La ripresa delle convention ludiche: Gen Con in presenza!

Dopo che la manifestazione dello scorso anno è stata annullata causa di COVID-19 , migliaia di appassionati di giochi da tavolo sono tornati nel centro di Indianapolis per Gen Con 2021.

Le sale brulicano di partecipanti che giocano e acquistano in quella che viene definita la più grande convention di giochi da tavolo del Nord America.

Il presidente della Gen Con David Hoppe ha detto che è stato emozionante per lui e il suo team tornare di persona: “Veniamo qui e riceviamo così tanta energia, non essere stati in grado di farlo anche l’anno scorso è stata dura. Difficile superare l’inverno, provare a riaccendersi quando le cose erano ancora molto incerte”.

L’anno scorso, gli organizzatori hanno spostato l’evento in modo completamente virtuale. I fan non sono stati in grado di toccare fisicamente e giocare di persona ai titoli che le case editrici stavano proponendo.

Il presidente di Renegade Game Studio Scott Gaeta ha dichiarato che questo sarà l’unico evento a cui la sua azienda parteciperà quest’anno. Prima della pandemia sarebbero state sette o otto in tutto il mondo: “Gen Con è una specie di appuntamento fisso nel nostro settore. È un po’ come una di quelle cose in cui tutti si riuniscono, che siano persone del settore o fan e giocatori. Quindi l’assenza l’anno scorso è stata molto sentita da tutti”.

Gaeta inoltre ha annunciato, con grande soddisfazione, che le vendite di giovedì sono state simili a quelle delle passate convention Gen Con anche se il pubblico è numericamente nettamente inferiore.

Gen Con 2021

“Alcuni degli editori più grandi hanno scelto di non venire quest’anno… Questo ci ha dato la possibilità di consentire ad alcuni nuovi editori più piccoli ed editori indipendenti di partecipare per la prima volta. Sono stati davvero felici di essere qui”, ha dichiarato il presidente. “Speriamo di poterli accogliere nei prossimi anni”.

L’evento nel 2019 ha avuto quasi 70.000 partecipanti, quest’anno è stata limitata la capacità del 50%. Purtroppo compromesso necessario per organizzare l’evento in presenza.

Intanto il COVID-19 continua a mettere a dura prova gli ospedali della zona. Hoppe ha affermato che il suo team sta lavorando con il Dipartimento della salute della contea di Marion per prendere tutte le precauzioni necessarie per evitare i contagi: “Stiamo chiedendo di indossare le mascherine e si nota che la conformità è del 99,9%, se non del 100%. Abbiamo anche svolto alcuni sondaggi sui nostri partecipanti e stiamo dimostrando che oltre il 90% della nostra gente è vaccinato”.

Non solo in presenza, infatti anche quest’anno c’è una parte virtuale della convenzione. Inoltre i negozi di giochi locali ospitano eventi pop-up e le persone che hanno acquistato i badge per quest’anno, ma hanno scelto di non venire possono usarlo per tornare l’anno successivo.

La convention di quattro giorni terminerà domani 19 settembre.

Rimaniamo in attesa di scoprire quali novità ludiche saranno uscite per l’occasione…

Alessandra Canini
Alessandra1982giochidatavolo - E' un'avida consumatrice di Giochi da Tavolo, Librigame, LEGO, Serie TV e Blockbuster. Lavora in diversi settori del suo più divertente hobby, ovvero i GdT! Vive nella campagna romana da dove riesce a vedere la Contea. Assidua frequentatrice della cittadina di Arkham nel Massachusetts.