La Musica di Star Wars – EPISODIO VI – IL RITORNO DELLO JEDI

La musica di Star Wars – Episodio VI Il ritorno dello Jedi – Speciale a cura di Stefano Chianucci

Nota: in ogni articolo di questa serie vengono descritti i Temi che fanno la loro prima apparizione nell’episodio di riferimento stesso preso in analisi. Nel medesimo pezzo si elencano anche tutte le “apparizioni” successive dei temi specifici, riorchestrati che siano. Esempio: il Force Theme che appare per la prima volta in Episode IV è trattato nel pezzo di riferimento su Episode IV ma vengono descritte nello stesso articolo anche tutte le volte successive in cui il suddetto tema appare (anche cioè nei capitoli seguenti della saga). 

Per approfondire le funzioni della Musica per film si rimanda ai seguenti video dove si illustrano le funzioni di Commento/Accompagnamento e i Livelli della Musica nella drammaturgia filmico-musicale: esterno, interno, mediato.

Una guida breve per i neofiti degli episodi di Guerre Stellari: Come si guarda Star Wars? 

.

Episodio VI: Il ritorno dello Jedi

Luke & Leia’s Theme

Luke & Leia, che completa la trilogia dei temi d’amore, (ispirandosi anche nelle caratteristiche stilistiche ai suoi predecessori Leia’s Theme e Han Solo & Princess Leia), torna ad essere una composizione di tipo riflessivo, fortemente esplicativo del destino dei due ma anche nostalgico a rappresentare il tentativo di ricordarsi della propria madre e del proprio passato di fanciulli, ora che Luke a Leia sono riuniti e consapevoli di essere fratelli. L’esposizione del tema è nuovamente affidata al corno, già “elemento” della sola principessa. I violoncelli eseguono la seconda esposizione del segmento tematico, mentre la ripresa finale è affidata a tutta la sezione degli archi. Il brano successivo, Brother and sister, non a caso riprende questo tema e il tema della Forza, destino comune dei due fratelli. Williams conferisce a questo brano una certa aulicità, come se davvero ci stesse descrivendo l’incontro di due teste coronate; uno dei pezzi che certamente attribuisce più significato epico (in senso emozionale) al film.

Sith Theme/Emperor’s Theme

Sebbene Lucas non intendesse utilizzare alcun elemento musicale per Palpatine, convinto del fatto che nessun brano sarebbe stato capace di evocare dignitosamente una figura così complessa e così intrisa di fascino e mistero come quella dell’Imperatore, Williams realizzò un pezzo, utilizzando anche il coro, che benissimo rispecchiava questa distanza fascinatoria del personaggio, e il regista cambiò subito idea. Fa la sua prima apparizione nell’episodio VI come tema dell’Imperatore ma viene riutilizzato da Lucas nella nuova trilogia anche in più larga misura. Nell’episodio VI assume caratteri descrittivi dell’oscura figura: al suo arrivo sulla Morte Nera, nel momento in cui siede sul trono e Vader gli annuncia l’arrivo dei ribelli su Endor o quando tenta il giovane Skywalker offrendogli la spada laser e mostrandogli il lato seducente del lato oscuro. Torna di nuovo quando l’imperatore comunica a Luke che la sua flotta sta per essere distrutta e quando lo consiglia, suggerendogli la via del lato oscuro mentre questo combatte con Vader. E ancora mentre osserva compiaciuto lo sconto e nel momento in cui incita Luke a dare il colpo di grazia a suo padre per prendere posto al suo fianco. Sottolinea la forza di Palpatine attraverso un episodio accordale di tutta la sezione degli ottoni, quando tenta di uccidere Luke col force lightning. Ogni intervento del tema dell’Imperatore assume dunque caratteri descrittivi e rafforzativi, fatta eccezione per il carattere fascinatorio che ben rappresenta l’altra essenza del personaggio, quella della tentazione appunto.

Meno articolato ma più significativo è l’utilizzo che Lucas ne fa nella nuova trilogia già dall’episodio I, dove si limita ad utilizzarlo come commento delle brevi apparizioni di Sidious, rivelando allo spettatore a conoscenza della trilogia originale, la vera identità di questo Lord Sith altrimenti non meglio precisato dalla narrazione per immagini, né da una riga di dialogo di alcun personaggio. (Vedi il pezzo su EPISODE I per approfondire).  Ancor più interessante la funzione rivelatrice e premonitrice che assume in episodio II quando, fuso con la marcia imperiale, torna a fare il suo ingresso nel momento in cui Anakin racconta a Padmé della strage dei Tusken che ha appena compiuto: la vendetta, un atto sith commesso da un giovane jedi. La musica sottolinea e preannuncia il suo futuro e abbandona la sua funzione leitmotivica di tema dell’Imperatore per diventare tema generale dei sith. Torna di nuovo, quando Anakin pronuncia le parole «Io sono un jedi…».

Introduce successivamente Darth Sidious, che le immagini mostrano per la prima volta in carne ed ossa (e non in ologramma come fino a questo momento era sempre stato), quando il conte Dooku arriva nella sua dimora nella periferia industriale della città capitale di Coruscant, il suo nascondiglio. Il Sith Theme riappare qui, seguito da una nuova linea melodica affidata ad una voce femminile. Questa scelta rafforza il carattere mistico della presenza di Sidious, e della sua identità che ci viene suggerita solo dalla musica.

Nell’episodio III, il più dark dell’intera esalogia e apice del lato oscuro, il Sith Theme compare per la prima volta a premonizione di ciò che sta per avvenire (il passaggio di Anakin da jedi a sith) quando i maestri jedi Yoda, Mace Windu e Obi Wan parlano del futuro del loro giovane allievo, ma principalmente torna ad assumere la funzione leitmotivica di affiancare l’Imperatore: al suo arrivo su Mustafar per salvare Vader mutilato e avvolto nelle fiamme, al suo ritorno su Coruscant, qui contrapposto al Force Theme (come in montaggio alternato sono contrapposte anche le immagini che in questo caso quasi sottendono alla musica e ci mostrano il futuro di entrambe le fazioni avverse, jedi e sith, ognuna coi rispettivi temi).

Parade Of The Ewoks

Si tratta di un brano marginale che caratterizza il popolo degli ewoks, gli orsetti del pianeta boscoso presso il quale si combatte l’ultima battaglia fra alleanza ribelle e Impero. E proprio all’Impero questi ultimi verranno a contrapporsi, non solo nelle scene del film ma anche più metaforicamente con la loro marcetta dai toni buffi che riorchestrata più volte all’interno della battaglia finale è chiamata a descrivere il modo guerresco di questa singolare popolazione, che utilizza tecniche assai poco avanguardistiche ma permeate di un’efficacia che saprà mettere nei guai le più sofisticate armi imperiali. La sentiamo brevemente anche nella scena in cui Leia incontra Wicket Warrick, personaggio caratterizzante che nel film rappresenta il popolo degli orsetti.

Victory Celebration

Sia il compositore che Lucas sentirono il bisogno di dare maggior risalto al finale di quella che sarebbe presto diventata un’esalogia, proprio perché all’epoca dell’uscita della versione restaurata in VHS della trilogia classica (1997), il progetto di realizzare la nuova trilogia era ormai concreto. Victory celebration è stata appositamente composta a questo scopo. Nell’episodio VI vi sono infatti fotogrammi aggiuntivi che mostrano i festeggiamenti per la caduta dell’Impero in tutti i pianeti visti nel corso dei vari film (fra i quali è stato poi aggiunto anche Naboo, nell’edizione dvd del 2004). Con questo brano, l’intento di Williams è quello di creare un’atmosfera che sia in qualche modo insolita, specialmente per il gusto occidentale, ma che non sia ad ogni modo sconosciuta: ci riesce con la musica andina, non comune nel gusto europeo o statunitense ma precedentemente ascoltata dallo spettatore medio, il quale è portato a classificarla come qualcosa di remoto. E’ un problema di fondo che si ripresenterà più volte nell’esalogia: comporre brani attribuibili ai personaggi del film, se non concretamente attraverso un livello interno, ipoteticamente attraverso l’interpretazione di un loro possibile gusto musicale.

Gli ewoks sono soltanto una delle tante specie, dei tanti popoli nella galassia starwarsiana; per questo motivo Victory celebration, un brano con coro costituito da voci fanciullesche e strumenti come flauti e percussioni etniche, tutti elementi attribuibili al popolo degli orsetti, non sarà l’unico “outsider” dell’esalogia. In questa rappresentazione conclusiva la musica, dai toni rasserenanti (attribuibili in primis al coro), ben descrive la situazione di stasi finale e di ritorno dell’equilibrio.

Segue sotto una tabella che elenca nella colonna di sinistra le scene del film (divise e numerate) e nella colonna di destra i brani corrispettivi alle scene che Williams utilizza più e più volte nelle rispettive situazioni.

STAR WARS EPISODIO VI – IL RITORNO DELLO JEDI

scena

musica

01

Tanto tempo fa in una galassia

Lontana lontana….

La nave di Lord Vader arriva nella Morte Nera

La Morte Nera

Enter Lord Vader

Exit Lord VaDer

Main Theme 

Imperial March

Imperial March

Imperial March

Imperial March

Main Title/Approaching The Death Star/Tatooine Rendezvous

02

La reggia di Jabba The Hutt

La band di Jabba

Leia scongela Han.

Il galeone a vela di Jabba The Hutt.

Battaglia nel deserto

Jabba’s Baroque Recital

Jedi Rocks

Leia’s Theme. Han & Leia’s Theme 

Livello interno

Force Theme (action music)

03

Navi imperiali

Arriva la nave dell’imperatore

Enter Palpatine

Sistema Dagobah. Yoda conferma a Luke che Vader è suo padre.

Yoda avverte Luke e continua ad insegnare le vie della Forza

Morte di Yoda

Luke capisce che Leia è sua sorella

Base ribelle. Enter Luke

Luke sente la presenza di Vader attraverso la Forza

Vader sente la presenza di Luke attraverso la Forza

Vader osserva dal suo Star Destroyer

Imperial March

Imperial March

Sith Theme

Yoda’s Theme

Force Theme

Yoda’s Theme

Yoda’s Theme

Leia’s Theme

Force Theme – Luke’s Theme

Force Theme

Imperial March

Imperial March

03

Leia e Wicket Warrick (un ewok)

Lord Vader informa l’Imperatore che Skywalker è atterrato su Endor

L’imperatore discute con Lord Vader

Luke trova il casco di Leia

Han è preoccupato per Leia

Han, Luke C3PO e R2D2 sono catturati dagli Ewoks. Il Villaggio degli Ewoks

C3PO “usa la Forza”

Leia si avvicina a Han durante il racconto di C3PO agli ewoks

Gli ewoks cominciano a suonare 

Luke e Leia parlano nella notte di Endor.

Luke rivela a Leia che sono fratelli.

Luke: «C’è del buono in lui, lo sento»

Exit Luke. Enter Han. Leia e Han

Parade of the Ewoks

Imperial March

Sith Theme (Emperor’s Theme)

Leia’s Theme

Leia’s Theme

Musica di livello interno 

(strumenti degli Ewoks)

Force Theme

Leia’s Theme

Musica di livello interno 

Force Theme 

Luke & Leia’s Theme

Force Theme

Han & Leia’s Theme

04

Lord Vader arriva su Endor.

Lord Vader: «L’imperatore è il tuo maestro ora»

Luke: «Allora mio padre è morto davvero».

Han, Leia, C3PO, R2D2 e gli ewoks preparano la battaglia su Endor

Un ewok ruba uno spider ai soldati dell’impero

Lord Vader scorta Luke al cospetto dell’Imperatore

Imperatore: «Imparerai a chiamarmi maestro»

L’imperatore torna sul trono

La flotta ribelle esce dall’imperspazio davanti alla Morte Nera: posizione d’attacco

L’imperatore offre la spada laser a Luke (tentazione sith e fascino del lato oscuro)

Truppe imperiali arrivano in aiuto dei guardiani del generatore del deflettore della Morte Nera posto su Endor 

Battaglia di Endor

Battaglia fra la flotta ribelle e la flotta imperiale: il generale X comanda di mantenere la posizione d’attacco.

Imperial March

Imperial March

Ewoks Theme

Ewoks Theme 

Imperial March

Emperor’s Throne Room

Sith Theme

Imperial March 

Sith Theme 

Imperial March

Ewok Theme 

The Ewok Battle 

Imperial March

04

L’imperatore comunica la sconfitta della flotta ribelle a Luke

Luke prende la spada laser con uno scatto improvviso

L’imperatore consiglia Luke mentre questi combatte contro suo padre

Luke combattendo con suo padre: «C’è del buono in te, sento il conflitto che è in te.» Luke usa la “sua Forza”, quella delle parole di un figlio verso il Padre…

Lord Vader scaglia la sua spada laser contro la rampa dove si trova Luke facendola cadere. L’imperatore osserva compiaciuto.

Vader: «Se tu non passerai al lato oscuro forse, lei lo farà!» (riferendosi a Leia) 

Luke urla: «NO!» ed esce dal suo nascondiglio. 

Vader e Luke combattono. Il duello.

Luke sconfigge suo padre. Torna l’Imperatore.

Scudo disattivato. La flotta ribelle attacca la Morte Nera.

L’imperatore colpisce Luke con il Force Lightning sotto gli occhi di Vader

L’imperatore: “Ora giovane Skywalker, tu morirai.”

Sith Theme

Gesto sottolineato dagli ottoni

Sith Theme

Force Theme 

Sith Theme 

The duel begins

Sith Theme 

Luke’s Theme 

Sith Theme

Imperial March (solo prime tre note)

04

Vader solleva l’Imperatore e lo getta nel baratro. Morte dell’Imperatore Palpatine.

La flotta entra nella galleria che conduce alla luce di scarico da colpire

Luke toglie l’elmetto a Vader, poi la maschera.

Han e Leia parlano di Luke dopo l’esplosione dell Morte Nera. Leia sente che non è morto. Dice ad Han che Luke è suo fratello.

Gli Ewoks suonano i corni in segno di vittoria 

Il Funerale di Anakin Skywalker

Force Theme (immancabile nel sottolineare un nuovo “atto di Forza” di Anakin Skywalker) 

The Emperor’s Death

Luke’s Theme

The Main Reactor

Imperial March (riorchestrata)

Darth Vader’s Death

Han & Leia’s Theme

Leia’s News

Musica di livello interno 

Force Theme

05

Cloud City, Tatooine, Naboo, Coruscant e Endor festeggiano la fine dell’Impero Galattico.

Victory Celebration/End Title

I titoli indicati in corsivo sono ripresi dalle track list delle score in commercio. 

 

CONTINUA con … La Musica nell’esalogia di Star Wars – EPISODIO I – LA MINACCIA FANTASMA

Stefano Chianucci

Per approfondire le funzioni della Musica per film si rimanda ai seguenti video dove si illustrano le funzioni di Commento/Accompagnamento e i Livelli della Musica nella drammaturgia filmico-musicale: esterno, interno, mediato.

Una guida breve per i neofiti degli episodi di Guerre Stellari: Come si guarda Star Wars? 

Stefano Chianucci
Stefano "TheMoviemaker" Chianucci - Nato a Firenze, dopo la laurea in Storia della Musica per Film con una tesi sulla musica di Star Wars, ha vissuto a Roma dove ha lavorato in alcune fiction italiane brutte brutte. Ora di nuovo a Firenze, si occupa di formazione. Sembra serioso come Darth Vader ma se lo conosci meglio è l’anima della festa come Voldemort!