Voir: l’ultimo progetto di David Fincher! Scopriamolo assieme!

L’ultimo progetto di David Fincher: Voir, è una serie di documentari che celebra il cinema.

Per quanto riguarda la terza stagione di “Mindhunter“, non trattenere il respiro. L’intero cast è stato liberato dai loro contratti. Ma questa è un’altra storia. Ora scopriamo Voir, l’ultima idea di David Fincher per Netflix.

David Fincher Voir
David Fincher

Quando Netflix ha lanciato un suggerimento scherzoso martedì sui social media su qualcosa in arrivo da David Fincher, la rete si è naturalmente accesa con speculazioni e mille richieste per una terza stagione di Mindhunter. Ma se hai incrociato (come me) le dita delle mani e dei piedi per ulteriori indagini sul serial killer o anche per qualcosa sulla riunione pianificata di Fincher con lo scrittore di Seven Andrew Kevin Walker, The Killer, non è né l’uno né l’altro. David Fincher ha effettivamente lavorato su un nuovo progetto Voir.

Ma in cosa consiste?

Ti starai chiedendo “Che cos’è Voir di David Fincher?” Bene, come chiarisce il teaser estremamente breve e dettagliato, è una docuserie di saggi visivi progettati per celebrare il cinema. Il che ha senso dato l’amore di Fincher per la storia del cinema. Inoltre, non è cosi incredibile che abbia fatto perno per produrlo in un momento in cui il cinema (sul fronte del botteghino) si stia ancora riprendendo dalle percosse subite durante la pandemia.

A pensarci bene sembra anche leggermente ironico che una docuserie sul cinema venga vista dalla maggior parte delle persone su Netflix, ma tocca prendere qualsiasi nuovo materiale creato da Fincher di cui possiamo godere, a prescindere dal mezzo di fruizione. Questo nuovo prodotto verrà presentato in anteprima all’American Film Institute Festival di quest’anno dall’altra parte dello stagno, e sarà quindi sul servizio di streaming.

Fincher ha un accordo esclusivo con Netflix e gli addetti ai lavori ci dicono che “Voir” faceva parte di quell’accordo generale. Non è la prima volta che Netflix entra nel business dell’apprezzamento del cinema. Sebbene sia un canale di streaming che la maggior parte delle persone può guardare a casa, Netflix ha recentemente acquistato il Paris Theatre di New York. Anche se sì, lo hanno usato per riprodurre i film di Netflix, lo hanno anche utilizzato per proiettare retrospettive cinefile di film classici. Quindi sì, mentre molti denigrano Netflix ed il fatto che stia uccidendo i film, la società dimostra invece di essere piena di amanti del cinema e infatti in azienda hanno fatto alcune incursioni significative per l’esperienza teatrale rilasciando molte delle loro opere principali in versione limitata prima che atterrassero sul loro canale di streaming.

Scopri le news sulle serie tv in arrivo e non QUI
Marco Salati
Scrive come tesi di laurea “ Il cinema nella mente” perché per lui la relazione tra cinema e psicologia è tutto. Ama vivere nel sogno, o semplicemente far vivere i suoi di sogni, purché questi vengano vissuti in maniera personale. Non dimentica mai che “In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno” e in quel viaggio cosi folle “ Perdersi è meraviglioso”.