Kabuki – Recensione – Mancalamaro

Recensione – Kabuki – Gioco da Tavolo

Non fatevi ingannare dai disegni di Kabuki nel veloce gioco di Mancalamaro
Solo se riuscirete a ricordare le maschere potrete vincere

IL GIOCO IN BREVE

In Kabuki gli attori sono pronti ad andare in scena, assegna loro le maschere di cui hanno bisogno, ma fai attenzione a non darne mai due uguali allo stesso attore. Purtroppo per voi riuscirci non sarà così semplice visto che alcune delle maschere sono molto simili tra loro.⁠

Gli altri giocatori non esiteranno a smascherare i tuoi errori. Kabuki è un gioco di attenzione, osservazione e memoria per i più piccoli ma adatto comunque a tutta la famiglia! ⁠

(descrizione presa dal sito dell’editore)⁠

Autore: Hope S. Hwang
Grafica: Xavier Gueniffey Durin
20 min⁠
2-6 giocatori⁠
6+⁠

Pubblicato da Mancalamaro

Testato⁠ con amore

COME GIRA?

Lo scopo del gioco è quello di essere il giocatore con più Punti Vittoria dopo tre round.

A inizio partita al centro del tavolo viene posizionata la pila con tutte le carte Maschera a faccia in giù.
Intorno al mazzo con le maschere vengono poste le 4 Carte Attore. Ogni giocatore riceve un determinato numero di Punti Vittoria (monete).

Durante il proprio turno ogni giocatore pesca una carta dalla cima del mazzo, la mostra a tutto il tavolo e la posiziona su un Attore.
In ogni pila non devono mai esserci due carte Maschera uguali.
Ogni altro giocatore può dire “Stop” per bloccare il gioco e controllare la pila delle Maschere confrontandola con l’ultima carta Maschera posizionata.
Se una o più carte del mazzo corrispondono all’ultima Maschera allora il giocatore che ha fermato il gioco prende un punto vittoria per ogni maschera uguale a quella presente nel mazzo. Se invece nessuna maschera è uguale, il giocatore che ha fermato il turno perde un Punto vittoria mettendolo nella scatola.

Il round continua finchè un giocatore non ha esaurito i suoi punti vittoria oppure il mazzo centrale non contiene più carte.
Alla fine del terzo round viene decretato il vincitore.

Riuscirete a ricordarvi quali maschere sono in ogni pila o le maschere dai colori sgargianti vi confonderanno?

COSA NE PENSANO GB & SCHICCIA?

Cosa ne pensa GB⁠:⁠

Amo questo gioco perchè Schiccia non riesce mai a vincere…⁠
Fondamentale in questa sfida è la memoria visiva e la capacità di sapere quando rischiare.⁠
Un giochino semplice e veloce perfetto da intavolare mentre si aspetta una pizza⁠.⁠

Pro:⁠
– La grafica è meravigliosa!
– Il setup è velocissimo così come il gioco… Un minuto per prepararlo e 5 per giocarlo. Un vero filler
– Il fatto che batto sempre Schiccia
– Una partita tira l’altra… Come i cioccolatini 😁

Contro:⁠
– Non è ne più ne meno di un memory un pò più complicato
– Le carte a lungo andare si possono rovinare e non esistono bustine tonde 😨

Cosa ne pensa Schiccia⁠:⁠

Kabuki è un filler veloce da intavolare e giocato in più persone diventa particolarmente divertente per l’ambiente che si crea col gruppo giusto.
Una cosa che potrebbe far storcere il naso è il nome. Nel teatro Kabuki infatti, come ci viene ricordato dal regolamento stesso, non si usano le maschere come nel teatro No (e nel wrestling, immagino), ma le maschere di Kabuki sono ispirate ai trucchi usati nell’omonimo tipo di teatro.⁠

Pro:⁠
– Molto veloce da intavolare
– Rapido da giocare
– Le maschere sono splendide e maliziosamente simili
– I momenti di indecisione, tra la tensione e la risata, quando nessun giocatore sa dove andrebbe piazzata una maschera

Contro:⁠
– Il vincitore viene dichiarato in base ai gettoni vinti o persi dai singoli giocatori, una meccanica che rischia di allungare il gioco

GiBi Di Schiccia
GB è una delle due entità che si nascondono dietro il progetto GiochiAmo in due visibile anche su Instagram e Facebook. Nat* in terra di confine e cresciut* con le idee sempre ben confuse. Da grande avrebbe voluto fare solo cose belle… Nessuno l´ha informat* che è cresciut*, quindi l*i continua a provarci. Ama alla follia la sua macchina fotografica, la sua collezione di giochi e Schiccia, non per forza in quest´ordine. Quando prova un gioco di ruolo di solito il suo PG muore male, quando si siede davanti a un gioco da tavolo diventa onnivor* soprattutto se riesce a far provare un nuovo gioco a un amico, quando prova un videogame il divano deve essere fissato al pavimento. Il suo motto è “Parlo di quello che amo… Ma non sono un* espert*”
Schiccia Di GiBi
Schiccia è la metà più schicciosa del progetto GiochiAmo in due nato su Instagram e Facebook. Adora riassaporare cose vecchie, ma anche provare cose nuove, e talvolta perfino crearne qualcuna… Sia nella vita sia nei giochi da tavolo. Si annoia facilmente, ma quasi mai davanti ad un boardgame. Ama GB, ma non solo perché serve avere qualcuno per i giochi da due giocatori. Coi giochi di ruolo ha un rapporto molto strano… Assapora con gioia le lunghe campagne di quelli cartacei e l’esperienza immersiva dei larp… Ma si stufa subito con quelli videoludici. Il suo motto è “Perché devo essere seri*? Lo faccio già nel resto del tempo...”