Il regista di Batman paragona il Bruce Wayne di Pattinson a Kurt Cobain

Batman – Pattinson – Kurt Cobain

Il regista di Batman, Matt Reeves, afferma che il tragicamente solitario Bruce Wayne di Robert Pattinson è stato ispirato dal frontman dei Nirvana Kurt Cobain.

Il mondo sta ottenendo un’altra interpretazione cinematografica del supereroe DC Batman, questa volta dal regista Matt Reeves.

Chiaramente l’interpretazione di Batman di Reeves sarà diversa da quelle precedenti, almeno per quanto riguarda i primi scorci della sua visione offerti attraverso trailer e altre anticipazioni. Questa volta, ad esempio, il costume e i gadget di Batman hanno un aspetto decisamente più casalingo, dato che la storia affronta il Caped Crusader nei suoi primi giorni di esistenza. The Batman promette anche di tornare all’idea di Wayne come un maestro detective, poiché la vicenda lo vede impegnato in una battaglia di ingegno ad alto rischio con The Riddler (Paul Dano).

A quanto pare Reeves aveva qualcosa di molto specifico in mente quando ha iniziato a scrivere The Batman e ha inventato la sua nuova interpretazione di Bruce Wayne. In una recente intervista con Empire , Reeves ha parlato della sua ispirazione per Wayne e ha rivelato la persona molto famosa nella vita reale che lo ha ispirato per la creazione del personaggio:

“Quando scrivo, ascolto musica, e mentre stavo scrivendo il primo atto, ho messo su ‘Something In The Way’ dei Nirvana. È stato allora che mi è venuto in mente che, piuttosto che rendere Bruce Wayne la versione da playboy che abbiamo visto prima, c’è un’altra versione che ha attraversato una grande tragedia ed è diventato un recluso. Così ho iniziato a creare questa connessione con Last Days di Gus Van Sant e l’idea di questa versione romanzata di Kurt Cobain in questo tipo di maniero in rovina”.

Il casting di Pattinson riflette anche l’influenza di Cobain secondo Reeves. Il regista ha detto di essere venuto ad ammirare il lavoro di Pattinson in Good Time dei Safdie Brothers , spiegando: “ In quel film potevi davvero sentire la sua vulnerabilità e disperazione, ma potevi anche sentire il suo potere.” poi Reeves ha aggiunto: ” Ha anche quel qualcosa di Kurt Cobain, per cui sembra una rock star, ma ti sembra anche che potrebbe essere un recluso “. Reeves fa anche riferimento al film Last Days , che racconta la storia dei momenti finali di una rock star ed è stato chiaramente ispirato da Cobain.

Il vero Cobain, naturalmente, è diventato la voce della sua generazione come leader della rock band Nirvana, ma ha incontrato una tragica fine quando si è suicidato. Batman ovviamente è un personaggio che tende a essere reso in modi piuttosto oscuri, il che ha senso data la sua tragica storia di origine, ma l’influenza di Cobain aggiunge sfumature ancora più oscure a quella che è già una sorta di storia desolante. L’idea di un Wayne solitario, ovviamente, era già in qualche modo esplorata in Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno , ma in quel film Wayne è più vecchio e ha già attraversato molto come Batman. L’idea che Batman sia solitario fin dall’inizio è un punto di vista un po’ diverso sul personaggio, e sarà interessante vedere come reagiranno Reeves e Pattinson a questa versione più angosciata e meno socialmente dinamica di Wayne quando The Batman arriverà finalmente sugli schermi.

Valerio Vega
Valerio "Raziel" Vega: Napoletano a Roma, Tecnico Ortopedico di giorno, Retrogamer compulsivo di notte. Creatore del progetto Nerdream, amante del cinema, delle serieTV, dei fumetti e di tutto ciò che è fottutissimamente NERD, sogna una vecchiaia con una dentiera solida ed il pad di un NES tra le mani. Il suo motto è “Ama il prossimo tuo come hai amato il tuo Commodore64”