Super Mario – Classifica dei nemici più iconici

Super Mario è, senza dubbio, uno dei più grandi franchise di videogiochi di tutti i tempi, oggi insieme a voi vogliamo ricordare i cattivi più iconici che Mario ha dovuto affrontare nel corso degli anni, con una classifica dal migliore al peggiore, secondo noi, siete pronti? Allora non vi resta che continuare la lettura!

Con dozzine di giochi diversi rilasciati su diverse piattaforme, Super Mario perde solo contro Pokémon come il franchise più redditizio di Nintendo. Quindi, dobbiamo considerare con quale successo il franchise si è espanso dal platform ai giochi sportivi, corse, giochi di ruolo, strategia a turni e persino puzzle. Infine,i personaggi diSuper Mariosono così iconici che anche le persone che non giocano ai videogiochi li riconoscono. E non intendiamo solo il personaggio principale baffuto, ma anche molti dei suoi nemici ricorrenti.

Ora che il franchise di Super Mario ha raggiunto il suo 40° anniversario, è tempo di guardare indietro e rendere omaggio ai nemici che amiamo tanto calpestare e che abbiamo affrontato in passato. Dopotutto, Mario è la star ma anche i boss che affronta hanno la loro importanza, senza di loro dove sarebbe il divertimento!

1. Koopa Troopa

Nessun altro nemico nella serie di Super Mario è iconico come i Koopa Troopa, le tartarughe di fogna che servono Bowser, il più grande rettile di tutti. Mentre i Koopa imparavano a camminare su due zampe in Super Mario Bros., le minacce bombardate erano presenti nell’originale Mario Bros., dove sono chiamati Shellcreepers. Al giorno d’oggi, i Koopa fanno parte di un vasto regno, governato con pugno di ferro da Bowser e da tutte le altre tartarughe che minacciano il Regno dei Funghi. Mentre i Troopa sono le tartarughe più rudimentali che Mario può incontrare nelle sue avventure, questi Koopa sono tutt’altro che indifesi. Le truppe possono nascondersi all’interno del loro guscio, lanciarsi ad alta velocità contro Mario e persino sopravvivere al di fuori della loro protezione esterna. Anche le truppe sono disponibili in diversi colori, che di solito indicano diversi modelli di comportamento.

I Koopa hanno anche offerto il progetto per la creazione di molti altri nemici di rango superiore nell’esercito di Koopa, come l’Hammer Bro, il Chargin’ Chuck, il Lakitu e il Magikoopa. Anche Bowser, la nemesi di Mario, sarebbe apparso solo in Super Mario Bros., dopo che i Shellcreeper avevano già consolidato la crociata di Mario contro le tartarughe ovunque. Tutti i nemici e i boss ispirati alle tartarughe che vediamo nel franchise del gioco sono ispirati al Koopa Troopa, motivo sufficiente per prendere il suo posto come nemico definitivo di Super Mario.

2. Boo

Se mai volterai le spalle a un Boo, passerai un brutto momento. I fantasmi di Super Mario sono apparsi per la prima volta in Super Mario Bros. 3 come nemici che si avvicinano a Mario quando il giocatore non guarda nella loro direzione. Tuttavia, in Super Mario World, hanno ottenuto il loro primo importante aggiornamento. Oltre ad avere livelli completi delle dimore infestate interamente dedicati ai Boo, Super Mario World introduce anche enormi boss Boo che sono invulnerabili ai danni quando sono trasparenti.

I fischi sarebbero stati riutilizzati in diversi modi durante tutto il Super Mario franchise, a volte tirando fuori la lingua come un punto debole che Mario può afferrare, a volte trasformandosi in piattaforme che l’eroe baffuto può usare per salire più in alto. Dove i Boo brillano davvero, però, è nel franchise di Luigi’s Mansion , dove i fantasmi si presentano in tutte le forme e dimensioni. Di recente, Super Mario Odyssey ha anche introdotto una sottospecie amichevole di Boo, i Bonneters, che si nascondono come cappelli e fanno un giro su altre creature.

3. Pianta Piranha

Oltre a introdurre il Goomba, Super Mario Bros. presenterà al mondo anche le Piante Piranha, nemici carnivori che si nascondono nei tubi sperando che un idraulico ignaro si avvicini. Le piante piranha sono anche conosciute per sputare palle di fuoco, un’abilità che hanno ottenuto in Super Mario Bros. 3. In Super Mario World degli anni ’90 , anche le piante piranha sarebbero diventate scalabili, consentendo ai giocatori di usarle per raggiungere luoghi più alti. Super Mario 64 del 1996 liberò le piante piranha dai loro tubi e le piantò in tutto il mondo.

La loro libertà apparentemente ha permesso ai nemici di evolversi da quando Super Mario Sunshine del 2002 ha introdotto Petey Piranha, una pianta piranha ambulante che sarebbe diventata un classico Super Mario capo. In diversi giochi, le piante piranha hanno anche imparato a sputare veleno, far saltare il ghiaccio, saltare dai tubi e persino produrre palle chiodate che sparano nella direzione di Mario. La lezione qui è che le piante piranha sono versatili e facili da aggirare. Sì, certo, Link’s Awakening include anche Piante Piranha.

4. Chain Chomp

I cani dell’universo di Super Mario sono… palle d’acciaio? I Chain Chomps sono stati creati per Super Mario Bros. 3 del 1988 come nemici altamente aggressivi che possono ferire gravemente Mario. Il potere di Chomps è stato indicato dalla catena che li intrappola in posizione, impedendo loro di scatenare il caos tutt’intorno. Da allora, i Chomps hanno preso il loro posto definitivo come animali domestici e il loro comportamento rifletteva i cani della vita reale. Se il padrone è premuroso e premuroso, il Chomp diventerà docile; d’altra parte, un cattivo maestro porta Chomps a diventare aggressivo e irregolare.

I masticatori erano già raffigurati senza catene, in fiamme e in diverse forme e dimensioni. Ciò che non cambia mai nella loro predisposizione a custodire tesori con tutte le loro forze, costringendo Mario e i suoi alleati ad avvicinarli con cautela. Un Chain Chomp appare anche in Link’s Awakening, utilizzato per sbloccare l’ingresso di uno dei templi principali del gioco.

5. Goomba

I Goomba sono stati introdotti per la prima volta nel 1985, il gioco responsabile della definizione del modo in cui Super Mario avrebbe giocato per decenni. I nemici fungo non facevano parte del design originale del gioco, ma erano un’aggiunta dell’ultimo minuto ai livelli per regolare la difficoltà del gioco: i tester si lamentavano del fatto che il gioco fosse troppo difficile senza un nemico di base. Più di tre decenni dopo, i Goomba mantengono con orgoglio la loro posizione di fanti di ogni cattivo, consentendo ai giocatori di esercitarsi nei loro salti senza troppi pericoli.

Dopo Super Mario Bros., Goombas ha anche ricevuto diversi aggiornamenti, assumendo forme più pericolose che ogni tanto danno qualche problema a Mario. Ci sono Goomba volanti, conosciuti come Paragoomba, e persino Goomba con cappelli a spillo che impediscono a Mario di calpestarli. Dopo Super Mario 3D Land del 2011, i Goomba hanno anche imparato a arrampicarsi sulla schiena a vicenda, formando incredibili pile di Goomba. I Goomba erano un altro classico nemico di Super Mario da affrontare in Link’s Awakening.

6. Shy Guy

I ragazzi timidi sono un’altra novità portata da Super Mario Bros. 2. Questi ragazzi indossano lunghe vesti e una maschera bianca che nasconde il loro vero volto, e per questo, sono noti per essere timidi. Fin dalla loro prima apparizione, i ragazzi timidi sono raffigurati come nemici astuti e ingegnosi che possono usare diversi strumenti per danneggiare Mario. Ad esempio, in Super Mario Bros. 2possono sparare con i cannoni e persino cavalcare struzzi in battaglia. Sì, Super Mario Bros. 2 è un gioco stravagante. Mentre i ragazzi timidi di solito indossano abiti rossi, erano già presenti in diversi colori, con ogni variazione che indicava cambiamenti nel loro comportamento.

I tipi timidi hanno anche due sottospecie che sono i classici nemici di Mario: gli Snifit, che sono tipi timidi in grado di sparare proiettili dai loro volti; e Bandits, subdoli Shy Guys, che rubano il tesoro e scappano. Gli Snifit erano presenti anche in Super Mario Bros. 2, mentre i Bandits sarebbero stati introdotti nel 1995 in Super Mario World 2: Yoshi’s Island . Anche Shy Guys ha attraversato le dimensioni e si è presentato nel 1993 in The Legend of Zelda : Link’s Awakening.

7. Bomb-Omb

I nemici esplosivi del gioco sono stati introdotti per la prima volta in Super Mario Bros. 2, pubblicato inizialmente nel 1988 per NES. Queste bombe con le gambe sono veloci e, una volta accesa la miccia, inseguono Mario fino a farsi esplodere. Non c’è da meravigliarsi, quindi, che le bombe si siano rapidamente evolute per diventare nemici che sono anche strumenti che il giocatore può utilizzare per far saltare passaggi segreti e scoprire segreti.

La doppia funzione delle bombe-ombe, sia come nemiche che come alleate, è stata meglio esplorata nel sub-franchise di Paper Mario. Mentre ci sono legioni di malvagie bombe da sconfiggere nei giochi Paper Mario, alcuni giochi includono anche un alleato bomba che aiuta Mario a fare buchi nei muri. Grazie a Paper Mario, anche le bombe si sono evolute da servitori senza cervello a creature complesse con i propri tratti culturali. Lo stesso si potrebbe dire di qualsiasi nemico iconico di Super Mario, in realtà, dal momento che il franchise di Paper Mario fa di tutto per dargli un po’ di carattere.

Cosa ne pensate della nostra classifica? Create la vostra nei commenti qui sotto, vi aspettiamo!

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”