Robert Pattinson afferma che gli spettatori rimarranno scioccati da quanto sia diverso questo Batman

La star di Batman, Robert Pattinson, afferma che il diverso tono del film potrebbe sorprendere alcuni fan, definendolo “triste e piuttosto toccante”. Io sono sempre più curioso, e voi?

Robert Pattinson Batman
Bruce Wayne – Robert Pattinson

Pattinson ha già parlato del tono e dell’approccio del film, definendolo un “film poliziesco”. Sebbene i fumetti spesso si basino sul ruolo di Batman come ” il più grande detective del mondo “, Pattinson ritiene che i precedenti film di Batman  di solito si siano allontanati da quell’aspetto del personaggio di Bruce Wayne. 

“Succede sempre nelle graphic novel”, ha detto, “ma è sempre un po’ in secondo piano nei film”.

Durante un intervista con la rivista Total Film l’attore ha inoltre descritto così le sue sensazioni sul film:

Quando l’ho visto per la prima volta, anche dalla prima inquadratura, il tono è incredibilmente diverso dagli altri film. Ed è così strano, e un po’… È triste e abbastanza commovente.

Ci sono stati anche indizi che il Bruce Wayne/Batman interpretato da Robert Pattinson sarà in un posto diverso da quello dei predecessori di Pattinson. “La cosa interessante è che questo Batman vive praticamente nella fogna. Non è da nessuna parte a casa, tranne che per strada quando indossa il costume”, ha rivelato Pattinson. Lo stesso attore paragona il suo Bruce a qualcuno che vive come un criminale senza commettere i crimini. “Potrei interpretare un supereroe solo se fosse davvero sporco!” ha aggiunto Pattinson.

Il regista di Batman paragona il Bruce Wayne di Pattinson a Kurt Cobain. Clicca QUI

The Batman: il rapporto tra Batman (Pattinson) e il fedele Alfred (Serkis)

Questa idea di Wayne in un posto mentale diverso è supportata dai commenti fatti dal co-protagonista Andy Serkis. In The Batman, Serkis interpreta Alfred Pennyworth, il fedele maggiordomo e mentore di Wayne. Ma secondo lui, il rapporto tra i due è più distante ed estraniato di quanto abbiamo visto sul grande schermo. “Bruce è in questo viaggio nichilista e si sono separati… È arrivato al punto in cui quasi non parlano più”, ha spiegato Serkis. “Ora vivono quasi in mondi separati”.

Per vedere esattamente quanto sarà diverso The Batman, dai un’occhiata alla programmazione cinema il 4 marzo e prenota il tuo posto in prima fila.

Marco Salati
Scrive come tesi di laurea “ Il cinema nella mente” perché per lui la relazione tra cinema e psicologia è tutto. Ama vivere nel sogno, o semplicemente far vivere i suoi di sogni, purché questi vengano vissuti in maniera personale. Non dimentica mai che “In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno” e in quel viaggio cosi folle “ Perdersi è meraviglioso”.