Metal Gear Solid (1998) – Retrogaming gameplay – Playstation

Metal Gear Solid (1998) – Retrogaming gameplay

Non sono mai stato un amante dei videogiochi stealth, ma in quel 1998 Metal Gear Solid mi lasciò letteralmente senza fiato. Avevo la Playstation da neanche un anno e pensavo che nulla potesse mai neanche avvicinarsi a Resident Evil. Ed invece Hideo Kojima decise di partorire dal suo genio quella che mio parere è la sua Opera Magna.

Non solo giochi da tavolo! Adesso sul mio canale Youtube potrai trovare nuovi contenuti sui videogiochi e nello specifico sul retrogaming: nasce AleRetroGamer! Voglio condividere con voi la mia collezione di videogiochi e in questo articolo vi mostrerò video e foto di Metal Gear Solid per Playstation.

Retro copertina

Metal Gear Solid ha cambiato il mondo dei videogiochi, ha portato il settore “al livello successivo”: il videogioco era diventato definitivamente un intrattenimento a 360° conosciuto in tutto il Mondo. Grafica, trama, giocabilità ed idee geniali (qualcuno ha detto Psycho Mantis??) permettono a Metal Gear Solid di essere considerato un capolavoro ancora oggi nel 2022.

E allora non perdiamo altro tempo ed andiamo a goderci questo video gameplay di Metal Gear Solid per Playstation. Mi raccomando, trattenete le lacrime! Ah, dimenticavo! Proprio qui sotto, dopo il video, potete trovare una bella gallery fotografica del gioco, non perdetevela!

Infine, vi ricordo ancora che potete trovare questo e tantissimi altri video sulla mia collezione di videogiochi retrogaming e sui giochi da tavolo all’interno del mio canale Youtube “La Ludoteca di AleBoardGamer”. Inoltre, se vi piacciono i miei lavori, potete aiutarmi a crescere iscrivendovi al canale e cliccando sulla campanellina per non perdere le prossime (tante) novità!

Alessandro “AleBoardGamer” Pugliese

FOTOGALLERY DI METAL GEAR SOLID

Alessandro Pugliese
Classe '83, fiero torinese ed assiduo instagramer con lo pseudonimo "aleboardgamer", si diverte a spiegare regolamenti sul suo canale Youtube "La Ludoteca di AleBoardGamer". Amante dei giochi da tavolo sin dalla tenera età di sei anni quando gli vennero regalati titoli d'antologia come Brivido, Hero Quest e L'isola di Fuoco, la sua missione è quella di espandere il credo dei boardgames per distogliere l'attenzione dagli smartphones e convincere le persone a riunirsi attorno ad un tavolo per socializzare, sviluppare l'ingegno e soprattutto divertirsi.