Tension – Recensione – CreativaMente

Recensione Gioco da Tavolo Tension – by CreativaMente

Approfondiamo questo nuovo titolo davvero divertente di CreativaMente. Tension, un party game per tutta (o quasi) la famiglia.

Cercate giochi da fare in squadra, soprattutto per creare tanto chiasso, divertimento e spasso? Insomma un gioco da tirar fuori con i parenti durante la sera della vigilia di Natale e magari per scampare all’ennesima tombola (che faccio volentieri, ma al quinto giro sappiamo tutti che arrivati allo stremo c’è chi grida ancora “AMBO” durante la quaterna).

Quindi per rimanere svegli e divertirci, Tension è una garanzia!

TENSION – COME SI GIOCA in breve…

Una volta preparate le due squadre, ognuna prende un mazzo di carte arancione e uno viola. Il tabellone posizionato al centro del tavolo ci farà tenere traccia di quante parole indovineremo ad ogni turno muovendo la pedina assegnata per squadra.

Il capitano della squadra avversaria prende la carta in cima al mazzo (arancione o viola in base a dove si trova la pedina dei giocatori di turno), la gira e posiziona sul segnapunti, legge l’argomento, gira la clessidra e da lì inizia il conto alla rovescia. Si avrà un minuto di tempo per indovinare le 10 parole elencate sulla carta. Ad ogni parola indovinata il capitano dirà “ok” e spinge il tasto verso sinistra per segnare un punto in corrispondenza della parola giusta.

Terminato il turno si contano le parole corrette e si avanza dello stesso numero sul tabellone.

Oltre alle caselle normali, che indicano il colore della carta da utilizzare, ci saranno caselle Vortice, che faranno raddoppiare i nostri punti, e caselle Rischio, se si inizia il turno su una di queste, sarà necessario annunciare quante parole si prevedono di indovinare dandoci la possibilità di avanzare o retrocedere la pedina nel caso di insuccesso.

SCOPRI L’UNBOXING E SETUP DEL GIOCO CLICCA QUI!

Vince la squadra che per primo raggiunge il traguardo.

TENSION – RECENSIONE – Impressioni del gioco

Come avrete capito Tension è un party game di cultura generale a tutti gli effetti. Il metodo non si discosta da molti altri giochi in cui bisogna indovinare le parole, ma, a dirla tutta, non stanca mai.

Il segnapunti l’ho trovato molto comodo da usare, ovviamente è un oggetto di cui i bambini vorranno esserne unici possessori, ma che in realtà sono i meno indicati per farlo in quanto il turno si svolge in un minuto tremendamente frenetico, di conseguenza non riusciranno a leggere con la velocità fulminea che servirà.

Il gioco è consigliato dagli 8 anni in su, ho notato però che la maggior parte degli argomenti a quell’età sono ancora un tantino sconosciuti e non riescono a competere insieme ad un gruppo misto di anche adulti. Se vogliamo prendere il consiglio scritto sul regolamento e dunque di usare con i più piccoli solo carte di color arancione, la cosa non cambia di molto. Direi che sia un titolo molto più appropriato da 12 anni in su.

Tralasciando il discorso bambini, tra adulti il gioco da il meglio di sé e il divertimento è assicurato! Anche se… le carte in totale sono 200 fronte retro, dunque 400 argomenti (mica pochi!) che prima o poi giustamente si esauriranno. Dopo un certo numero di partite le carte si dovranno ripetere rendendo così il gioco limitato nel tempo.

Alcune traduzioni non sono perfettamente riuscite, ma la maggior parte degli argomenti sono molto divertenti e altri esclusivamente culturali.

Insomma, a casa lo adoriamo e non vediamo l’ora di proporlo la sera della vigilia!

Alessandra1982giochidatavolo

Un ringraziamento a CreativaMente per avermi fornito la copia del gioco da recensire.
Alessandra Canini
Alessandra1982giochidatavolo - E' un'avida consumatrice di Giochi da Tavolo, Librigame, LEGO, Serie TV e Blockbuster. Lavora in diversi settori del suo più divertente hobby, ovvero i GdT! Vive nella campagna romana da dove riesce a vedere la Contea. Assidua frequentatrice della cittadina di Arkham nel Massachusetts.