza deve avventurarsi di notte nelle strade infestate della sua città per cercare i suoi ricordi perduti mentre elude gli spiriti contorti che si nascondono nell’oscurità.

A proposito del gioco:

Una giovane ragazza si risveglia in una foresta oscura e sconosciuta senza ricordare come ci sia arrivata. Mentre cerca la via d’uscita, incontra un misterioso individuo che le rivela di essere stata maledetta. Per spezzare la maledizione, ha bisogno di esplorare le strade della sua città di notte per cercare i suoi ricordi perduti. Tuttavia, fantasmi malevoli si nascondono nell’ombra e la ragazza deve evitarli correndo, nascondendosi e chiudendo gli occhi se spera di sopravvivere abbastanza a lungo da spezzare la sua maledizione.

La notte continua: un altro capitolo della suggestiva serie horror è emerso dall’ombra! Con una nuova storia ambientata in un mondo spaventosamente familiare, i fan nuovi e quelli di ritorno possono tuffarsi subito.

  • Home Sweet Haunt: l’inquietante sound design e gli ambienti ombrosi preparano il terreno per fantasmi raccapriccianti e terrificanti mai visti prima nella serie.
  • New Fear, New Me: per la prima volta in Yomawari, puoi personalizzare l’aspetto del tuo personaggio cambiando acconciatura, colore dei capelli, vestiti e accessori.
  • See No Evil: fai tutto il necessario per sopravvivere ai terrori della notte. Svela allo stesso modo segreti e spettri usando la tua torcia. Trova indizi mentre ascolti il ​​battito del tuo cuore per rilevare i fantasmi vicini e utilizza una nuova meccanica, chiudendo gli occhi, per evitare lo sguardo degli spiriti maligni che ti osservano.
Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”