Tutorial giochi da tavolo – Ceylon – Tesla Games

Ciao! Con questo tutorial ti insegnerò a giocare a Ceylon, un gioco da tavolo in cui dovremo diventare i più ricchi produttori di tè di Ceylon, oggi lo Sri Lanka. Storia, strategia e gestione risorse: pronti a diventare imprenditori?

Ceylon è un gioco da tavolo strategico e gestionale edito dalla Tesla Games per 2-4 giocatori, la cui durata delle partite si aggira attorno ai 60 minuti. L’utilizzo di carte azioni è la meccanica principale di Ceylon, che però propone anche il movimento su mappa, l’utilizzo di diverse abilità e il raggiungimento di determinati obiettivi. Lo scopo del gioco è quello di diventare i più ricchi produttori di tè di Ceylon: bisogna creare piantagioni, raccogliere le foglie di tè (facendo attenzione all’altura) e venderle alle varie aziende. Insomma, quasi dal produttore al consumatore

Ma non perdiamo altro tempo ed andiamo subito a vedere come si gioca a Ceylon grazie al mio video tutorial, proprio qui sotto, dove vi spiego il regolamento nel dettaglio. E se volete approfondire ulteriormente l’argomento, vi consiglio di leggervi la mia recensione completa del gioco!

Vi ricordo brevemente che potete trovare questo e tantissimi altri video sui giochi da tavolo all’interno del mio canale Youtube “La Ludoteca di AleBoardGamer”. Inoltre, se vi piacciono i miei lavori, potete iscrivervi al canale e cliccare sulla campanellina per non perdere le prossime (tante) novità!

Un grazie speciale alla Tesla Games per avermi omaggiato della copia di Ceylon utilizzata per il tutorial.

Alessandro “AleBoardGamer” Pugliese

Alessandro Pugliese
Classe '83, fiero torinese ed assiduo instagramer con lo pseudonimo "aleboardgamer", si diverte a spiegare regolamenti sul suo canale Youtube "La Ludoteca di AleBoardGamer". Amante dei giochi da tavolo sin dalla tenera età di sei anni quando gli vennero regalati titoli d'antologia come Brivido, Hero Quest e L'isola di Fuoco, la sua missione è quella di espandere il credo dei boardgames per distogliere l'attenzione dagli smartphones e convincere le persone a riunirsi attorno ad un tavolo per socializzare, sviluppare l'ingegno e soprattutto divertirsi.