Horizon Forbidden West – La creazione del mondo di gioco raccontata da Guerrilla Games

Il team di Guerrilla Games racconta tutto sulla creazione di un mondo pieno di avventura, cultura e opportunità in Horizon Forbidden West.

 

Il Forbidden West è vasto e mortale, pieno di antiche rovine, macchine maestose e minacce nascoste. Circondati dal pericolo, i suoi abitanti umani hanno bisogno di luoghi in cui allenarsi, riposare e migliorare il proprio equipaggiamento. Gli insediamenti del gioco formano questi santuari e sono altrettanto vitali per Aloy quanto lo sono per le tribù che vi abitano.

Il mondo vivente in questi insediamenti è di per sé un carattere complesso. Ogni dettaglio stabilisce credibilità, creando un ambiente autentico attraverso la narrazione visiva. Ad esempio, i Nora vivono in relativa solitudine nella valle isolata della Terra Sacra, rendendo loro difficile comunicare con il mondo esterno. Di conseguenza, sono tecnologicamente meno avanzati di altre tribù e più diffidenti nei confronti degli estranei. I loro insediamenti sono fatti di legno e corda, con arredi minimali oltre a quelli necessari per la vita quotidiana. Cibo e risorse si ottengono attraverso la caccia e la raccolta, quindi ci saranno pelli, cesti o foderi pieni di frecce in giro. Tutti gli oggetti e le persone all’interno di un tale insediamento si sentono come se appartenessero, e ancora di più: come se fossero sempre stati lì.

Avviso spoiler: di seguito potrebbero esserci alcuni spoiler su Horizon Forbidden West.

Costruzione del mondo con intenzione

Con ore e ore di esplorazione nel Forbidden West, come crei un mondo lussureggiante e fiorente pieno di attività, ma senza persone opprimenti o sminuire la storia generale? Espen Sogn, Lead Living World Designer di Guerrilla, spiega:

“Quando cammini attraverso l’Ovest Proibito, tutto dovrebbe sembrare che appartenga lì. Il team Living World di Guerrilla lavora su aspetti del gioco che fanno sembrare il mondo autentico e vivo: le tribù, gli insediamenti e le persone al loro interno. C’è un’intenzione dietro tutto ciò che mettiamo nel mondo”.

La chiarezza su queste intenzioni viene dalla collaborazione con il team narrativo. “All’inizio di un progetto, riflettiamo molto su ogni tribù che incontreremo”, afferma Annie Kitin, Senior Writer di Guerrilla“Quali sono i loro conflitti, come si inseriscono nella storia e come interagiscono con il mondo che li circonda. Prendi il Tenakth, per esempio. Molte delle loro credenze sono influenzate dalle antiche rovine dell’Occidente Proibito e, a differenza di altre tribù, sono composte da tre clan distinti. La loro storia condivisa, le convinzioni, le controversie: tutto ciò è importante per sviluppare i personaggi che Aloy incontrerà nel suo viaggio”.

“La nostra sfida principale è tradurre questa struttura narrativa in immagini che siano parte integrante del mondo stesso”, afferma Espen“Ad esempio, i Tenakth sono noti per essere competitivi e focalizzati sul combattimento, ma lo sono anche altre tribù. Quindi, come li distinguiamo e come lo comunichiamo visivamente?”

‘Quindi si tratta di dettagli, animazioni e comportamenti. All’interno dei loro insediamenti, vedrai i Tenakth allenarsi, preparandosi per la battaglia. Sono spesso più giovani perché devono essere abili guerrieri. La loro base è un’antica rovina, da cui hanno raccolto alcuni gesti del Vecchio Mondo che potrebbero non comprendere appieno, come usare un saluto militare per salutare.’

“In definitiva, il nostro obiettivo è assicurarci che gli NPC si sentano collegati al luogo in cui vivono e lavoriamo a stretto contatto con altri team interni, come Narrative, Quest e Environment, per assicurarci che ogni luogo sia autentico”.

“Il team di Living World fa un lavoro fantastico ed è fantastico vedere tutto insieme”, afferma Annie“Ogni tribù inizia come un insieme di idee, poi si traduce in questi incredibili insediamenti. Come gli Utaru, che sono stati immaginati come una società agricola profondamente connessa alla terra che li circonda. Una volta che la tribù è in gioco e il team di Living World ha fatto la sua magia, stai camminando per i campi di Utaru, interagendo con loro e pensi, “whoa, hanno azzeccato”. Ora questa tribù sembra reale”.

Autenticità attraverso il comportamento

Con un mondo vasto come il Forbidden West, era importante per il team mantenere il livello di autenticità raggiunto in Horizon Zero Dawn“Ogni NPC non combattente in Horizon Forbidden West fa parte di un sistema di folla”, afferma Espen. “All’interno di quel sistema, puoi creare regole come reazioni, percorsi pedonali e altre animazioni. Abbiamo poi anche il sistema degli atteggiamenti, che determina una personalità. Ciò significa che possiamo creare persone uniche che si comportano come individui all’interno del mondo.’

“Aggiungiamo costantemente livelli di autenticità nel mondo attraverso animazioni e comportamenti. Quando i membri di una tribù sono nel loro insediamento, nei loro spazi sicuri, possono agire come se stessi. Gli Oseram sono una tribù sociale e storicamente patriarcale, quindi le loro animazioni riguardano più pugni alle spalle e batti cinque. Gli Utaru, d’altra parte, sono rilassati, quindi spesso si siedono insieme e sono un po’ più permalosi. Mentre il giocatore si muove, questi sono potenziali suggerimenti subconsci che ti aiuteranno a visualizzare dove ti trovi nel mondo.’

“Tutto questo avviene all’interno della struttura narrativa del gioco. Dovresti essere in grado di identificare da lontano quale tribù stai guardando. Il modo in cui le diverse tribù tengono o trasportano l’acqua: i forti Tenakth la porteranno sulle loro spalle; il pacifico Utaru lo abbraccerà da vicino; e l’astuto Oseram lo porterà con le loro mani”.

Verso Chainscrape

Uno dei primi posti che Aloy visiterà mentre viaggia verso ovest è Chainscrape, un insediamento avamposto di Oseram al confine. Offre abbondanti risorse naturali e opportunità di avventura e rischio. I suoi inquilini sono venuti qui per molte ragioni: per fuggire dai problemi a casa nel Reclamo, per fare qualche frammento veloce, per abbracciare un sogno o per il brivido dell’esplorazione. È un centro affollato, con un bar cittadino dove Aloy può incontrare alcuni nuovi personaggi interessanti.

Espen continua: “Con così tanta attività, così tanti segnali visivi, Chainscrape era un luogo in cui potevamo dimostrare molti nuovi sistemi e animazioni che fanno sentire il mondo e la sua gente molto più vivi. In Horizon Zero Dawn, c’erano molte risorse e cose in background. In Horizon Forbidden West, non sono solo trame: sono state elevate in oggetti reali che vengono utilizzati dalle persone nel gioco.”

“Laddove in precedenza vedevi una persona in piedi di fronte a una fucina, ora si impegnerà attivamente con ciò che li circonda: spostare materiali, appoggiarsi ai muri, bere dalle tazze, parlare con gli amici e semplicemente vivere la propria vita quotidiana. Si muovono ed esistono con uno scopo.”

Insediamenti dell’Occidente Proibito

Naturalmente, il mondo non è solo visivamente dettagliato, è una minaccia costante. Aloy fa affidamento su insediamenti e NPC per sostenerla ed equipaggiarla. Progressi, abilità, aggiornamenti, salute e strumenti fanno tutti parte di un ecosistema più ampio che struttura l’enorme e intricato mondo aperto del Forbidden West.

“Quando si progettano le funzionalità principali che formano i sistemi di progressione di un gioco, queste funzionalità devono sempre essere integrate in dialogo con il resto del design del gioco!” afferma Steven Lumpkin, Senior Designer di Guerrilla“Al di là della narrativa di Horizon, è imperativo che tutti i nostri sistemi lavorino insieme in armonia per offrire ai nostri giocatori un’esperienza fantastica dalla prima volta che prendono in mano il controller.”

“Il bilanciamento della progressione è un obiettivo fondamentale per noi, assicurandoci che ogni giocatore sia prontamente in grado di acquisire un set di equipaggiamento che si senta bene in combattimento, pur rimanendo abbastanza potente da affrontare tutte le sfide nel corso del gioco. Abbiamo costruito un ecosistema che premia il giocatore che si impegna a fondo con l’intero mondo di Horizon Forbidden West, pur rimanendo amichevole per coloro che vogliono rimanere concentrati sulla narrativa principale”.

Al centro di tutto ciò ci sono gli insediamenti di Horizon Forbidden West: vivaci centri dove puoi trovare armi, abiti e tutti gli aggiornamenti necessari per continuare il tuo viaggio. “Volevamo che le città ei villaggi dell’Ovest Proibito si sentissero vissuti, vibranti e utili”, continua Steven. “In ogni insediamento in tutto il mondo, troverai opportunità di avventura. Sono pieni di mercanti e venditori: Stitchers, che possono vendere nuovi abiti potenti (e belli!) ad Aloy in cambio di frammenti e parti di macchine; Cacciatori, che offrono una serie di nuove armi tattiche; Erboristi, che vendono potenti pozioni che Aloy è decisamente abbastanza forte da gestire; e Cooks, che preparano pasti corroboranti che Aloy può portare con sé per una spinta.”

Per il team narrativo era anche importante che i mercanti si inserissero nel contesto delle rispettive tribù. “Un cacciatore della tribù di Oseram potrebbe agire più come un fabbro, forgiando armi per i cacciatori da usare nelle terre selvagge”, afferma Annie. “Mentre un cacciatore di Tenakth funziona più come un quartiermastro, assicurandosi che i guerrieri del proprio clan siano armati per la battaglia.”

“Vedrai questo riflesso anche nei singoli personaggi. C’è un cuoco di Oseram che incontri in uno dei primi insediamenti che ha una personalità vivace e mette molta enfasi sul gusto del cibo. Più tardi, incontrerai un severo Tenakth Cook che si concentra principalmente su come un guerriero ben nutrito è meglio preparato per una battaglia. Queste differenze li fanno sentire parte di una cultura unica”. 

Personalizza per sopravvivere

“Le armi e gli abiti sono ancora più potenti ed eleganti di prima”, afferma Steven“Le armi ora hanno vantaggi extra per renderle ancora più specializzate – puoi leggere di più su questo in uno dei nostri blog precedenti . Inoltre, Aloy ora può trasportare fino a sei armi contemporaneamente, insieme alla sua fidata lancia.”

“Gli abiti non solo forniscono resistenza ai molti tipi di danno che Aloy dovrà affrontare nell’Ovest Proibito, ma accumulano anche bonus in aggiunta alle abilità di Aloy sull’Albero delle Abilità. Con l’abito giusto che potenzia le abilità giuste, il cielo è il limite. Inoltre, puoi scambiare armi e abiti al volo, così puoi cambiare il tuo approccio in qualsiasi momento.” 

“La narrazione di Horizon e le vibranti culture che abitano il suo mondo sono state un’enorme fonte di ispirazione per gli abiti di Aloy. L’abbigliamento riflette uno stile unico, così come i materiali a cui una tribù ha accesso e sa come usare. I cacciatori della Nora tendono a preferire il combattimento a distanza e la caccia furtiva. Carja eccelle nell’uso di trappole e cavi. Il chiassoso Oseram ama combattere da vicino e personale con un martello. Anche Tenakth e Utaru hanno le loro preferenze e gli abiti che Aloy può acquisire da ogni cultura tendono a riflettere e supportare questi approcci unici al combattimento.”

Nel trailer di gioco di Horizon Forbidden West , abbiamo menzionato una nuova funzionalità chiamata Workbenchs, che può essere trovata in tutto il mondo. Steven spiega: “Aloy può forgiare le parti della macchina che ha raccolto nelle sue armi e vestiti, potenziandole per renderle ancora più forti. Mentre viaggi nell’Ovest Proibito, prendi nota delle macchine che hanno corna, artigli, zanne o code visibili. Mentre i primi aggiornamenti potrebbero richiedere solo un po’ di filo intrecciato o una robusta piastra rigida, se vuoi slot mod extra, i vantaggi più forti o le resistenze più grandi … ti consigliamo di assicurarti di sparare alle parti del Tremortusk prima di abbatterlo. “

Che si tratti di macchine abbattute, animali che Aloy ha cacciato nei suoi viaggi, piante che ha raccolto o persino rare escrescenze cristalline chiamate Greenshine che possono essere scoperte in tutto il mondo, ogni risorsa che incontra sarà preziosa in qualche modo.

“Gli aggiornamenti più avanzati richiederanno risorse da macchine specifiche e Aloy’s Focus può aiutarla a scansionare la macchina, identificare le risorse chiave e contrassegnarle per un facile monitoraggio”, afferma Steven. “Se sei a corto di scorte, i commercianti prenderanno volentieri oggetti di valore per vendere le tue mani. E se hai bisogno di ancora di più, le parti esterne della macchina possono essere raccolte e vendute a un prezzo equo. Abile artigiano, Aloy può usare pelli e ossa di animali per cucire nuovi potenziamenti per Borsa e Faretra, permettendole di portare con sé più munizioni o risorse sul campo. Tutti questi sistemi premiano Aloy per aver esplorato il mondo anche mentre viaggia più in profondità nell’Ovest Proibito.

Un mondo autentico e vibrante…

Non è facile creare un mondo aperto immersivo, pieno di avventura, cultura e opportunità e sostenuto da sistemi di progressione e commercio dettagliati e ben bilanciati. C’è voluto un vero lavoro di squadra dall’inizio alla fine.

“Quando sei nel Forbidden West, la nostra speranza è che la storia si rifletta in ogni dettaglio del mondo”, dice Annie. “E ci impegniamo affinché ciò accada attraverso la collaborazione con i numerosi team di talento di Guerrilla. Il viaggio di Aloy la porterà attraverso alcuni insediamenti davvero meravigliosi, permettendole di incontrare molti personaggi interessanti, scambiare nuovi fantastici equipaggiamenti e prepararsi per le sfide future.”

“Siamo molto orgogliosi di ciò che abbiamo raggiunto insieme”, afferma Espen. “Speriamo che il giocatore incontrerà un mondo che sembri più vivo e più reale che mai. Abbiamo messo così tanti dettagli nella vita quotidiana della nostra gente: dai gruppi di persone che spettegolano all’angolo della strada ai clienti turbolenti del bar che scoppiano in una canzone spontanea. Dai bambini che giocano a rincorrersi fuori a giocare a litigare con la guardia cittadina. Speriamo che i giocatori si prendano un momento per guardare cosa sta succedendo intorno a loro e se ne vadano con i loro momenti preferiti”.

Steven aggiunge: “Lavorare con così tante squadre per assicurarci che tutto canti bene insieme è stato un tale momento clou. Il nostro obiettivo era assicurarci che Aloy si sentisse incarnata e coinvolta nel mondo che la circonda, sia che si stia rilassando nei nostri insediamenti o che stia cacciando nelle terre selvagge. Siamo orgogliosi dei risultati: dagli abiti e i potenziamenti che danno alle abilità dei giocatori, all’aggiornamento di Workbench e alla ricerca di parti di macchine: ci sono così tanti nuovi fantastici sistemi che ti attirano nel mondo e speriamo che adorerai il gioco dall’inizio alla fine.”

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”