View – Recensione Fumetto BL Italiano – Mangasenpai

View – Mangasenpai – Recensione

Dopo circa 1 anno dalla sua pubblicazione, ho finalmente avuto l’occasione di leggere il primo volume di View, fumetto boys’ love italiano edito Mangasenpai, ed ecco la mia recensione.

La trama di View

Si tratta della storia di Ken, ragazzo giapponese che frequenta un’accademia di moda. Lo seguiamo nel corso delle sue giornate, alle prese con la realizzazione dei suoi bozzetti, ma soprattutto scopriamo che è innamorato di Minoru, suo amico di infanzia nonché vicino di casa. Lui e Ken sono molto legati, ma sono solo amici in quanto a Minoru piacciono le ragazze.

Malgrado questo, vediamo che il ragazzo assume dei comportamenti ambigui nei confronti di Ken, che inaspettatamente se ne accorge e inizia a farsi due domande sull’amico.

La cura dei dettagli

A parte le questioni di cuore, che sono il focus principale del volume, si sente moltissimo la presenza del mondo della moda, del quale Ken fa parte. Scopriamo infatti che nel suo campo è praticamente un genio!

Nel corso del volume, vediamo Minoru andare in soccorso a Ken per un problema che riguarda proprio un evento al quale deve partecipare, portando con sé i suoi lavori. In questa occasione Minoru ha modo di vedere il protagonista all’azione, e con lui lo vediamo anche noi.

Tutto ciò che riguarda la moda potrebbe sembrare solo un dettaglio, ma in realtà è un elemento molto presente nella storia, oltre a essere molto curato.
Come dichiarato dalle autrici in una nota a fine albo, hanno collaborato con una sarta che ha realizzato per loro i bozzetti di Ken e tutti gli abiti prodotti dal ragazzo. Insomma, non hanno voluto lasciare niente al caso!

L’ambientazione

Un altro elemento molto importante è l’ambientazione giapponese, scelta insolita e rischiosa per degli autori italiani, ma anche molto affascinante.
Nel caso di View, le autrici sono andate a fondo anche in questo aspetto. Si sono informate su tutto ciò che serviva loro consultando persone che hanno vissuto in Giappone, perché niente nella storia rischiasse di risultare fuori posto.
Persino le case dei protagonisti e il fiume che vediamo nel fumetto sono luoghi reali, esistenti davvero nel Paese del Sol Levante.

Di conseguenza, il volume risulta essere una lettura veramente piacevole, dove nessun elemento stona con il resto. I protagonisti si muovono in un ambiente studiato in ogni minimo dettaglio, cosa che fa davvero la differenza.

Si tratta solo del primo volume per il momento, ma personalmente l’ho apprezzato moltissimo. I personaggi sono interessanti e tutti da scoprire, non solo qui ma anche nei volumi successivi, infatti la storia si comporrà in totale di 3 volumi ed è chiaro che abbiamo ancora molto da vedere.

Elisa Fioredichill
Appassionata di Manga e di Fumetto in generale, gestisce un canale Youtube e una pagina Instagram dove condivide le sue letture. Fan di Star Wars da sempre, si è aperta ultimamente ad altre saghe nerd scoprendo un mondo meraviglioso. Con due amici porta avanti un progetto per sostenere il Fumetto Italiano in tutte le sue forme, dalle case editrici più conosciute alle piccole realtà indipendenti. Nella “vita vera” studia Grafologia con l’intento di approfondire ogni applicazione della disciplina, per poter lavorare in questo campo, un giorno. “Noi siamo ciò che scriviamo.”
Available for Amazon Prime