La Musica di Star Wars – EPISODIO IV – UNA NUOVA SPERANZA

Musica Star Wars – EPISODIO IV – UNA NUOVA SPERANZA – Speciale a cura di Stefano Chianucci

Nota: in ogni articolo di questa serie vengono descritti i Temi che fanno la loro prima apparizione nell’episodio di riferimento stesso preso in analisi. Nel medesimo pezzo si elencano anche tutte le “apparizioni” successive dei temi specifici, riorchestrati che siano. Esempio: il Force Theme che appare per la prima volta in Episode IV è trattato nel pezzo di riferimento su Episode IV ma vengono descritte nello stesso articolo anche tutte le volte successive in cui il suddetto tema appare (anche cioè nei capitoli seguenti della saga). 

La Musica è una delle due voci narranti dell’esalogia; oltre alle caratteristiche di ogni tema o brano sono qui di seguito elencate le peculiarità narrative del mezzo nelle sue tre funzioni principali: di rafforzamento di ciò che l’immagine ci dice (la musica funge da elemento che sottolinea la scena confermandone le intenzioni narrative), di contrasto (la scena ci mostra qualcosa in antitesi a quanto invece la musica ci dice), di pre annunciazione o rivelazione di ciò che le immagini ancora non dicono.

I brani che seguono sono proposti in ordine cronologico di apparizione nell’esalogia, partendo dagli episodi della trilogia classica (IV, V, VI) fino alla trilogia moderna (I, II, III), fatta eccezione per quelli appartenenti al livello interno o diegetico alla narrazione (di cui parleremo meglio nella parte finale di questa serie di articoli).

Per approfondire le funzioni della Musica per film si rimanda ai seguenti video dove si illustrano le funzioni di Commento/Accompagnamento e i Livelli della Musica nella drammaturgia filmico-musicale: esterno, interno, mediato.

Una guida breve per i neofiti degli episodi di Guerre Stellari: Come si guarda Star Wars? 

.

La trilogia Classica

Ed eccoci dunque qui al primo episodio di quello che all’epoca fu “solo” Star Wars e che nella riedizione successiva si sarebbe rinominato A new hope (Guerre stellari Episodio IV Una nuova speranza in Italia)

Episodio IV: Una nuova speranza

Main Theme

Come già accennato, i temi fondamentali tornano più volte in quanto carichi della loro funzione leitmotivica ma vi è una sola parte dell’intera partitura della saga che è presente in tutti i sei film senza alcuna mutazione.

Si tratta del Main Theme o Main Title, che secondo le esigenze va poi ad articolarsi nei modi più svariati: il tema conduttore di Star Wars fa il suo ingresso alla comparsa del logo del film sullo schermo per mutare con la fine dell’introduzione scritta in obliquo che introduce ogni film.

Negli episodi della trilogia classica (IV, V, VI) questo ha la duplice funzione di “tema-emblema” generale del film, (a conferma di ciò il modo maggiore e la prevalenza degli ottoni nella melodia, per la parte più avvincente ed araldica del brano), e di tema specifico del personaggio di Luke Skywalker che è il protagonista principale dei tre episodi. Il pezzo è infatti chiamato a descrivere il personaggio, sottolineandone la vitalità da giovane ribelle, forte ed intrepido, con la melodia che non a caso utilizza prevalentemente gli ottoni, strumenti che facilmente caratterizzano situazioni filmiche di tipo eroico.

Ritroviamo il Main Theme in quasi tutte le scene di lotta con Luke protagonista e in alcune scene d’azione in cui egli non è presente. Oltre ad assumere funzione leitmotivica per il personaggio del giovane ribelle, nell’intera esalogia questo è anche il pezzo che per eccellenza possiede i toni epici ed interviene quasi ogni volta in cui viene compiuta un’azione ai limiti dell’impossibile come durante le scene degli attacchi ad entrambe le stazioni da battaglia imperiali soprannominate Morte Nera o all’arrivo della flotta ribelle in prossimità dello scudo deflettore della base nemica nell’episodio VI. Williams la utilizza poi nella scena in cui Luke arriva su Bespin, Cloud City, nel tentativo di salvare Han e Leia. Mentre Skywalker vola a bordo della sua navicella il Main Theme/Luke’s Theme sottolinea trionfalmente il suo arrivo sul pianeta. L’uso della musica contribuisce a creare un pathos positivo nello spettatore e fa ben sperare nella riuscita dell’impresa di Luke, quando tale aspettativa verrà poi disattesa dagli avvenimenti: Luke non riuscirà a salvare i suoi amici, perderà un arto, apprenderà che il suo nemico è in realtà suo padre e verrà da lui sconfitto.

L’impero nell’episodio IV

Per introdurre ogni scena riguardante Vader e l’impero in episodio IV, Williams ricorre ad una breve inciso: uno squillo di 4 note suonate dagli ottoni accompagnato da un rullo di timpani, a richiamare la solennità dell’imminente entrata in scena del male. Ritroviamo questa introduzione musicale all’inizio del film, quando Vader arriva a bordo della Tantive IV, quando il Millennium Falcon viene catturato e quando la Morte Nera si avvicina a Yavin. Per l’episodio V e successivi Williams avrebbe poi composto la marcia imperiale, chiamata ad affiancare ogni scena relativa all’impero e a Darth Vader.

Princess Leia’s Theme

E’ uno dei brani di carattere dolce che Williams compone, primo di una serie di temi cantabili che l’autore crea per “gli innamorati” della saga. Si tratta fondamentalmente di un tema d’amore che sarà poi ripreso e sviluppato per la stessa Leia e Han Solo nell’episodio V quando i due diverranno l’elemento romantico del film. Williams affida la parte melodica al corno con un’introduzione prima del flauto e poi dell’oboe. Il tema della principessa si eleva nel dialogo melodico degli archi con il corno per trasformarsi in musica d’azione che continua comunque a narrarci di Leia, elemento romantico della trilogia ma anche personaggio ribelle, sottolineandone il carattere combattivo. La musica ci parla così del carattere emotivo del personaggio ma forse anche della sua storia personale. E’ mia opinione credere che Williams abbia talvolta caricato gli strumenti stessi di funzioni narrative che si spingono persino verso la descrizione biografica dei personaggi. Potremmo ipotizzare infatti che il corno, così come viene usato, sottolinei la sofferenza che precede la Leia che ci viene presentata, portandoci ad intuire addirittura i suoi non sempre felici connotati biografici, precedenti a quelli che ci vengono narrati dalle immagini. Rimane una chiave di lettura soggettiva, una percezione personale che ad ogni modo sentivo di dover annotare.

La funzionalità della musica è qui dunque portata ai massimi livelli poiché lavora su tre aspetti fondamentali: la descrizione dell’animo del personaggio, la sua storia e le situazioni che affronta con il passaggio ad una sorta di ”action music”. Sentiamo il tema di Leia alla presentazione della stessa, quando la principessa nasconde i piani della Morte Nera nelle memoria di R2D2 e ad ogni proiezione dell’ologramma registrato per Obi Wan Kenobi. Sarà poi ripreso nell’episodio V descrivendone lo stato d’animo quando Han decide di abbandonare la flotta ribelle nascostasi sul pianeta Hoth, per poi non comparire più se non in forma completamente mutata per il tema comune dei due amanti (Han e Leia). Riappare brevemente nell’episodio VI poco dopo la scena in cui Yoda tenta di comunicare a Luke che «c’è un altro Skywalker…». Yoda muore e non riesce a rivelare chi sia. Poco dopo Luke conferisce nuovamente con lo spirito di Obi-Wan e capisce che Leia è sua sorella. Immancabile, il suo tema riecheggia nella scena. Sospeso per due episodi, Princess Leia’s Theme torna per pochi secondi ne La vendetta dei sith quando la piccola ancora in fasce viene mostrata da Bail Organa, suo padre adottivo, alla moglie. A differenza del tema di Luke, utilizzato per molte scene d’azione e chiamato a descrivere varie battaglie e in situazioni in cui il personaggio di riferimento non è presente, quello di Leia appartiene solo a lei, fatta eccezione per la scena della morte di Yoda, che ad ogni modo la richiama e che indica allo spettatore attento ciò che Yoda vuole rivelare, senza di fatto farlo nella scena (funzione di rivelazione o anticipazione della musica).

I successivi “temi d’amore”, che descrivono appunto quello fra Han e Leia nell’episodio V e quello fra Luke e Leia nell’episodio VI, sono affidati da Williams a melodie dai colori strumentali simili a quelli usati per la principessa: la musica di Han e Leia, ad esempio, richiama il personaggio e la sua precedente descrizione in musica.

Force Theme

Il Force Theme ha il primato di rappresentare l’elemento divino del film, la Forza, appunto. E’ una sorta di emblema della saga, e insieme al Main Theme, uno dei brani più conosciuti e ricorrenti dell’esalogia (viene utilizzato per circa settanta volte). Il carattere fascinatorio non induca a credere che il contenuto di questo brano sia soltanto la forma stessa: il Force Theme è il brano che assume più valenze rispetto ad ogni altro in Star Wars. Oltre ad essere, come detto, il motivo della Forza, è chiamato a descrivere il personaggio del mentore Obi Wan Kenobi, che nel primo episodio, di fatto, è anche emblema vivente di ciò che rimane di questa antica filosofia ormai dimenticata da tutti. Come nel tema della principessa Leia, ritengo che anche in questo caso il corno si carichi di una funzione narrativa certamente non atta a descriverci minuziosamente un periodo storico della galassia starwarsiana, (peculiarità che non potrebbe avere), ma semmai volta ad evocare l’atmosfera degli anni precedenti, risvegliando un passato che non esiste più.

Con il suo timbro malinconico rimanda all’epoca di pace e giustizia nella galassia e al modo di vita cavalleresco e romantico dei cavalieri jedi, che ci sarebbe stato poi descritto nella nuova trilogia conservando tali caratteristiche, seppur facente parte di un mondo altamente tecnologizzato, forse anche più all’avanguardia rispetto all’era imperiale che gli sarebbe succeduta (non a caso definibile come periodo di oscurantismo). Lo ascoltiamo per la prima volta quando il giovane Luke Skywalker, dopo il litigio con lo zio, guarda il tramonto dei due soli di Tatooine all’orizzonte e non a caso pensa al suo avvenire. Il Force Theme proprio in questa scena sta ad indicare il futuro del ragazzo, che inevitabilmente appartiene al mondo della Forza. Già in precedenza il brano aveva introdotto il personaggio in questione e questi due casi insieme potrebbero portarci ad identificarlo come tema dello stesso Luke (vedremo però in seguito che solo e soltanto il Main Theme, riorchestrato, si farà carico della funzione leitmotivica del giovane ribelle). Lo ritroviamo a rafforzare il soggetto stesso allorquando Obi Wan descrive a Luke il concetto di Forza, per poi diventare una costante dell’intera esalogia ogni volta che i personaggi parlano della Forza o che questa interviene nella narrazione, ed ogni volta che viene commessa una qualsiasi azione permeata dal lato chiaro della Forza.

Assume però connotati sempre nuovi; torna all’interno dell’esalogia, nelle “forme” più svariate. Lo sentiamo quando Leia nasconde i piani della Morte Nera nella memoria di R2D2, all’entrata in scena di Luke e nel già citato Binary Sunset, brano che descrive il tramonto di Tatooine, e finalmente ad affiancare Obi Wan, assumendo la funzione leitmotivica del personaggio che rappresenta la Forza. Assume caratteri dolorosi e preannuncia nuovamente il futuro, quando Luke trova i cadaveri carbonizzati degli zii e ancora quando decide di apprendere le vie della Forza e di seguire Obi Wan; mentre Luke osserva il suo mentore combattere con Vader e perire. Nuovamente quando pensa ad Obi Wan seduto al tavolo da gioco del Millennium Falcon. Il suo maestro non lo abbandona: torna ad indicargli le vie della Forza mentre Luke cerca di distruggere la Morte Nera a bordo del suo X-wing, gli suggerisce di recarsi sul sistema Dagobah all’inizio dell’episodio V, riappare come voce off per convincere Yoda ad addestrarlo, sempre seguito dal suo tema di riferimento che interviene anche ogni volta che Yoda addestra Luke e gli spiega la Forza. E ancora irrisolto, sospeso, quando questi affronta la sua proiezione mentale di Vader su Dagobah. Irrisolto poiché la Forza non ha qui trionfato. Sottolinea poi l’atto di coraggio che Luke fa quando decide di non completare il suo addestramento per andare a salvare i suoi amici. Descrive per due volte l’uso della Forza per comunicare: quando Luke, mutilato e appeso ad un’antenna sospesa nel vuoto, invoca Leia con il pensiero, e quando comunica con Vader che lo sta chiamando a sè. Nell’episodio VI assume i caratteri dell’”action music” nella scena del deserto e del combattimento degli eroi per non finire nelle viscere di Sarlacc per poi rientrare nei suoi canoni di tema mistico e sottolineare l’uso della Forza di Luke che cresce sempre più: quando avverte la presenza di Vader nello Star Destroyer, quando fa lievitare C3PO al cospetto degli ewoks, quando parla a Leia e le spiega il suo intento di ritrovare il buono che ancora percepisce in suo padre e ancora più intensa nel momento in cui Luke, combattendo proprio con Vader usa la “sua Forza”, quella delle parole di un figlio verso il padre: «C’è del buono in te, sento il conflitto che è in te».

Il Force Theme si riafferma infine, brevemente ma in maniera inconfondibile, e con significato inedito, nel momento in cui Vader afferra l’Imperatore e lo getta nel baratro, a sottolineare un nuovo “atto di Forza” di Anakin Skywalker. Si tratta ovviamente dell’unica volta in cui questo tema accompagna un’azione di Vader.

The Throne Room

Con questo pezzo conclusivo Williams, come con l’utilizzo del Main Theme chiamato a descrivere l’arrivo di Luke a Cloud City, crea nello spettatore delle aspettative che poi gli eventi tradiscono. Siamo di fronte ad una palese reinterpretazione/citazione (ai limiti del plagio) della marcia nuziale di Mendelssohn. Anche le immagini vengono a sommarsi all’idea che la musica scatena: i personaggi all’interno della scena sono disposti in due gruppi e delineano un corridoio centrale praticabile, alla fine del quale vi è un altare. Poi tutto si decostruisce: la musica mantiene i toni di solennità iniziale ma abbandona la “citazione” della marcia nuziale, solo appunto accennata (anche se modificata) inizialmente e la scena introduce Luke e Han. Simile contrasto tra aspettativa ed evento reale va tuttavia a rafforzare le immagini della cerimonia di “premiazione”, creando una sensazione di solennità da funzione religiosa (forse la più importante di tutte, il matrimonio) per poi solo apparentemente deluderla, in quanto il conferimento delle medaglie va ad indicare metaforicamente una sorta di sposalizio fra Luke e Han con la ribellione, in nome dei comuni ideali.

Segue sotto una tabella che elenca nella colonna di sinistra le scene del film (divise e numerate) e nella colonna di destra i brani corrispettivi alle scene che Williams utilizza più e più volte nelle rispettive situazioni.

STAR WARS EPISODIO IV – UNA NUOVA SPERANZA

scene

musica

01

Tanto tempo fa in una galassia 

lontana lontana….

Leia nasconde i piani della Morte Nera nella memoria di R2D2

Star Wars Main Theme 

Force Theme  

Leia Theme

02

Enter Luke Skywalker 

Luke vede il messaggio registrato da Leia: «Aiutami Obi-Wan Kenobi, sei la mia unica speranza» 

Luke osserva il tramonto di Tatooine

Force Theme (spensierato, quasi fanciullesco, è qui affidato al flauto, a rappresentare in questo caso il giovane) 

Leia’s Theme

The Hologram 

Force Theme (Ad indicare il suo grande futuro – Luke guarda all’orizzonte – destinato alla conoscenza della Forza) 

03

Enter Obi-Wan. Si fa riconoscere da R2D2

«Obi-Wan…un nome che non sentivo da tanto tempo»

Force Theme (Oby-Wan’s Theme)

Force Theme

03

Obi-Wan spiega il concetto di Forza a Luke

Il messaggio integrale di Leia

Obi-Wan: «Impara la Forza Luke» 

Luke verso casa nel tentativo di salvare gli zii. 

Luke vede i corpi carbonizzati degli zii. 

Luke: «Voglio venire con te ad Alderaan e diventare un jedi come mio padre».

Luke e Obi-Wan in un locale di Mos Eisley

Luke e Obi-Wan per le strade di Mos Eisley

Force Theme

Leia Theme

Force Theme 

Luke’s Theme

Luke’s Theme

Force Theme 

Cantina Band (livello interno)

Cantina Band #2 (livello interno) 

Force Theme 

04

Il Millennium Falcon viene catturato dal radiofaro traente della Morte Nera

Luke e Han portano Chewbacca nel reparto di detenzione fingendo che sia un prigioniero

Scontro con i guardiani della zona di restrizione

Luke cerca di trovare la cella di Leia 

Luke, Han Chewbacca e Leia contro i cloni e i guardiani della zona di restrizione

Luke’s Theme 

Luke’s Theme 

Wookie Prisoner

Luke’s Theme 

Luke’s Theme 

Luke’s Theme 

04

Leia e Luke sul baratro

R2D2 e C3PO vedono i cloni di guardia al Millennium Falcon

Obi-Wan vede che Luke lo sta osservando mentre combatte con Vader.

Fuga dalla Morte Nera 

Luke pensa a Obi-Wan a bordo del Millennium Falcon

Millennium Falcon conto le navette da battaglia dell’impero

Luke’s Theme 

Force Theme 

Force Theme 

Ben Kenobi’s Death

Luke’s Theme

Force Theme

Luke’s Theme 

05

Battaglia contro la Morte nera:

poco prima che Luke venga colpito

Luke osserva il bersaglio con il computer di bordo

Luke sente la voce di Obi-Wan: «Usa la Forza, Luke». 

La Morte Nera viene distrutta 

Cerimonia delle medaglie

Force Theme (Obi Wan’s Theme)

Scena di silenzio, solo effetti.

La musica torna nel momento in cui l’ultimo di una lunga serie di ribelli sono stati distrutti nel loro tentativo di colpire la Morte Nera 

Luke’s Theme 

Force Theme (Obi Wan’s Theme)

Luke’s Theme (non appena spenge il computer di bordo)

The Battle of Yavin

The Throne Room/End Title

CONTINUA con … La Musica nell’esalogia di Star Wars – EPISODIO V – L’IMPERO COLPISCE ANCORA

Stefano Chianucci

Per approfondire le funzioni della Musica per film si rimanda ai seguenti video dove si illustrano le funzioni di Commento/Accompagnamento e i Livelli della Musica nella drammaturgia filmico-musicale: esterno, interno, mediato.

Una guida breve per i neofiti degli episodi di Guerre Stellari: Come si guarda Star Wars? 

.

Stefano Chianucci
Stefano "TheMoviemaker" Chianucci - Nato a Firenze, dopo la laurea in Storia della Musica per Film con una tesi sulla musica di Star Wars, ha vissuto a Roma dove ha lavorato in alcune fiction italiane brutte brutte. Ora di nuovo a Firenze, si occupa di formazione. Sembra serioso come Darth Vader ma se lo conosci meglio è l’anima della festa come Voldemort!