Heineken porta il MetaBar nel mondo reale – Dal 7 al 10 aprile ai caselli Daziari di Milano

I caselli Daziari di Milano in piazza Sempione si accenderanno di azzurro grazie all’esclusivo MetaBar di Heineken: il primo bar in cui il confine tra realtà e metaverso è senza soluzione di continuità.

Il MetaBar è un bar avveniristico ideato da Heineken in occasione del lancio della nuova Heineken Silver, la prima birra virtuale presentata a marzo nel metaverso, che ora prenderà forma nel mondo reale e potrà finalmente essere gustata in questa nuova installazione.

All’interno del MetaBar, Heineken porterà i suoi ospiti in un viaggio futuristico dove, grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, anche un gesto semplice come ordinare una birra verrà reso unico. Questa installazione rispecchia perfettamente i tratti distintivi del brand, sempre proiettato verso il futuro per continuare a catturare l’attenzione dei suoi consumatori.

Il MetaBar sarà aperto dal 7 aprile per un evento solo su invito e al pubblico dall’8 al 10 aprile con un ricco calendario di appuntamenti a tema innovazione, musica e intrattenimento.  Ogni giorno dalle 20 si potrà partecipare a dei talk con opinion leader, influencer, artisti, giornalisti e ospiti d’eccezione, seguiti da esclusivi DJ set fino a mezzanotte.

  • Dal 7 al 10 aprile ai caselli Daziari di Milano, Heineken darà vita al primo MetaBar, un temporary bar esclusivo in cui l’unica cosa reale sarà la nuovissima Heineken Silver.
  • Un calendario ricco di appuntamenti: ogni giorno ospiti esclusivi intratterranno con talk a tema, e DJ di fama internazionale accenderanno di “Silver” le serate milanesi.

Il calendario completo e aggiornato sarà disponibile direttamente sul sito Heineken e sui canali social dell’azienda.

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”