Diablo 4 – Al via i test interni!

Activision Blizzard rassicura che lo sviluppo del prossimo gioco di ruolo d’azione Diablo 4 sta procedendo senza intoppi, con i test interni ben avviati.

Non è un segreto per nessuno che l’annuncio di Diablo 4 nel 2019 sia stato troppo prematuro. Il gioco di ruolo d’azione è in lavorazione da un po’ e le turbolenze e le controversie dietro le quinte di Activision Blizzard non hanno aiutato lo sviluppo del gioco. Ora, tuttavia, sembra che il gioco stia facendo dei progressi.

Nel suo recente rapporto fiscale trimestrale, Activision Blizzard ha confermato che lo sviluppo sia su Diablo 4 che su Overwatch 2 “sta procedendo bene”. In effetti, il primo sembra aver raggiunto un traguardo di produzione significativo e ora viene testato internamente “a livello aziendale”.

Naturalmente, non c’è per il momento ancora nessuna indicazione su quando il gioco potrebbe essere lanciato. A novembre dello scorso anno, Activision Blizzard ha annunciato che Diablo 4 era stato ritardato, anche se non era stata rivelata nemmeno allora una data di rilascio ufficiale.

Activision Blizzard ha anche annunciato che Diablo Immortal verrà lanciato per iOS e Android il 2 giugno, prima del lancio per PC in open beta nel corso dell’anno. La versione PC è praticamente simile alla versione mobile, fino al contenuto e all’interfaccia utente. L’obiettivo dietro l’esecuzione di una beta aperta per PC è ricevere feedback aggiuntivi dai giocatori su come procedere. Ci saranno anche nuovi contenuti sotto forma di nuove trame, nuovi dungeon, nuove classi e così via gratuitamente dopo il lancio.

Diablo Immortal supporterà anche il crossplay e la progressione incrociata, consentendo ai giocatori di trasferire i progressi tra dispositivi mobili e PC senza problemi. Le pre-registrazioni sono attualmente attive per le future beta, quindi resta sintonizzati per maggiori dettagli nei prossimi mesi.

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”