Gli utenti PlayStation 5 preferiscono i giochi retail al digitale

Gli utenti PlayStation 5 appartengono a quella “vecchia guardia” di fautori del mondo retail, supportando le vendite dei giochi della nuova console Sony grazie all’acquisto di più di 10 milioni di versioni boxate nei primi 10 mesi di vita della macchina da gioco.

I dati trapelano dal Global Sales Data presentato al GI Live: London dello scorso mese, dove il game consultant Sam Naji ci ha permesso di dare un’occhiata approfondita alle vendite della console da Novembre 2020 ad Agosto 2021.

La compagnia ha dunque accertato la “vittoria” delle versioni retail dei giochi PS5 su quelle digitali, con ben il 51% di copie in più rispetto alle controparti in download.

L’unico mese in cui il digitale ha momentaneamente superato il fisico è stato proprio quello di lancio, Novembre 2020, con 950.000 download rispetto alle 840.000 unità vendute.

Il totale di vendite in fisico ad Agosto 2021 è dunque di 10.14 milioni di copie piazzate, con più di un milione di giochi venduti al mese a Dicembre, Gennaio, Giugno, Luglio e Agosto stesso.

Nello stesso periodo, sono “solo” 7.51 milioni le vendite digitali, con nessun mese in cui hanno superato il milione.

Naji ha dunque fornito alcune possibili spiegazioni a questa “preferenza” dei videogiocatori: in primo piano, il costo più alto dei giochi PS5 (70-80 euro) avrebbe spinto i giocatori ad investire nel fisico, piuttosto che nel digitale; in secondo luogo, quando si compra una console nuova si tende a preferire il “collezionismo”, per costruire una propria libreria videoludica, il ché porta a preferire i boxati.

Infine, secondo Naji le vendite digitali tendono a favorire i titoli “arretrati”, cosa impossibile per una console così giovane.

Se tra voi ci sono fortunati possessori di PlayStaiton 5, ci piacerebbe sapere quanto avete comprato in digitale e quanto in fisico: fatecelo sapere nei commenti!

Valentina Malara
Amante di videogiochi e libri fin dalla nascita, ha poi sviluppato una grande passione per tutto ciò che è nerd. Originaria della terra del bergamotto e del piccante, vanta radici nordiche niente male e ha una passione irrefrenabile per il mondo animale. Logorroica e amante delle discussioni costruttive, datele un argomento di conversazione a vostro rischio e pericolo!