God Of War Ragnarok – Conclude la saga norrena

Dopo due capitoli God Of War Ragnarok, è come il cofanetto de Il Signore degli Anelli, afferma Cory Barlog 

God of War: Ragnarok è il secondo e ultimo capitolo della saga norrena di Sony Santa Monica, e ora il veterano della serie Cory Barlog ha fatto luce sul motivo per cui lo studio sta pianificando di concludere le cose con Ragnarok. Parlando con Kaptain Kuba, Barlog ha detto che ci sono “diverse ragioni” per questo, la prima delle quali è che giochi di queste dimensioni e scala richiedono semplicemente molto tempo per essere realizzati, e Barlog non vuole che la saga si prolunghi. Sempre nell’intervista, Barlog ha paragonato la saga norrena di God of War al cofanetto in edizione estesa de Il Signore degli Anelli.

“Penso che uno dei motivi più importanti sia che il primo gioco ha richiesto cinque anni. Il secondo gioco, non so quanto tempo ci vorrà, ma dirò solo che ci vorrà quasi un tempo simile per farlo. E poi pensi: “Wow, una terza…Stiamo parlando di un arco di circa 15 anni di una singola storia. E mi sembra che sia troppo prolisso. Mi sento come se stiamo chiedendo troppo per dire l’effettivo completamento di quella storia, impiegando così tanto tempo, sembra troppo lungo”, ha detto Barlog.

Fin dall’inizio, Barlog ha voluto raccontare una storia su Kratos e Atreus: sono il “nucleo del motore della storia”, come ha detto lui. Le complessità che derivano da quella relazione hanno molto spazio per crescere, ma Barlog non ha voluto allungare troppo le cose.

“La complessità irradia, come onde in uno stagno. Noi potremmo renderlo un oceano, e avere quelle increspature basta andare per migliaia di miglia.  ha detto Barlog“Le increspature si allontanano troppo e perdi un po’ la trama.”

Essere in grado di condensare la storia della saga norrena di God of War in due giochi è, per fare un paragone, come se ti sedessi per guardare tutti i film del Signore degli Anelli e sentissi come se ti fosse stata raccontata una storia completa che aveva un inizio e una fine.

“Essere in grado di racchiuderlo e sentirmi come l’esperienza che ho avuto quando ho ricevuto il cofanetto in edizione estesa de Il Signore degli Anelli, e sono stato in grado di dire, posso sedermi e vedere circa 13,5 ore di questa esperienza di seguito un film dopo l’altro, e ho pensato che fosse fantastico. Incredibile”, ha detto. “Quindi, potresti iniziare a God of War 2018 e poi giocare a God of War Ragnarok e sentire come se avessi l’intera storia. E in un certo senso voglio che ciò accada prima che mio figlio sia al college. “

Barlog ha anche affermato che un arco di due giochi per la saga norvegese di God of War sembrava giusto per ciò che Eric Williams, il nuovo regista, aveva in mente per il gioco.

Vi ricordiamo che God of War Ragnarok uscirà nel 2022 per PS4 e PS5 in data ancora da precisare.

 

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana, youtuber, nerd fino al midollo, adora film, serieTV, cartoni animati ed è malata da anni di una grave forma di dipendenza dai videogames. Il suo motto è: “Se credi anche lontanamente che ne valga la pena… allora GIOCALO!”