Scorn – Il direttore si scusa per le dichiarazioni forti, sul posticipo del gioco

Il direttore di Scorn si è scusato per le dichiarazioni espresse in maniera inopportuna sul ritardo del gioco”Mi scuso personalmente. Farò del mio meglio affinché questo tipo di sfogo non si ripeta“.

Ljubomir Peklar, il direttore creativo di Scorn, si è pubblicamente scusato a seguito di un aggiornamento “ostile” inviato sul ritardo del gioco.

In un aggiornamento ai sostenitori di Kickstarter , il direttore creativo e il CEO di EbbSoftware si sono scusati con i fan e si sono assunti la piena responsabilità della pubblicazione dell’aggiornamento.

“Ho letto velocemente e a casaccio la bozza dell’aggiornamento e in tutta la mia saggezza l’ho approvato”, ha detto Peklar.

“Rileggendo era chiaro che il tono ostile con cui era scritto non doveva essere il modo in cui dovremmo esprimere idee o piani alle persone che ci aiutano. Potremmo essere stanchi, confusi e frustrati per la nostra inettitudine, ma non c’è motivo di prendersela con voi. Per questo, me ne scuso personalmente. Farò del mio meglio affinché questo tipo di sfogo non si ripeta”.

Nell’aggiornamento precedentemente pubblicato di cui abbiamo parlato anche noi e che trovate a questo link. facendo riferimento al lancio di Cyberpunk 2077, l’aggiornamento tenta di giustificare la mancanza di notizie inviate ai sostenitori di Kickstarter e allo stesso tempo sembra prendere di mira gli azionisti in generale. “Cyberpunk 2077 avrebbe dovuto essere posticipato di un anno, ma l’hype e la pressione degli azionisti erano più importanti. Forse se non avessero spinto i loro sviluppatori a creare contenuti di marketing avrebbero potuto dedicare più tempo a sistemare il gioco”.

Il post passa poi a discutere di ulteriori problemi che il gioco ha riscontrato approfondendo i problemi tra l’hype generale e il  team di sviluppo inesperto. Sebbene si assumano la responsabilità di alcuni di questi errori, la dichiarazione include varie affermazioni e domande retoriche che potrebbero essere interpretate come condiscendenti.

La reazione al post originale è stata in gran parte negativa, con un certo numero di fan che hanno chiesto rimborsi sin dalla sua pubblicazione. Mentre le scuse di Peklar sono un passo nella giusta direzione per lo studio, resta da chiedersi se saranno sufficienti a recuperare i sostenitori del titolo delusi dalle recenti dichiarazioni.

Scorn è un FPS cupo e surreale in lavorazione da tempo, la cui uscita sembra prevista per il 2022.

Cosa ne pensate della faccenda? Fateci sapere la vostra nei commenti qui sotto!

 

 

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”